CEF Transport Blending Facility - bando UE per investimenti nei trasporti

CEF Transport Blending FacilityE' prevista per l'estate la pubblicazione del nuovo bando del CEF Transport Blending Facility, lo strumento finanziario promosso dalla Commissione UE e dalla BEI per rafforzare gli investimenti nella gestione del traffico ferroviario e nelle infrastrutture per i carburanti alternativi.

Trasporti - 200 milioni per il nuovo strumento finanziario UE

Combinando contributi e finanziamenti da intermediari finanziari pubblici e privati, il CEF Transport Blending Facility permetterà di mobilitare risorse a supporto degli obiettivi che l’UE si è data per modernizzare il sistema di trasporto, fungendo al contempo da iniziativa pilota per il periodo di programmazione post 2020.

CEF Trasporti - anche un progetto per Genova tra quelli finanziati

Le risorse stanziate dalla Commissione europea ammontano a 198 milioni di euro, di cui 33,7 milioni di euro per il 2019 e 164,3 milioni di euro per il 2020.

Connecting Europe Facility - CEF

Obiettivo del Meccanismo per collegare l'Europa (Connecting Europe Facility, CEF) è favorire gli investimenti per lo sviluppo delle reti transeuropee nei settori dei trasporti, dell'energia e delle telecomunicazioni.

Le risorse a disposizione per il periodo 2014-2020 ammontano a oltre 33,2 miliardi di euro di cui:

  • oltre 26 miliardi di euro per il settore dei trasporti, in particolare per investimenti diretti a migliorare i collegamenti transfrontalieri,
  • più di 5,8 miliardi di euro per il settore dell'energia, con l'obiettivo di modernizzare e ampliare le infrastrutture energetiche e di aumentare la sicurezza degli approvvigionamenti,
  • oltre un miliardo di euro per le telecomunicazioni, per stimolare lo sviluppo delle reti a banda larga e dei servizi digitali.

Anticipazioni sulla nuova call

In base alle prime anticipazioni la nuova call del CEF Transport Blending Facility sarà pubblicata a giugno/luglio 2019 e si articolerà in una serie di scadenze intermedie, la prima delle quali fissata per il mese di dicembre 2019.

Le successive scadenze cadranno nei mesi di marzo 2020, giugno 2020, settembre 2020, dicembre 2020 e marzo 2021.

Le proposte progettuali potranno essere presentate da uno o più Stati membri, organizzazioni internazionali, imprese pubbliche o private, altri soggetti con sede nei Paesi UE.

I progetti dovranno riguardare una delle due aree di investimento previste dal programma di lavoro pluriennale, cioè:

  • Sistemi europei di gestione del traffico ferroviario (ERTMS)
  • infrastrutture per i carburanti alternativi

Gli interventi saranno realizzati grazie alla cooperazione tra la Commissione UE e i partner finanziari, combinando i contributi messi a disposizione dall'UE con gli strumenti finanziari (prestiti, equity o altro) definiti dagli investitori, tra cui la BEI e altri istituti di credito.

Bilancio UE post 2020 - accordo su Connecting Europe Facility

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.