Piano Juncker - verso il target fissato per il 2020

Piano Juncker Gli interventi approvati nell’ambito del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) mobiliteranno investimenti per oltre 408 miliardi euro. Ecco i dati del Piano Juncker aggiornati a giugno 2019.

> Piano Juncker: FEI-Anthilia Capital Partners in aiuto delle PMI italiane

Lanciato nel 2014, il piano di investimenti per l'Europa, o Piano Juncker, sostiene la crescita economica e gli investimenti nell'UE senza ricorrere a nuovo debito pubblico.

> Piano Juncker - Corte Conti UE, come migliorare efficacia del FEIS

L’obiettivo iniziale del piano era mobilitare, entro il primo semestre del 2018, 315 miliardi di euro tramite un capitale iniziale di 21 miliardi, messo a disposizione dal FEIS. Il target fissato per il 2020 ammonta invece a 500 miliardi di euro.

Piano Juncker, risultati aggiornati a giugno 2019

In base agli ultimi dati aggiornati a giugno 2019, si stima che le operazioni approvate nell’ambito del FEIS porteranno a 408,4 miliardi di euro di investimenti nei 28 Stati membri dell'UE, sostenendo circa 952mila piccole e medie imprese.

Nella top 5 dei paesi che beneficeranno del supporto del FEIS ci sono: Grecia, Estonia, Bulgaria, Portogallo e Lettonia.

Per quanto riguarda gli ambiti di intervento, la maggior parte degli investimenti sono destinati al sostegno delle aziende di piccole dimensioni (31%), cui seguono le attività di ricerca e sviluppo (25%), l'energia (18%), il digitale (11%), i trasporti (7%), le infrastrutture sociali (4%), l'ambiente e l'efficienza energetica (4%).

Sulla base dei progetti approvati fino a luglio 2018, la Commissione UE e la Banca europea per gli investimenti (BEI) stimano che il Piano Juncker abbia supportato già 750mila posti di lavoro e aumentato il PIL dell'UE dello 0,6%. Gli obiettivi fissati per il 2020 sono: creare 1,4 milioni di posti di lavoro e aumentare il PIL UE dell'1,3%.

"Siamo sulla buona strada per raggiungere il nostro obiettivo di 500 miliardi di euro entro la fine del 2020 e la Commissione continuerà a mobilitare gli investimenti nel quadro del programma InvestEU dal 2021 in poi", ha dichiarato il vicepresidente della Commissione UE responsabile per l'occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, Jyrki Katainen.

Focus sull'Italia

Gli interventi approvati finora in Italia nell’ambito del FEIS ammontano a 10,2 miliardi euro, che dovrebbero mobilitare altri 65,4 miliardi di euro.

In particolare, sono stati approvati 82 accordi con banche intermediarie o fondi finanziati dal FEI per sostenere circa 300mila tra PMI e mid-cap, cui si aggiungono 83 progetti - finanziati dalla BEI con il sostegno del FEIS - dedicati ad interventi infrastrutturali e innovativi.

Tra questi progetti ci sono: il miglioramento del sistema idrico gestito in Toscana dall'Azienda Servizi Ambientali SpA (ASA), le attività di ricerca di Newron Pharmaceuticals SpA e il collegamento ad altissima tensione in corrente continua (HVDC) Piossasco-Grande Ile tra Italia e Francia.

Bilancio europeo post 2020 – accordo su InvestEU

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.