Formazione per l’innovazione: bando da 20 milioni di Fondimpresa

Bando Fondimpresa: Photocredit: rawpixel da PixabayE’ stato pubblicato ieri il nuovo bando di Fondimpresa che finanzia la formazione a sostegno dell’innovazione digitale e tecnologica nelle imprese. A disposizione ci sono 20 milioni di euro.

Contratto di espansione - ecco la circolare operativa 16-2019

Il Fondo paritetico interprofessionale Fondimpresa è stato costituito da Confindustria – CGIL, CISL, UIL per promuovere la formazione continua dei quadri, degli impiegati e degli operai nelle imprese aderenti.

Con il nuovo bando, Fondimpresa intende finanziare la realizzazione di Piani formativi rivolti alla formazione dei lavoratori delle aziende che stanno realizzando un intervento di innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto o di processo (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software).

Formazione continua - Italia indietro rispetto a media Ue

In cosa consiste il piano formativo?

Il Piano formativo - che deve prevedere la partecipazione anche di Università e/o  Enti di ricerca - deve comprendere un insieme organico di attività - direttamente  connesse al progetto di innovazione in atto nelle imprese - che, oltre alla formazione vera e propria, possono riguardare:

  • Attività preparatorie e di accompagnamento per l’analisi della domanda, la diagnosi e la rilevazione dei fabbisogni aziendali in materia di innovazione;
  • Attività non formative per la progettazione delle attività del Piano, l’orientamento, la valutazione e il bilancio delle competenze dei lavoratori.

Il bando non dà indicazioni stringenti in merito alle modalità formative da adottarsi. Infatti, fermo restando che non possono essere finanziate le ore di formazione durante le quali il partecipante svolge attività produttive, per il resto l’azienda è libera di scegliere le modalità ritenute più idonee (formazione in aula, seminari, action learning, coaching, affiancamento, training on the job, etc.).

Importante è il livello di formazione che viene impartita ai dipendenti è che deve essere avanzata o specialistica. Le azioni formative base, infatti, sono ammesse solo se strettamente connesse all’innovazione digitale e/o tecnologica nelle aziende beneficiarie, nel limite massimo del 20% del totale delle ore di formazione del Piano.

Alla fine del percorso - che può durare al massimo tredici mesi - il Piano dovrà prevedere un momento di verifica dell’apprendimento da parte dei partecipanti con il rilascio di una certificazione.

Anpal: circolare sui Fondi interprofessionali per la formazione continua

A chi si rivolge il corso di formazione

Al Piano formativo possono partecipare i lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti), occupati in imprese aderenti che stanno realizzando un progetto o un intervento di innovazione digitale e/o tecnologica di processo o di prodotto.

La formazione può coinvolgere anche i lavoratori in cassa integrazione guadagni o con contratti di solidarietà, a condizione che vi sia una finalità di reinserimento.

Chi può presentare la domanda?

La domanda di partecipazione (con il Piano formativo) può essere inviata da:

  • le imprese beneficiarie dell’attività di formazione oggetto del Piano per i propri dipendenti, aderenti a Fondimpresa. Non sono ammesse, però, quelle imprese che già  avuto finanziato un Piano formativo con il bando dello scorso anno;
  • gli enti già iscritti, alla data di presentazione della domanda, nell'Elenco dei Soggetti Proponenti qualificati da Fondimpresa per la categoria Formazione sulla tematica dell’innovazione tecnologica di processo e di prodotto.

I termini per richiedere il finanziamento

Il Piano formativo può essere presentato dal 17 dicembre 2019 al 19 maggio 2020, tramite l’invio di PEC.

Ciascun Soggetto Proponente (singolarmente o in raggruppamento) può presentare domanda di finanziamento per un numero massimo di 6 piani formativi, indipendentemente dal loro esito. In questo caso, però, le domande dovranno essere presentate a distanza di almeno 20 giorni l’una dall’altra. Il finanziamento, infatti, viene assegnato secondo l’ordine cronologico di presentazione dei piani risultati idonei.

Sarà data priorità alle aziende che, a partire dal 1° gennaio 2007 e fino alla data di invio della domanda, non hanno mai partecipato con i propri dipendenti ad azioni formative finanziate da Fondimpresa.

Formazienda: i bandi 2019 per la formazione continua

Photocredit: rawpixel da Pixabay

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.