Marchi+3: agevolazioni alle PMI per valorizzare la proprieta' intellettuale

Registrazione marchiCirca 4 milioni di euro per la registrazione di marchi dell'Unione europea e internazionali da parte delle imprese italiane.

Patent Box – il decreto MEF per l'esclusione dei marchi

Brevetti: domande internazionali online con il sistema ePCT

Il Ministero dello sviluppo economico (MISE), attraverso una Convenzione con Unioncamere, lancia un nuovo intervento agevolativo a sostegno della valorizzazione dei titoli di proprietà intellettuale da parte delle micro, piccole e medie imprese, denominato Marchi+3.

Le risorse disponibili ammontano a 3 milioni e 825 mila euro e saranno utilizzate per la concessione di agevolazioni per l'estensione all'estero dei marchi nazionali delle PMI italiane.

Bonus ricerca e sviluppo – ammessi i brevetti, esclusi marchi e disegni

Cosa finanzia Marchi+3

Due le misure previste dal regime di aiuto:

  • MISURA A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea presso EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici, in particolare per il deposito della domanda di registrazione presso EUIPO di un marchio e il pagamento delle tasse di deposito;
  • MISURA B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici, in particolare per:
    - il deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’Unione europea registrato presso EUIPO e il pagamento delle tasse di deposito;
    - il deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO e il pagamento delle tasse di deposito; 
    - il deposito della domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e il pagamento delle tasse di deposito.

A quanto ammontano i contributi

L’agevolazione è concessa fino all’80% delle spese ammissibili sostenute e nel rispetto degli importi massimi previsti dal bando per ciascuna tipologia di servizio.

Complessivamente, l’importo massimo dell'aiuto è pari a 6mila euro per le domande relative ad un marchio depositato presso l’EUIPO (Misura A), mentre nell'ambito della Misura B la soglia è fissata a 6mila per richieste relative a marchi depositati presso OMPI che designino un solo Paese e a 7mila euro per ciascuna richiesta relativa ad un marchio che designi due o più Paesi.

Nel caso in cui la designazione interessi i Paesi USA e/o Cina l’agevolazione sarà pari al 90% delle spese ammissibili sostenute, sempre nei limiti previsti per l’acquisto dei servizi riportati nel bando, e l’importo massimo dell’agevolazione salirà a 7mila euro per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi solo USA o Cina e ad 8mila euro per ciascuna richiesta relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA e/o Cina e uno o più Paesi.

Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di 20mila euro.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9:00 del 7 marzo 2018 e saranno esaminate con procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione e sino a esaurimento delle risorse disponibili.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.