A Scuola di OpenCoesione: come partecipare al bando 2021

A scuola di OpenCoesione - Photo credit: Foto di StockSnap da Pixabay Al via il bando del Ministero dell'Istruzione per partecipare all’edizione 2020-2021 del progetto A Scuola di OpenCoesione (ASOC), l'iniziativa che ogni anno coinvolge gli studenti delle scuole secondarie superiori di ogni indirizzo in attività di monitoraggio civico sui territori a partire dai dati sui progetti finanziati con le risorse delle Politiche di Coesione.

Bilancio UE post 2020: la nuova Politica di Coesione in chiave anti Covid

Proseguito nonostante l'emergenza epidemiologica da Covid-19, il progetto A Scuola di Open Coesione (ASOC) torna anche nell'anno scolastico 2021-21, con un percorso più agile che permette a studenti e docenti di completare la didattica anche in modalità digitale e a distanza.

Al centro dell'iniziativa resta l'attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali della Politica di Coesione, con l'obiettivo di aiutare gli studenti a sviluppare competenze digitali, statistiche e di educazione civica e a diventare più consapevoli e attivi nella partecipazione alla vita pubblica del proprio territorio.

Il progetto si avvale di numerose collaborazioni istituzionali, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea al Senato della Repubblica, dall’Istat al Dipartimento per le Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e partnership regionali, oltre che del supporto di tante organizzazioni e associazioni. Tra queste, AzzeroCO2, che promuove campagne di sensibilizzazione in tema ambientale e che supporterà le scuole partecipanti al progetto A Scuola di OpenCoesione nella valutazione delle emissioni di CO2 generate.

Inoltre, a partire dall’anno scolastico 2019-2020 l'iniziativa è al centro di una sperimentazione internazionale grazie al sostegno della Direzione generale della Politica regionale e urbana (DG REGIO) della Commissione UE. Cinque Paesi dell’Unione europea stanno già replicando l'iniziativa - Bulgaria, Croazia, Grecia, Portogallo e Spagna - attraverso le call con cui Bruxelles offre formazione e tutoraggio per impostare le attività da replicare e durante tutto il primo anno scolastico di sperimentazione di ASOC, oltre alla traduzione dei moduli di apprendimento (MOOC) utilizzati nell’ambito del progetto italiano.

> Per approfondire: A Scuola di OpenCoesione – call UE per replicare progetto italiano

Come partecipare al bando ASOC 2021

La partecipazione al progetto è aperta alle scuole secondarie di secondo grado di ogni indirizzo di tutto il territorio nazionale, che dispongono di una dotazione tecnologica minima che consenta di utilizzare una connessione Internet in laboratorio o in classe, con possibilità di fruire, in modalità frontale, di materiali didattici tramite LIM o schermi interattivi, abilitare una videoconferenza, permettere agli studenti di lavorare on line in gruppo con accesso ai principali social network e ambienti collaborativi cloud.

I premi per le scuole che realizzeranno i migliori lavori sono:

  • un viaggio di istruzione di due giorni a Bruxelles presso le istituzioni europee, finanziato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea;
  • un viaggio di istruzione collegato alla partecipazione all’evento finale di premiazione per le classi, o rappresentanze delle stesse, destinatarie di specifici riconoscimenti e menzioni speciali, con il supporto del Ministero dell’Istruzione e del Dipartimento per le Politiche di Coesione;
  • una visita guidata nella sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma, con possibilità di assistere a una seduta dell'Assemblea e partecipare a un approfondimento sull'utilizzo dello strumento regolamentare dell’indagine conoscitiva, grazie a uno specifico accordo con gli Uffici di Palazzo Madama.

Nell’ambito della sperimentazione internazionale avviata dalla DG REGIO potranno rendersi disponibili ulteriori visite presso le istituzioni europee a Bruxelles, mentre altri premi potranno essere offerti dalle Regioni partner.

Per le reti territoriali (centri EDIC/CDE e associazioni/organizzazioni “Amici di ASOC”) che si distingueranno nel supporto alle scuole partecipanti al progetto vengono messe a disposizione premialità specifiche, che potranno riguardare la partecipazione a viaggi d’istruzione, eventi o corsi di formazione legati alle tematiche di ASOC o la fornitura di libri, abbonamenti a riviste o dotazioni tecnologiche.

Per i docenti referenti e per un docente di supporto di ciascuna classe iscritta è prevista la partecipazione a percorsi formativi per un totale di n. 25 ore di formazione riconosciuta ai sensi dell’art. 1, comma 7, della Direttiva MIUR n. 170 del 2016.

Le candidature dovranno pervenire entro le ore 18.00 del 5 ottobre 2020.

> Per approfondire: Politica di Coesione 2021-27: come funziona la nuova programmazione dei fondi UE

Photo credit: Foto di StockSnap da Pixabay 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.