Digital tax: IBM invita gli USA a riprendere i negoziati OCSE

digital taxLa sospensione dei negoziati in sede OCSE sull'accordo internazionale per la digital tax rischia di innescare una guerra fiscale a danno dell'economia americana. E' questo lo scenario paventato da IBM che in questi giorni ha invitato il Governo statunitense a riprendere le trattative sulla web tax.

> Digital tax, dagli USA la minaccia di dazi per l'Italia

IBM, è vitale riprendere i negoziati OCSE

L'azienda - come riporta CorCom - ha chiesto al presidente Donald Trump di non reagire con misure avverse all'iniziativa europea di definire un sistema comune per la tassazione dell'economia digitale. Il rischio è che si inneschi una reazione a catena che porterebbe all'innalzamento della pressione fiscale, con forti ripercussioni per l'economia statunitense.

Di conseguenza IBM ha invitato il Governo americano a riprendere i negoziati - sospesi a giugno - in sede OCSE per trovare un accordo.

Intanto l'UE fa sapere che, se non si troverà un'intesa globale entro la fine dell'anno, andrà avanti con una nuova proposta solo europea.

USA, trattative OCSE sospese a giugno

Dopo la minaccia di dazi all'Italia per la digital tax prevista dalla Manovra 2020, gli Stati Uniti a fine giugno hanno deciso di sospendere i colloqui OCSE per la definizione di un sistema normativo condiviso sulla tassazione digitale.

> Digital tax: cosa prevede la Manovra 2020 per i giganti del web

Il portavoce del Tesoro, Monica Crowley, ha spiegato che questa decisione è stata dettata dall’emergenza sanitaria che gli USA stanno vivendo a causa del Coronavirus. “I governi di tutto il mondo si concentrano sulla risposta alla pandemia di Covid-19 e sulla riapertura sicura delle loro economie”, ha dichiarato la Crowley.

“Accelerare le negoziazioni ci distrarrebbe dall’affrontare questioni ben più importanti, come la ripresa economica”, ha scritto il segretario di Stato, Steve Mnuchin, in una lettera inviata ai ministri dell’Economia di Italia, Francia, Spagna e Regno Unito.

OCSE: la digital tax globale vale 100 miliardi di dollari l’anno

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.