Sisma Centro Italia: via libera ai mutui a tasso zero per le imprese agricole

Agricoltura - Photo credit: Foto di feraugustodesign da Pixabay Le imprese agricole operanti nelle aree colpite dagli eventi sismici in Centro Italia potranno accedere a mutui a tasso zero a sostegno degli investimenti. Cosa prevede il decreto approvato in Conferenza Stato-Regioni.

Sisma Centro Italia - il decreto Agosto proroga l'esonero contributivo

La misura, prevista dal decreto legge n. 123-2019, dispone di 4 milioni di euro per la concessione di mutui agevolati a favore delle imprese agricole e boschive situate nei territori colpiti dal sisma in Centro Italia a partire dal 2016. PMI danneggiate “dagli eventi sismici e ora, come nel resto del Paese, ulteriormente messe alla prova dalle conseguenze economiche e sociali derivanti dalla pandemia Covid-19", ha commentato la ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, dopo l'ok della Conferenza Stato-Regioni al provvedimento.

Mutui agevolati per le imprese agricole danneggiate dal sisma

L'agevolazione consiste in mutui a tasso zero per la realizzazione di progetti di sviluppo aziendale della durata massima di 36 mesi e di importo compreso tra un minimo di 300mila e un massimo di 500mila euro, IVA esclusa.

Gli investimenti potranno riguardare:

  • il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale dell'azienda agricola mediante una riduzione dei costi di produzione o il miglioramento e la riconversione della produzione e delle attività agricole connesse;
  • il miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere degli animali;
  • la realizzazione e il miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo, all'adeguamento ed alla modernizzazione dell'agricoltura.

I finanziamenti potranno coprire fino al 75% delle spese ammissibili oppure limitarsi al 60% ed essere abbinati ad un contributo a fondo perduto fino del 35% dei costi ammessi. La durata dei mutui è di 10 anni, che salgono a 15 anni per iniziative nel settore della produzione agricola primaria.

Per approfondire: cosa prevede il decreto Cura Italia per agricoltura e pesca

Come richiedere i finanziamenti ISMEA per le imprese agricole terremotate

I mutui possono essere richiesti dalle micro, piccole e medie imprese attive nella produzione agricola primaria, nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, nel settore forestale e nelle attività connesse all'agricoltura, in qualsiasi forma costituite, situate nelle aree colpite dal sisma delle Regioni Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria.

Le domande di ammissione alle agevolazioni devono essere presentate ad ISMEA, che è responsabile dell'istruttoria delle istanze, della concessione ed erogazione dei finanziamenti e delle attività di monitoraggio e controllo. Oltre a indicare il nome e le dimensioni dell'impresa, le domande devono riportare la descrizione e l'ubicazione del progetto, l'elenco delle spese ammissibili e l'importo del finanziamento necessario per la sua realizzazione.

Le modalità di trasmissione delle domande saranno indicate nelle istruzioni che saranno pubblicate sul sito istituzionale di ISMEA.

Coronavirus: ISMEA, 30 milioni per le imprese agricole e della pesca

Photo credit: Foto di feraugustodesign da Pixabay 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.