Umbria: 10 milioni di euro per la 598 Ricerca e il bando PIA

La Regione Umbria ha stanziato 4 milioni di euro a valere sulla legge 598/94 per agevolare i progetti di sviluppo precompetitivo, comprensivi di eventuali attività di ricerca industriale per un costo non superiore al 40% del totale che saranno realizzati delle Pmi regionali, comprese le neocostituite.

Il costo del progetto dovrà essere compreso tra 100 mila  e un milione di euro. Il limite massimo viene alzato fino a un milione e 250 mila euro per le imprese del Distretto Tecnologico dell’Umbria e per i progetti relativi a reti di imprese. Per il Distretto è inoltre prevista una riserva di fondi pari a 2 milioni di euro.
L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 35% dei costi ammessi per lo sviluppo precompetitivo e al 60% per la ricerca industriale. In caso di approvazione delle aree “87.3.c” e “87.3.c phasing out” sarà concessa una maggiorazione del 5% alle imprese operanti nei corrispondenti territori. Le domande dovranno essere consegnate a mano presso gli uffici della Regione Umbria nei giorni 1, 2 e 3 ottobre 2007, dalle 9 alle 12.
Ulteriori 6 milioni sono stati stanziati per finanziare il Bando PIA attraverso il quale la Regione Umbria concede contributi a fondo perduto alle piccole e medie imprese per progetti che presentino programmi di Investimenti innovativi integrati con l'acquisizione di servizi e/o con la realizzazione di programmi, finanziabili ai sensi della legge 598/94, di Ricerca industriale & Sviluppo precompetitivo.

I termini per la presentazione delle domande sono già aperti e scadranno il 15 Ottobre 2007. Le domande devono essere inviate esclusivamente tramite raccomandata con ricevuta A.R. indirizzata alla Regione Umbria.

(Fonte: MCC Spa

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.