Assicurazioni agricole agevolate – via alle domande per la campagna 2019

Assicurazioni agricole - Foto di Th G da Pixabay Il Ministero delle Politiche agricole approva il bando del Programma di sviluppo rurale nazionale (PSRN) 2014-2020 per incentivare le imprese a stipulare polizze assicurative per la gestione dei rischi.

Assicurazioni agricole – impegnati meta' dei fondi PSR

Le risorse disponibili per la campagna assicurativa 2019 ammontano a 266 milioni e 680mila euro, di cui 146.674.000 euro a carico del Fondo di Rotazione ex legge 183/1987 e 120.006.000 a carico del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR).

Cosa finanzia la Sottomisura 17.1 del PSRN

La sottomisura 17.1 “Assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante” del Programma di sviluppo rurale nazionale 2014-2020 ha l'obiettivo di favorire una più efficace gestione dei rischi in agricoltura sostenendo le imprese del settore della produzione primaria che ricorrono a polizze assicurative del raccolto e delle piante dai rischi connessi ad avversità atmosferiche, fitopatie e infestazioni parassitarie.

Le operazioni ammissibili a sostegno per la campagna assicurativa 2019 sono esclusivamente quelle relative alla stipula di una polizza agevolata del raccolto e delle piante basata sul PAI, il Piano assicurativo individuale, sia in forma collettiva che individuale.

Le polizze agevolate non possono coprire un solo rischio, ma una pluralità di rischi in base alle combinazioni previste dall'allegato al bando, e devono essere compatibili con il ciclo colturale della specie assicurata.

Le novita' del Piano di gestione dei rischi in agricoltura 2019

Chi può richiedere i contributi

Le agevolazioni sono destinate agli agricoltori che hanno sostenuto spese per il pagamento dei premi di assicurazione del raccolto e delle piante e che siano in possesso dei requisiti soggettivi di ammissibilità indicati dal bando, in particolare:

  • a) essere imprenditori agricoli ai sensi dell’articolo 2135 del Codice Civile, iscritti nel registro delle imprese o nell’anagrafe delle imprese agricole istituita dalla Provincia autonoma di Bolzano;
  • b) essere agricoltori attivi;
  • c) essere titolari di Fascicolo aziendale in cui in particolare deve essere dettagliato il Piano di coltivazione che va mantenuto costantemente aggiornato nel corso del tempo e che individui le superfici utilizzate per ottenere il prodotto oggetto dell’assicurazione, nonché i relativi titoli di conduzione validi per l’intera durata dell’operazione per la quale si richiede il contributo.

Le polizze stipulate, inoltre, devono prevedere il risarcimento in caso di perdite superiori al 20% della produzione media annua dell’agricoltore, oppure il rimborso dei danni esclusivamente al verificarsi di un'avversità atmosferica assimilabile alle calamità naturali o di una fitopatia o di un'infestazione parassitaria tra quelle elencate in allegato all'avviso.

Gestione rischio - Ismea, mercato assicurazioni agricole in crescita

Come accedere alle agevolazioni

Il bando approvato dal Mipaaf con il decreto ministeriale n. 32328 del 23 settembre è stato preceduto da un avviso per la raccolta di manifestazioni di interesse per l’accesso ai benefici della Sottomisura 17.1 approvato con decreto del 14 dicembre 2018.

Tali manifestazioni di interesse, che dovevano essere presentate prima della sottoscrizione delle polizze, rappresentano il titolo per l’acquisizione del diritto all'invio della domanda di sostegno vera e propria per la campagna assicurativa 2019, che deve essere trasmessa entro il 30 giugno 2020.

Al fine di ottenere il pagamento del contributo pubblico, invece, il beneficiario, successivamente al provvedimento di concessione e al pagamento della polizza, deve presentare entro il termine del 30 novembre 2020 apposita domanda ad AGEA.

AssInCampo – guida online alle assicurazioni agricole agevolate

Photo credit: Foto di Th G da Pixabay 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.