Pesca – bando FEAMP per assicurazioni in acquacoltura

Acquacoltura - photo credit: Julien CarnotAl via le domande per partecipare al bando FEAMP per il sostegno all'assicurazione degli stock ittici da parte delle imprese acquicole.  

Bilancio UE post 2020 - Bruxelles presenta il nuovo Fondo per la pesca

Approda in Gazzetta ufficiale il bando del Ministero delle Politiche agricole a valere sul PO FEAMP 2014-2020 per la gestione del rischio in acquacoltura. A disposizione 4 milioni di euro per le imprese acquicole attive su tutto il territorio nazionale.

Il bando FEAMP per la gestione del rischio

L'intervento attua la Misura 2.57 del Programma operativo del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca.

Obiettivo del bando è incoraggiare le imprese acquicole a proteggersi dai rischi e dalle perdite collegate agli eventi di origine naturale mediante l’assicurazione degli stock ittici. Per diffondere gli strumenti di gestione del rischio, l'avviso prevede infatti la concessione di un contributo a copertura dei costi sostenuti dagli imprenditori acquicoli per il pagamento dei premi relativi ai contratti assicurativi degli stock acquicoli.

Le polizze assicurative devono prevedere la copertura dei rischi relativi agli stock acquicoli derivanti da almeno uno degli eventi individuati dall’art. 57 del Reg. (UE) n. 508/2014, cioè:

  • calamità naturali;
  • eventi climatici avversi;
  • improvvisi cambiamenti della qualità e della quantità delle acque per i quali l’operatore non è responsabile;
  • malattie nel settore acquicolo, mancato funzionamento o distruzione di impianti di produzione per i quali l’operatore non è responsabile.

Come richiedere i contributi

Ciascuna impresa acquicola può presentare tante domande di sostegno quante sono le polizze assicurative stipulate, purchè i premi siano stati versati a partire dal 1° gennaio 2014 e il contratto assicurativo sia ancora valido al momento della presentazione dell’istanza.

L'intensità della sovvenzione è pari al 50% della spesa per le micro, piccole e medie imprese, mentre si riduce di 20 punti percentuali per le imprese che non rientrano nella definizione di PMI.

Il termine per la presentazione delle domande scade il 22 ottobre 2018.

Mipaaf - il programma pesca e acquacoltura 2017-2019

photo credit: Julien Carnot

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.