Il Consiglio approva risorse aggiuntive per il Bilancio UE 2021

Commissario Hahn - Photocredit: European Union, 2020 - Photographer: Claudio CentonzeGli Stati membri sono pronti a incrementare il primo budget annuale del Quadro finanziario 2021-2027 con 121,5 milioni di euro per interventi urgenti collegati alla pandemia da Covid-19.

Cosa prevede l'accordo sul bilancio UE 2021-27

La modifica del bilancio, proposta dalla Commissione UE a fine marzo e ridimensionata dal Consiglio il 9 aprile, dovrebbe essere approvata dal Parlamento europeo entro la fine di questo mese.

Quanto vale il bilancio UE 2021

Per il bilancio UE 2021 la Commissione europea aveva proposto inizialmente la cifra di 166,7 miliardi, a titolo del Quadro finanziario pluriennale, da integrare con 211 miliardi di euro in sovvenzioni e circa 133 miliardi di euro in prestiti nell'ambito di Next Generation EU, il pacchetto per la ripresa dal Coronavirus che comprende anche il Recovery fund.

Il Parlamento europeo aveva chiesto invece impegni per 182 miliardi di euro, con un aumento di oltre 14 miliardi da destinare al rafforzamento dei 15 programmi chiave dell'Unione, da Horizon Europe a Europa Digitale. Una risoluzione approvata dagli eurodeputati prima dell'intesa con gli Stati membri sul bilancio UE 2021-27, che prevede circa 16 miliardi aggiuntivi rispetto alle conclusioni del Consiglio europeo di luglio, di cui un miliardo per la flessibilità di bilancio e 15 miliardi per dieci programmi chiave. E' a partire da questo compromesso che i negoziatori del Parlamento europeo e la presidenza tedesca del Consiglio hanno raggiunto alla fine un'intesa sul bilancio europeo 2021, che prevede 164,2 miliardi di euro in stanziamenti d'impegno e 166,1 miliardi di euro in stanziamenti di pagamento.

L'accordo politico si è tradotto in un secondo progetto di bilancio UE 2021 presentato dalla Commissione europea, approvato a dicembre dal Consiglio e dalla plenaria del PE.

Ad ottenere maggiori finanziamenti per il 2021 sono i programmi Europa digitale (+25,7 milioni), LIFE (+42 milioni) e la sezione Trasporti del Meccanismo per collegare l'Europa (Connecting Europe Facility – CEF), con 60,3 milioni in più rispetto alla posizione iniziale del Consiglio. Inoltre, il programma Diritti e valori riceve 6,6 milioni di euro aggiuntivi, mentre 7,3 milioni addizionali vanno alla Procura europea (EPPO), un organismo dell'Unione indipendente che mira a combattere i crimini contro il bilancio dell'Unione.

Altri rinforzi per il budget 2021 riflettono le integrazioni ai programmi chiave dell'UE già concordate nell'ambito dell'accordo tra Parlamento e Consiglio sul QFP 2021-2027. È il caso di Erasmus Plus (+175,1 milioni), Horizon Europe (+20 milioni), del programma EU4Health (+74,3 milioni) e degli impegni per gli aiuti umanitari (+25 milioni) e per il sostegno del vicinato meridionale dell'UE (+10,2 milioni).

Fondi aggiuntivi per l'emergenza Covid

Il 26 marzo la Commissione europea ha proposto una nuova modifica del bilancio UE 2021, prospettando finanziamenti aggiuntivi per 345,2 milioni di euro, di cui 245,2 milioni per coprire i costi di una serie di iniziative - nuove e già annunciate - legate al coronavirus e 100 milioni di euro per fronteggiare eventuali ulteriori esigenze sempre relative alla gestione della pandemia.

La modifica del bilancio UE è però soggetta all'accordo con il Parlamento europeo e con il Consiglio, che il 9 aprile ha dato il via libera all'aumento delle risorse per un importo di 121,5 milioni di euro. Questi fondi dovrebbero essere utilizzati per:

  • finanziare i lavori preparatori per l'avvio dei certificati verdi digitali, i pass che dovrebbero facilitare la libera circolazione all'interno dell'UE nel contesto della pandemia,
  • rafforzare la capacità degli Stati membri di rilevare nuove varianti del virus SARS-CoV-2,
  • potenziare la capacità di test dei Paesi UE,
  • migliorare la capacità di monitoraggio del virus e delle sue varianti nelle acque reflue,
  • sviluppare la piattaforma di scambio per i moduli di localizzazione dei passeggeri (Passenger Locator Forms - PLFs) per aumentare il numero di Stati membri partecipanti e aiutare le autorità sanitarie a tracciare i contatti di persone positive al Covid che hanno viaggiato in aereo, treno, nave o autobus a livello nazionale e attraverso i confini UE.

I fondi proverranno dalla Riserva per la solidarietà e per gli aiuti d'urgenza, che è progettata propria per aiutare gli Stati membri e i paesi terzi nelle situazioni di emergenza, e saranno convogliati attraverso lo Strumento di supporto alle emergenze e mediante il contributo dell'UE al Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC).

Il Parlamento europeo dovrebbe discutere la proposta di sostegno aggiuntivo nel corso di questa settimana, puntando all'approvazione in plenaria alla fine di aprile.

Per approfondire: i fondi europei a disposizione dell'Italia nel settennato 2021-27

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.