Decreto Terremoto - accesso prioritario a Fondo Garanzia PMI

In vigore l'intervento del Fondo centrale di garanzia per le PMI previsto dal Decreto Terremoto in favore delle imprese attive nella zone colpite dal sisma

Terremoto - foto di: Mimmo Ferrari

Decreto Terremoto – i finanziamenti per la ricostruzione

Decreto Terremoto – misure per imprese e lavoratori

Priorità per tre anni nell'accesso al Fondo centrale di garanzia per le imprese localizzate nei Comuni colpiti dagli eventi sismici. In attuazione di quanto previsto dal Decreto Terremoto (DL n. 189-2016), il soggetto gestore MedioCredito Centrale sta aggiornando le procedure per facilitare l'accesso delle aziende interessate alle garanzie del Fondo.

La misura è riservata alle micro, piccole e medie imprese ubicate nei Comuni indicati nell’Allegato 1 al decreto n. 189 del 17 ottobre 2016, che sarà aggiornato con le integrazioni approvate ai sensi del nuovo Decreto Terremoto, il dl n. 205 dell'11 novembre 2016.

CdM – le misure del nuovo decreto Terremoto

Le PMI devono attestare di aver subito danni in conseguenza degli eventi sismici attraverso una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa stessa.

L'intervento garantisce, con decorrenza immediata e per tre anni dall’entrata in vigore del decreto n. 189-2016, l'accesso a titolo gratuito e con priorità di istruttoria al Fondo di garanzia PMI che può coprire l'importo massimo di 2,5 milioni di euro per singola impresa.

Entro questo limite, per quanto riguarda gli interventi di garanzia diretta, la percentuale massima di copertura è pari all’80 per cento dell’ammontare di ciascuna operazione di finanziamento, mentre per gli interventi di controgaranzia la percentuale è pari al 90 per cento dell’importo garantito da confidi o da altro fondo di garanzia, a condizione che questo non superi la percentuale massima di copertura dell’80 per cento.

MCC ha fatto sapere che a breve sarà aggiornata la procedura on line in modo che i beneficiari localizzati nei Comuni colpiti dal terremoto possano inserire automaticamente nel modulo di domanda la dichiarazione relativa ai danni subiti in conseguenza degli eventi sismici. Nel frattempo, la dichiarazione può essere riportata nel campo “Informazioni aggiuntive sull’operazione”.

Fondo di Garanzia a favore delle PMI

Oltre alle facilitazioni per l'accesso al Fondo di garanzia per le PMI, il Decreto Terremoto riserva alle imprese anche una quota pari a 35 milioni di euro del Fondo per la ricostruzione delle aree terremotate per la concessione di agevolazioni in forma di contributi in conto interessi e in conto capitale.

Inoltre, entro il limite di 10 milioni di euro, a valere sul Fondo per la crescita sostenibile, sono previsti:

  • finanziamenti agevolati a tasso zero a copertura del 100% degli investimenti fino a 30mila euro, da rimborsare in 10 anni con un periodo di 3 anni di preammortamento,
  • finanziamenti agevolati a tasso zero a copertura del 100% degli investimenti fino a 600mila euro, da rimborsare in 8 anni con un periodo di 3 anni di preammortamento per nuove attività economiche e per nuovi investimenti nei settori della trasformazione di prodotti agricoli, dell'artigianato, dell'industria e dei servizi alla persona.

Decreto-legge n. 189-2016 - Interventi per la ricostruzione nei territori colpiti dal sisma

Photo credit: Mimmo Ferrari

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.