EIR - strumento Ue per migliorare applicazione norme ambientali

Circa 50 miliardi l'anno. È quanto potrebbe far risparmiare la piena attuazione della legislazione ambientale Ue.

Environmental Implementation Review

Economia circolare – Innovation Deals, al via progetto pilota Ue

Parlamento Ue – ridurre burocrazia su efficienza energetica e rinnovabili

Environmental Implementation Review (EIR) è il nuovo strumento lanciato dalla Commissione europea per sostenere la realizzazione degli obiettivi previsti dalle normative e dalle politiche ambientali Ue.

Un’attuazione tardiva o inadeguata delle normative ambientali può nuocere all’ambiente e alla salute umana, generare incertezza normativa per le imprese e compromettere la parità di trattamento nel mercato unico. Del resto, i costi a lungo termine delle misure correttive, ad esempio per la bonifica di discariche abusive o per il ripristino di habitat danneggiati, possono risultare nettamente superiori a quelli delle misure di prevenzione.

In base a uno studio condotto nel 2011 dalla DG Ambiente della Commissione, e i cui risultati sono citati nella nota di accompagnamento al lancio della Environmental Implementation Review (EIR), i costi della mancata attuazione della normativa ambientale vigente a livello Ue sono stimati complessivamente a circa 50 miliardi di euro l’anno, cifra che include non solo le conseguenze sull’ambiente ma anche quelle sulla salute umana.

Ad esempio, tra il 20% e il 50% della popolazione europea vive in zone in cui la qualità dell’aria non rispetta i valori limite fissati dalla normativa europea e i costi annui in termini di spesa sanitaria o di giorni di lavoro perduti sono pari a miliardi di euro.

Per quanto riguarda i benefici, nella strategia Europa 2020 viene fatto osservare che le nuove fonti di crescita dipendano strettamente dagli investimenti in conoscenza e innovazione. Il fatturato annuo delle imprese Ue operanti nel settore ambientale è stimato in oltre 300 miliardi di euro, per cui l’incertezza sulle possibilità, sulle modalità e sul calendario dell’attuazione può comportare costi significativi in termini di opportunità mancate

Economia circolare - fondi SIE per il nuovo pacchetto Ue

La Environmental Implementation Review (EIR) intende fornire una prima panoramica completa sullo stato di avanzamento delle politiche e delle leggi ambientali: come sono state attuate negli Stati membri, quali problematiche e fattori d'eccellenza emergono, come possono essere implementate.

Una “mappa” che verrà sviluppata in 28 report specifici, uno per ogni paese Ue, che dovrebbe aiutare questi ultimi ad individuare ed anticipare i problemi prima che diventino urgenti o irreversibili, identificando soluzioni e priorità.

Inoltre, la Environmental Implementation Review sarà d'aiuto alla Commissione europea, che sarà così in grado di capire le questioni che si presentano alle autorità nazionali nell'applicare le normative Ue.

I primi rapporti dovrebbero essere pubblicati alla fine del 2016, quindi verranno riproposti con cadenza biennale.

“Se la legislazione Ue in materia ambientale fosse completamente attuata, i benefici per la società potrebbero raggiungere i 2,8 miliardi di euro l'anno. Se si seguissero le regole per migliorare la qualità dell'aria potremmo ridurre le malattie respiratorie”, nota il commissario Ue per l'Ambiente, la pesca e gli affari marittimi Karmenu Vella. “Abbiamo bisogno di intensificare il nostro lavoro con gli Stati membri per colmare le lacune esistenti”

> Environmental Implementation Review

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.