Fondo StudioSi: 93 milioni per finanziamenti a studenti universitari

StudioSìIl 1° settembre 2020 scattano i termini per accedere ai finanziamenti di StudioSì, il fondo da 93 milioni di euro rivolto agli studenti delle 8 regioni target del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 per iscriversi ai percorsi di istruzione terziaria in Italia o all’Estero.

Bando Time to Care: 1.200 giovani per supporto e assistenza anziani

Come funziona il fondo StudioSì

L’obiettivo di StudioSì - Fondo Specializzazione Intelligente è promuovere una più ampia partecipazione degli studenti ai percorsi di istruzione terziaria, lauree a ciclo unico, magistrali, master universitari e scuole di specializzazione riconosciute dal MUR, in Italia e all'estero, in ambiti coerenti con la Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente.

Le risorse disponibili ammontano a 93 milioni di euro a valere sul PON Ricerca e Innovazione 2014-2020.

Destinatari del fondo sono gli studenti residenti nelle 8 regioni target del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) che frequentano o frequenteranno nell'anno accademico 2020-2021, programmi universitari e master in Italia o in altri paesi. Fino al 25% delle risorse sarà destinato agli studenti di aree extra-target, anche stranieri, che stiano frequentando o risultino pre-iscritti/ammessi a percorsi di istruzione terziaria nelle università del Mezzogiorno.

Gli studenti potranno richiedere un finanziamento fino a 50mila euro e i percorsi di studio dovranno essere completati entro il 31 dicembre 2025. I finanziamenti sono a tasso zero e ai destinatari finali non è richiesta alcuna garanzia personale o da parte di terzi.

Il fondo StudioSì, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE), è gestito dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) che, attraverso due operatori finanziari, attua questo strumento che prevede l’erogazione di finanziamenti a tasso zero, senza garanzie personali o da parte di terzi, e ulteriori condizioni vantaggiose allo scopo di sostenere le spese di iscrizione e le ulteriori spese vive connesse allo studio. 

Gli operatori finanziari, selezionati dalla BEI, sono Intesa San Paolo e Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA. Le domande per accedere al fondo posso essere presentate dagli studenti direttamente ai due gruppi bancari attraverso i siti dedicati alla misura che saranno attivi a partire dal 1° settembre 2020.

Bruxelles rilancia Garanzia giovani, e chiede riforme nazionali per creare lavoro

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.