MobiliseSME - verso mobilita' transfrontaliera per lavoratori Ue

Si chiama MobiliseSME il progetto Ue che mira ad allargare gli strumenti per la mobilità transfrontaliera ai lavoratori delle micro, piccole e medie imprese

mobilità

> Fondi Ue – ACTA, garantire accesso a professionisti e freelance

> EIT - Pioneer into Practice cerca esperti su cambiamento climatico

MobiliseSME, mobilità anche per i lavoratori delle MPMI

Il progetto 'Mobilities for professionals and qualified employees of MSMEs - MobiliseSME', cofinanziato dalla sezione PROGRESS del Programma europeo per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI) per il periodo 2016-2017, intende analizzare le opportunità di mobilità transfrontaliera rivolte ai dipendenti delle micro, piccole e medie imprese europee per valutarne i vantaggi.

L’obiettivo è arrivare a lanciare uno schema di mobilità per coloro che lavorano nelle MPMI, sul modello di quanto previsto dal Programma Erasmus+ per gli studenti universitari. Lo schema consentirebbe di arricchire in termini pratici l'esperienza professionale e le conoscenze dei lavoratori, migliorando la competitività e la cooperazione tra le aziende nell’Unione.

Fasi del progetto

MobiliseSME si articola in quattro fasi:

  • fase 1: questionario online rivolto ai lavoratori e agli imprenditori di almeno 100mila MPMI per valutare l’interesse allo schema di mobilità;
  • fase 2: i partner del progetto realizzeranno ricerche sugli schemi di mobilità presenti in 20 Paesi, tra cui l'Italia. Le ricerche analizzeranno sia le procedure per il distaccamento dei lavoratori all'estro che gli strumenti di business-to-business, con l'intento di individuare buone pratiche;
  • fase 3: saranno organizzati 2 focus group a livello nazionale coinvolgendo 13 Paesi, Italia compresa, uno dedicato ai lavoratori e l'altro rivolto agli imprenditori delle MPMI. L’obiettivo è analizzare più a fondo i risultati del questionario online (fase 1) e delle ricerche condotte a livello nazionale (fase 2);
  • fase 4: sarà realizzato uno schema pilota di mobilità utilizzando un database on-line per promuovere l'incontro tra domanda ed offerta di posizioni di lavoro in Europa. In questa fase iniziale il periodo di mobilità avrà una durata di 1-2 mesi.

Il progetto si svolgerà da aprile/maggio 2016 fino a marzo 2017. Per l’Italia la Confederazione Italiana della Piccola e Media Industria (CONFAPI) aderisce all’iniziativa in qualità di partner.

> Piano riforma professioni – Italia aggiorna database nazionale

Photo credit: kohlmann.sascha via Foter.com / CC BY-SA

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.