Brevetti - bando EPO 2019 per centri di ricerca

Bando EPO 2019 brevettiAperto fino al 12 giugno il bando 2019 dell'Ufficio brevetti europeo (EPO) rivolto ai centri di ricerca che vogliono approfondire l'impatto che la tutela della proprietà intellettuale ha nel campo dello sviluppo tecnologico.

Proprieta' intellettuale: CdM, novita' per marchi e brevetti

L'invito a presentare proposte rientra nell'ambito dell'Academic Research Programme dell'EPO, lanciato nel 2017 per incoraggiare la ricerca accademica sul ruolo dei brevetti nell'economia europea, con l'obiettivo di promuovere la diffusione dei risultati dei progetti.

Proprieta’ intellettuale - per tutelarla servono incentivi strutturali

Cosa finanzia il bando

Il bando, con un budget di 300mila euro, finanzia progetti di ricerca incentrati su sette tematiche:

  • misurare l'impatto dei brevetti sull'innovazione
  • ruolo dei brevetti nel trasferimento tecnologico, nella commercializzazione e/o nelle decisioni di investimento
  • servizi di brevettazione e intermediari
  • brevetti e tecnologie dirompenti (IA, blockchain, 3D, ecc)
  • impatto della politica pubblica e del panorama normativo sull'uso dei brevetti da parte delle PMI e dalle organizzazioni pubbliche ricerca in tutta Europa
  • brevetti e tecnologie per la mitigazione dei cambiamenti climatici
  • uso avanzato di PATSTAT, ricerca e analisi dei brevetti.

Le proposte progettuali devono essere presentate da istituti di ricerca con sede in uno dei paesi che aderiscono all'European Patent Organisation. I progetti selezionati riceveranno un contributo compreso tra 20mila e 100mila euro.

L'EPO potrà anche offrire assistenza ai beneficiari per la divulgazione dei risultati del progetto di ricerca o per l'organizzazione di workshop. Le domande devono essere presentate entro il 12 giugno 2019.

Progetti italiani già finanziati

Tra i vincitori dell'edizione 2018 del bando ci sono anche due progetti italiani:

  • "Traditional industries and the Fourth Industrial Revolution: new trends in the creation and protection of innovation in the global automotive industry", coordinato dall'università Ca’ Foscari di Venezia;
  • "University research funding, patenting and technological impact", coordinato dal Politecnico di Torino.

Il primo progetto si concentra sulle tecnologie 4.0, analizzando il loro impatto nell'industria automobilistica, mentre il secondo progetto studia gli effetti dei finanziamenti pubblici per la ricerca sulle attività svolte dalle università nel campo dei brevetti.

Proprieta' intellettuale: tutelare l'innovazione, dai marchi ai brevetti

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.