FESR Lombardia: Call Hub ricerca e innovazione per progetti strategici

Call Hub ricerca e innovazioneAprirà a gennaio un bando del POR FESR Lombardia per il finanziamento di progetti strategici di ricerca, sviluppo e innovazione volti al potenziamento degli ecosistemi lombardi. A disposizione 70 milioni di euro.

Lombardia: Credito PPP, finanziamenti per opere e servizi pubblici

Nell'ambito del POR FESR 2014-2020, la Regione Lombardia lancerà a gennaio la Call Hub ricerca e innovazione volta a promuovere progetti strategici di R&S di particolare valore aggiunto e rilevanza in termini di potenziamento degli ecosistemi lombardi.

Il bando - con un budget di 70 milioni di euro - intende sostenere lo sviluppo di fattori abilitanti per rafforzare la capacità innovativa del territorio e le infrastrutture della ricerca e innovazione, con l'obiettivo di avviare interventi di sviluppo sempre più mirati, efficaci e sinergici, in raccordo con le dinamiche nazionali ed europee anche in vista del ciclo di programmazione dei fondi UE 2021-2027.

> Bonus Ricerca – Agenzia Entrate, chiarimenti su commesse estere

Chi può partecipare

Il bando si rivolge alle imprese, anche a partecipazione pubblica, e ad organismi di ricerca e diffusione della conoscenza pubblici e privati, comprese università, istituti di ricerca e IRCCS.

Possono presentare domanda i partenariati formalizzati mediante specifico accordo di collaborazione e composti da almeno tre soggetti e fino a un massimo di otto soggetti, autonomi tra loro, di cui almeno una PMI e un organismo di ricerca/università.

Ciascun organismo di ricerca può far parte di massimo due partenariati, può cioè partecipare alla presentazione di massimo due progetti, a condizione che tali progetti non facciano capo allo stesso dipartimento/unità di ricerca o articolazione territoriale o settoriale e che almeno uno dei due progetti sia presentato in collaborazione con un’altra università/altro organismo di ricerca.

Ciascuna impresa può far parte di un unico partenariato, partecipando quindi alla presentazione di un unico progetto.

Cosa finanzia la Call

L’iniziativa è attuata attraverso lo strumento degli Accordi per la Ricerca e l’innovazione.

Sono ammissibili i progetti che prevedono attività di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale con riferimento al driver trasversale di sviluppo "smart cities and communities" o a una delle 7 Aree di Specializzazione della Strategia di specializzazione intelligente (S3):

  • Aerospazio
  • Agroalimentare
  • Eco-industria
  • Industrie creative e culturali
  • Industria della Salute
  • Manifatturiero Avanzato
  • Mobilità sostenibile

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino a un importo massimo di 5 milioni di euro per ogni progetto.

In base alle prime anticipazioni, la call aprirà a gennaio e rimarrà aperta fino a marzo 2019.

> Politica Coesione: cosa ha fatto finora il MIUR con i fondi del PON Ricerca

Photo on Foter.com

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.