Rating di legalita’: consultazione pubblica per aggiornare il Regolamento

Consultazione sulle modifiche al rating di legalità: Photocredit: Ivana Divišová da PixabayC’è tempo fino al 6 febbraio 2020 per partecipare alla consultazione lanciata dall’AGCM sulle modifiche al Regolamento sul rating di legalità, l'indicatore che premia le imprese virtuose nel contrasto alla criminalità.

Rating di legalita', online la piattaforma per le domande

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM) ha lanciato una consultazione pubblica per coinvolgere tutti i soggetti interessati al rating di legalità, per ottenere le loro valutazioni sulle modifiche al Regolamento attuativo che ne disciplina il rilascio e l’utilizzo.

Rating legalita': l'impresa deve rispettare i criteri anche in fase di rinnovo

Dopo le modifiche già apportate negli scorsi anni, infatti, a fine dicembre l’AGCM ha deciso di procedere con nuovi cambiamenti al Regolamento in ottica di ulteriore valorizzazione della natura premiale dell’istituto mediante:

  • L’estensione dell’ambito di applicazione soggettivo e oggettivo del Regolamento;
  • L’eliminazione di alcune incertezze interpretative del testo;
  • L’adeguamento del Regolamento alla giurisprudenza che nel frattempo è intervenuta;
  • La semplificazione e la chiarificazione del procedimento.

L’obiettivo ultimo della modifica resta quello di assicurare una efficacia sempre maggiore del controllo esercitato dall’AGCM in fase di rilascio del rating.

La procedura di consultazione pubblica dovrà concludersi entro 30 giorni dalla pubblicazione della relativa informativa sul sito istituzionale dell’Autorità e cioè entro il 6 febbraio 2020.

La partecipazione alla consultazione avviene via email. I soggetti interessati possono infatti scrivere all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , inviando le proprie osservazioni sulle modifiche apportate al testo del Regolamento.

Cos’è il rating di legalità

Il rating di legalità è un indicatore che mira a premiare le aziende virtuose in materia di etica e di contrasto alla corruzione, attribuendo da una a tre stellette a seconda del numero di strumenti adottati dall’azienda per garantire la propria legalità.

Il sistema è gestito dall’AGCM che, a fronte della domanda da parte di un’impresa interessata ad ottenere il rating, ne valuta il possesso dei requisiti.

I vantaggi di possedere il rating di legalità sono molteplici, incluso quello di avere un maggior punteggio in caso di partecipazione a bandi pubblici dove spesso il rating di legalità è inserito tra i criteri premianti.

L’attribuzione del rating può essere richiesta dalle imprese (sia in forma individuale che societaria) che soddisfano cumulativamente i seguenti requisiti:

  • Avere una sede operativa in Italia;
  • Possedere un fatturato minimo di 2 milioni di euro nell’esercizio chiuso nell’anno precedente a quello della domanda;
  • Essere iscritte nel registro delle imprese da almeno due anni alla data della domanda;
  • Rispettare gli altri requisiti sostanziali richiesti dal Regolamento.

Le stellette attribuibili sono al massimo tre.

Il punteggio base (una stelletta) è attribuito quando l’azienda rispetta tutti i requisiti previsti all’articolo 2 del Regolamento.

Le successive stellette (fino ad un massimo di tre) vengono attribuite via via che l’impresa dimostra di possedere anche i requisiti aggiuntivi previsti all’articolo 3 del Regolamento come ad esempio:

  • L’adesione ai protocolli o alle intese di legalità finalizzati a prevenire e contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata;
  • L’utilizzo di sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per somme di importi inferiori rispetto a quelli fissati dalla legge;  
  • L’iscrizione ad uno degli elenchi di fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa istituiti ai sensi delle vigenti disposizioni di legge (white list).

Per ogni requisito aggiuntivo posseduto, infatti, l’impresa riceve un punteggio aggiuntivo “+” e:

  • Nel caso di tre “+” si ottengono due stellette;
  • Nel caso di sei “+” si ricevono tre stellette.

L’attribuzione del rating di legalità è gratuita e non comporta costi da parte dell’impresa.

Rating legalita': i dati dell'AGCM approdano nel Registro delle Imprese

> Consulta le modifiche al Regolamento 

Photocredit: Ivana Divišová da Pixabay

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.