Lobby – MISE lancia registro trasparenza

Maggiori informazioni sui processi decisionali e sui portatori d'interesse interlocutori del Ministero dello Sviluppo economico.

Registro trasparenza - Photo credit: Auntie P via Foter.com / CC BY-NC-SA

Lobby: voglia di trasparenza

> Appalti - progetto pilota Ue per migliorare trasparenza

Il MISE lancia il registro per la trasparenza, uno strumento di partecipazione attiva e controllo, che intende fornire ai cittadini ulteriori contributi informativi su chi sono gli interlocutori del Ministero e in che modo interagiscono con lo stesso.

Per intenderci, il registro vuole rispondere a una serie di domande ricorrenti, ad esempio: quali interessi vengono perseguiti? Da parte di chi? Con quali dotazioni di bilancio?

Un registro per la trasparenza esiste già a livello europeo: nell'aprile 2014, un accordo interistituzionale tra il Parlamento e la Commissione Ue ha fissato le norme e i principi su cui si basa questo strumento.

In linea con i principi individuati per quello europeo, il registro lanciato dal Ministero dello Sviluppo economico intende garantire:

  • che le decisioni siano prese nel modo più partecipativo possibile, considerato che il MISE e le sue articolazioni interagiscono con un’ampia gamma di gruppi e organizzazioni che rappresentano interessi specifici;
  • che le interazioni tra il MISE ed i suoi interlocutori siano trasparenti, attraverso la pubblicazione e l’aggiornamento del profilo di questi soggetti (attività, dati finanziari, etc.);
  • che chiunque possa monitorare e vigilare sulla correttezza del processo decisionale;
  • che sia favorito il controllo diffuso da parte di cittadini e utenti sull’operato dell’amministrazione.

> Bers: in vigore norme per trasparenza progetti sviluppo

Il registro consiste in un insieme di strumenti e procedure:

  • un sito web pubblico che fornisce tutte le informazioni e le modalità per registrarsi e per consultarne il contenuto;
  • la possibilità di effettuare segnalazioni e contestazioni;
  • un helpdesk per la richiesta di informazioni e la risoluzione di problemi tecnici;
  • un codice di condotta dedicato agli iscritti al Registro;
  • un codice di comportamento dei dipendenti del MISE.

A partire dal 6 settembre, quindi, per i soggetti portatori di interessi come i consulenti, gli studi legali, le imprese e le associazioni di categoria, le organizzazioni non governative e altri è prevista la registrazione sul sito internet “Registro Trasparenza”. Sono invitati a registrarsi i soggetti, le persone fisiche o giuridiche, che rappresentano professionalmente presso il MISE interessi leciti, anche di natura non economica.

            

             

                   

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.