Lotteria scontrini: appuntamento il 7 agosto per la prima estrazione

Lotteria scontrini: regole e premi dell’estrazione 2020Pronte le istruzioni per partecipare alla lotteria degli scontrini, il concorso a premi atteso da tre anni che entra ora nella sua fase di lancio. Aperto da oggi il portale lotteria, mentre la data della prima estrazione è fissata per il 7 agosto 2020.

> Bonus Befana e lotteria scontrini: le misure anti-contante in Manovra

Prevista dalla legge di Bilancio 2020, la lotteria degli scontrini è legata a doppio filo con il provvedimento relativo allo scontrino elettronico, ed è volta sia a incentivare i pagamenti cashless, che a contenere l’evasione fiscale.

A fissare le regole del gioco è il provvedimento firmato dal direttore delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini e da quello delle Dogane - Monopoli, Marcello Minenna. Le Agenzie hanno anche predisposto una guida per spiegare modalità di partecipazione e possibilità di vincita.

Lotteria scontrini: chi può partecipare?

Il gioco è aperto alle persone fisiche, maggiorenni e residenti anagraficamente in Italia che acquistano beni o servizi fuori dall’esercizio di attività d’impresa, arte o professione presso commercianti e artigiani che trasmettono telematicamente i corrispettivi al Fisco. 

In questa prima fase, sono esclusi dalla lotteria gli acquisti documentati con fatture elettroniche e quelli i cui dati dei corrispettivi sono trasmessi con il sistema Tessera Sanitaria. Inoltre, non sono ammessi tutti gli acquisti per i quali il consumatore richiede al negoziante l’acquisizione del codice fiscale per poter ottenere una detrazione o una deduzione. In base alle regole, ogni cittadino, di fatto, resta sempre in gioco. Infatti con lo stesso scontrino può partecipare a un’estrazione settimanale, a una mensile e se proprio non dovesse arrivare il bacio della Dea Bendata può aspettarlo alla fine dell’anno con l’estrazione annuale.

Pagamenti: addio chiavetta, dal 14 settembre scatta l’Open Banking

Come partecipare

Il primo step da compiere per poter partecipare alla lotteria è esibire al negoziante, al momento dell’acquisto e senza obbligo di identificazione, il “codice lotteria”. Si tratta di una chiave di accesso alfanumerica  di 8 caratteri che si potrà ottenere inserendo il proprio codice fiscale sul portale della lotteria: il servizio online produrrà il codice lotteria anche in formato barcode, cioè codice a barre. I codici potranno essere stampati su carta o salvati sul proprio dispositivo mobile, come cellulari, smartphone e tablet ed essere facilmente esibiti all’esercente che potrà acquisirli tramite lettura ottica.

Come spiega la guida delle Entrate, il cittadino che intende giocare alla lotteria non ha l’obbligo di conservazione dello scontrino e questo sia per partecipare sia per riscuotere i premi. Lo scontrino resterà valido solo per cambi merce o per far valere la garanzia del prodotto acquistato.

Pir, rientro dei cervelli e appalti: il decreto fiscale in Gazzetta ufficiale

Quali sono i premi in palio

Ogni scontrino valido per la partecipazione alla lotteria genererà un numero di biglietti virtuali per la partecipazione all’estrazione, pari ad un biglietto per ogni euro di corrispettivo, con arrotondamento all’unità di euro superiore se la cifra decimale è superiore a 49 centesimi.

In sostanza, più alto sarà l’importo speso, maggiore sarà il numero di biglietti associati all’acquisto, fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali. Per scontrini pari o superiori a euro 1.000 il numero massimo di biglietti generati sarà, in ogni caso, pari a 1.000.

Per il 2020 le estrazioni saranno mensili ed effettuate il secondo giovedì del mese. Per le 3 estrazioni mensili sono previsti 3 premi da 30mila euro ciascuno ogni mese. Ci sarà anche un’estrazione annuale con un premio d a 1 milione di euro.

A partire dal 2021 le possibilità di vincita aumentano, dato che verranno attivate anche estrazioni settimanali. In questo caso verranno estratti 7 premi del valore di 5mila euro ciascuno. In ogni caso, i premi della lotteria non saranno assoggettati ad alcuna tassazione.

Con un nuovo provvedimento (attualmente al vaglio del Garante della privacy) verranno definite le regole della nuova estrazione aggiuntiva definita “zero contanti” riservata a chi paga solo in formato elettronico (carte di credito e bancomat).

I premi saranno ancora più alti e ad essere premiato sarà anche l’esercente. Per l’estrazione annuale, infatti, il premio sarà di 5 milioni di euro per il cittadino e di 1 milione di euro per l’esercente; per quelle mensili ci saranno ogni mese 10 premi da 100mila euro per i cittadini e 10 premi da 20mila euro per gli esercenti; per le estrazioni settimanali (dal 2021) sono previsti, infine, 15 premi da 25mila euro per i cittadini e 15 premi da 5mila euro per gli esercenti.

> Consulta il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate e dell'Agenzia Dogane-Monopoli

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.