Osservatorio SMAU: in crescita il mercato digitale consumer

Smartphone - foto di Johan LarssonTra il 2012 e il 2013 i mercati digitali consumer, cioè quelli basati su piattaforme web rivolti al consumatore finale, in Italia sono cresciuti del 10%, superando quota 17,1 miliardi di euro.

Acquisti online

A fornire il quadro sull'evoluzione del settore è l'indagine 'Mercati Digitali Consumer e Nuova Internet' realizzata dall'Osservatorio SMAU - School of Management Politecnico di Milano.

Il valore dell'e-commerce B2C, cioè degli acquisti online da parte dei consumatori italiani, nel 2013 ammonta 9,9 miliardi di euro, in crescita del 14% rispetto al 2012 e pari al 3% delle vendite di beni e servizi. Un trend che interessa quasi tutte le categorie merceologiche, a cominciare dai servizi che coprono i due terzi del mercato. Incide significativamente il settore del turismo, in particolare per gli acquisti online di biglietti di trasporto aereo e ferroviario.

Il 30% del valore dei mercati digitali è poi riconducibile agli acquisti di contenuti e servizi digitali a pagamento, cresciuti del 6% rispetto al 2012. La crescita interessa soprattutto il mercato degli eBook e delle applicazioni, e in particolare dei giochi, per smartphone e tablet. Una tendenza alimentata dalla rapida diffusione dei dispositivi mobili: “Le stime per il 2013 sul mercato italiano parlano di circa 37 milioni di smartphone in circolazione, 4,6 milioni di smart tv e 7,5 milioni di tablet che cresceranno rispettivamente a oltre 50 milioni, 12 milioni e 15 milioni nel corso del 2015”, spiega infatti il coordinatore degli Osservatori della School of Management del Politecnico di Milano Andrea Rangone.

Start-up digitali

La ricerca si è poi concentrata sulle start-up digitali, analizzando un campione di 3mila nuove imprese attive nel settore, di cui un terzo impegnate nel mercato mobile. Il 55% delle start-up analizzate rientra nel mondo consumer, anche se si registra una crescita dell'interesse da parte degli investitori verso quelle operanti nel commercio interaziendale (B2B) e verso il mercato del Cloud & ICT as a Service.

Sono 120 le start-up digitali che nel corso del 2012 hanno ottenuto finanziamenti, per un valore complessivo di circa 80 milioni di euro, da parte di investitori istituzionali, business angels, incubatori e acceleratori.

In collaborazione con TechEconomy

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.