Innovazione sociale - via al programma di Fondazione Cariplo per startup

Startup socialiFormazione e sostegno economico alla base del programma di Fondazione Cariplo per l'innovazione sociale rivolto alle startup.

Sviluppo sostenibile – citta' italiane in ritardo

Guida ai finanziamenti per l'imprenditoria femminile

Prende il via il quarto grande programma intersettoriale di Fondazione Cariplo: Cariplo Social Innovation. Un impegno immediato di 18,5 milioni di euro, con un'architettura, una governance e strumenti innovativi per permettere il salto di qualità al Terzo Settore evoluto, capace di stare sul mercato, con buone idee, servizi di alta qualità e sostenibilità.

Codice Terzo Settore – il dlgs 117-2017

Cariplo Social Innovation, programma per innovazione sociale

Parte da qui la nuova sfida lanciata da Fondazione Cariplo che lavora da mesi al progetto presentato alla presenza del presidente, Giuseppe Guzzetti, dell'amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, Fabio Gallia, e con il contributo tra gli altri di Dario Scannapieco, vicepresidente della BEI, Banca europea per gli investimenti.

Per dare vita al nuovo programma, Fondazione Cariplo nei mesi scorsi ha ristrutturato, riorganizzato e accorpato due storiche fondazioni: Fondazione Opere Sociali e Fondazione Giordano Dell'Amore. Da questa “unione” è scaturito un soggetto rinnovato che ha il compito di collaborare allo sviluppo del programma lanciato da Fondazione Cariplo, sulla base di una visione moderna e proiettata verso il futuro. Un'operazione virtuosa che ha consentito di dotare il programma di un piano strategico e di una disponibilità complessiva importante di quasi 20 milioni di euro: Fondazione Cariplo ha infatti stanziato un budget di €10 milioni a cui si aggiunge la dotazione patrimoniale della nuova “Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore”, attualmente pari a circa € 8,5 milioni.

Fondazione Cariplo si prefigge un'ampia attività di formazione manageriale e rafforzamento organizzativo per chi opera in enti non profit per potenziare le capacità del Terzo Settore nel realizzare progetti e iniziative di innovazione sociale, culturale e ambientale economicamente sostenibili.

I progetti potranno poi essere sostenuti con 'capitale paziente' messo a disposizione del settore attraverso quella che viene definita finanza sociale, impact investing. In questo ambito, Fondazione Cariplo ha maturato un’esperienza ormai ultradecennale con la promozione e realizzazione, insieme a CDP, del programma nazionale di housing sociale, principale iniziativa di impact investing italiana e tra le più importanti a livello mondiale.

Protagonisti di questa nuova iniziativa saranno dunque imprese sociali, e altri soggetti non profit che presenteranno idee e modelli di attività sostenibili.

“Il nostro Paese soffre di un deficit di innovazione sociale nel settore del welfare, delle politiche culturali e ambientali e sta oggi pagando gli effetti di anni di tagli di risorse pubbliche - ha spiegato Giuseppe Guzzetti, Presidente di Fondazione Cariplo - Il Terzo Settore è visibilmente cresciuto, maturato. Lo chiamiamo “Terzo Settore Evoluto” ed è pronto al salto di qualità. Spesso sta facendo supplenza allo Stato, il che non è giusto; ma può ricoprire ancora di più quel ruolo di Terzo Pilastro dell'economia del nostro Paese, a fianco del Pubblico e del Privato. Ha però bisogno di un ulteriore passo in avanti, che si può fare con formazione adeguata e sostegno economico, anche sotto forma di capitale paziente. Servono idee, coraggio, visione innovativa e nuove competenze. Il nuovo programma di Fondazione Cariplo punta a questo, e lo fa rinvigorendo la tradizione e la memoria di un grande uomo: Giordano Dell'Amore".

“Auspichiamo quindi che il nostro programma e la nuova iniziativa che CDP e FEI a breve lanceranno, la piattaforma impact.IT, possano dare ulteriore impulso al settore dell’impact investing italiano e che, insieme, si possa replicare il successo del programma nazionale di housing sociale, recentemente presentato come modello di riferimento al Parlamento Europeo a Bruxelles. A questo scopo, Fondazione Cariplo, CDP e FEI stanno perfezionando un accordo di collaborazione strategica per uno sviluppo coordinato e sinergico delle attività, al fine di accrescere l’efficacia dei rispettivi programmi e, dunque, le ricadute sull’intero ecosistema italiano".

Cosa prevede il programma

Due sono i filoni principali del programma Cariplo Social Innovation: formazione e sostegno economico. Per la prima volta in Italia, viene attivato un programma che fonde know-how del settore profit con la sensibilità del non profit. La formazione ad esempio verrà realizzata con sistemi informatici di E-learing all'avanguardia e con contenuti ad alto valore aggiunto.

L’offerta di programmi di accompagnamento dell’ecosistema di imprenditoria sociale prevede:

  1. un percorso propedeutico di formazione a distanza, per ampio pubblico (Cariplo Social Innovation Lab);
  2. un bando con scadenza, dedicato al miglioramento organizzativo degli enti del Terzo Settore (Bando Capacity building per il Terzo Settore);
  3. un percorso di workshop/lectures su grandi temi e sfide di interesse per il Terzo Settore e l’imprenditoria sociale, rivolta a un pubblico ampio (Social Innovation Talks);
  4. una Piattaforma di facilitazione all’imprenditoria sociale, sviluppata in collaborazione con Cariplo Factory, dedicata all’incubazione, accelerazione e scalabilità di iniziative di impresa a impatto sociale.

L'obiettivo è far emergere il potenziale sociale, ambientale e culturale delle start-up, strutturando percorsi costruiti ad hoc capaci di incubare e accelerare imprenditoria sociale. La collaborazione è aperta ai diversi incubatori/acceleratori esistenti che abbiano dimostrato di saper accompagnare progetti imprenditoriali di innovazione sociale nelle loro diverse fasi di sviluppo.

Capitale paziente a disposizione delle buone idee

La neonata Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore, di cui è presidente il Prof. Giovanni Fosti docente dell’Università Bocconi di Milano, ha l’intento di valorizzare il patrimonio economico e culturale di due storiche istituzioni, la Fondazione Opere Sociali e la Fondazione Giordano Dell’Amore. L’attività operativa della rinnovata Fondazione è cominciata nel 2017, al termine di una fase preparatoria e progettuale che ha consentito di arrivare oggi a lanciare l'iniziativa nel suo complesso.

L’attività di Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore beneficerà delle competenze uniche acquisite da Fondazione Cariplo nel settore dell’impact investing, in cui è operativa da oltre 15 anni, avendo progettato, promosso e realizzato, in partnership con altri soggetti istituzionali pubblici e privati, il programma nazionale di housing sociale che oggi vede nel Sistema Integrato dei Fondi di CDP l’attore principale.

Il Sistema Integrato dei Fondi è oggi per dimensione (circa 3 miliardi di euro) uno dei più importanti programmi di impact investing a livello mondiale.

La Fondazione svolgerà due macro tipologie di attività:

  • Attività di investimento
  • Attività di advisory

L’attività di investimento è indirizzata a due categorie di soggetti principali:

  • Social Impact Funds (SIF): acquisizione di quote di Social Impact Funds -fondi di investimento “etici” - che investono in organizzazioni a impatto sociale e ambientale;
  • Imprese sociali: investimenti diretti e coinvestimenti con altri SIF in soggetti innovativi ed economicamente sostenibili, nella forma di imprese sociali, cooperative, società benefit, start-up innovative a vocazione sociale o società di capitali orientate all’impatto sociale

La Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore potrà fornire servizi di advisory agli altri attori dell’ecosistema dell’impact investing quali, ad esempio, l’assistenza nella predisposizione di piani economico-finanziari e nella definizione delle strategie di finanziamento.

A oggi un investimento è già stato concluso (partecipazione in Oltre II SICAF). Inoltre, la Fondazione ha in portafoglio la partecipazione del 6,4% in PerMicro, società leader in Italia nel settore della microfinanza, ed è in corso di perfezionamento l’acquisizione di un prestito obbligazionario convertibile in una start-up innovativa a vocazione sociale.

La Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore lavorerà in stretta connessione con la Piattaforma di facilitazione all’imprenditoria sociale e potrà mettere a disposizione capitale paziente per le realtà più meritevoli. La Fondazione quindi ambisce a offrire un contributo qualificato e rilevante all'ecosistema, stimolando l'ingresso di nuovi investitori nell'ambito dell'impact investing e fungendo da “vetrina” per le opportunità di investimento in start-up sociali in Italia.

> Your First EURES Job 5.0 - progetto Ue per lavorare all'estero

Photo credit: Foter.com

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.