Fondo ricerca carbone e acciaio: call UE da 40 milioni per transizione verde

Fondo ricerca acciaio carboneApre oggi il bando 2020 del programma UE del Fondo di ricerca carbone e acciaio che stanzia 40 milioni di euro per il finanziamento di progetti incentrati sulla riduzione delle emissioni inquinanti e sulle energie rinnovabili, in linea con gli obiettivi del Green deal europeo.

Fondi UE ai Comuni per progetti di investimento nell’energia sostenibile

Il programma di ricerca del Fondo di ricerca carbone e acciaio sostiene la competitività dei due settori industriali, supportando azioni di ricerca e sviluppo tecnologico volte a perfezionare i processi di produzione dell’acciaio, al fine di aumentare la qualità dei prodotti e la produttività. La riduzione delle emissioni, del consumo di energia e dell’impatto ambientale, nonché un migliore uso delle materie prime e la conservazione delle risorse, costituiscono parte integrante degli obiettivi perseguiti.

Bando 2020: Green deal europeo al centro

Il bando 2020 intende contribuire al perseguimento degli obiettivi sulla transizione verde fissati dalla Commissione UE nel Green deal europeo, presentato a dicembre.

In particolare, le proposte progettuali presentate a valere sulla sezione carbone della call dovranno concentrarsi sullo sviluppo di tecnologie emergenti ed innovative sull'uso delle energie rinnovabili, allo scopo di ridurre la dipendenza dell'UE dai combustibili fossili a favore dell'economia circolare.

I progetti della sezione acciaio, invece, dovranno migliorare i sistemi di fabbricazione dell'acciaio in Europa, allo scopo di tagliare i consumi energetici e le emissioni di gas inquinanti.

Le proposte progettuali possono essere presentate in consorzio da imprese, enti pubblici, centri di ricerca e altri soggetti giuridici aventi sede nei paesi che aderiscono al programma di ricerca.

Il contributo UE varia in relazione alla tipologia di azione ammissibile - progetti di ricerca, progetti pilota e dimostrativi, misure di accompagnamento - ed è compreso tra il 50% e il 100% delle spese ammissibili.

Le domande devono essere presentate entro le ore 17.00 (ora locale di Bruxelles) del 15 settembre 2020.

Horizon 2020: 112 milioni per ricerca e innovazione sull'energia pulita

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.