Programma Nazionale Ricerca 2021-2027: aperta la consultazione pubblica

Programma nazionale ricercaC'è tempo fino all'11 settembre per partecipare alla consultazione pubblica per la definizione del Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027 (PNR). 

Digital Innovation Hub: bando nazionale per l’istituzione della rete UE

Come sarà il PNR 2021-2027

In vista della nuova programmazione settennale, il Ministero dell’Università e della Ricerca ha avviato i lavori per la definizione del Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027 (PNR), previsto dal D.Lgs. 204/1998.

Il PNR è il documento che orienta le politiche della ricerca in Italia, individua priorità, obiettivi e azioni volte a sostenere la coerenza, l’efficienza e l’efficacia del sistema nazionale della ricerca. Con il PNR 2021-2027, il Ministero dell’Università e della Ricerca punta a migliorare ulteriormente i già più che soddisfacenti standard raggiunti negli ultimi anni.

L’obiettivo è mettere in moto una programmazione strategica, partecipata e dinamica, che consenta al sistema nazionale della ricerca di recepire anche le istanze emergenziali e rispondere efficacemente alle necessità urgenti della società. Quanto il mondo intero ha vissuto nei mesi scorsi a causa del Covid-19, e purtroppo sta ancora vivendo, mostra come solo un forte sistema di ricerca, realizzato attraverso strumenti condivisi, possa aiutare il paese a reagire a questo tipo di eventi in maniera tempestiva ed efficace con risposte basate sull’evidenza scientifica, cosa che richiede un’assunzione di responsabilità nelle attività di ricerca e innovazione.

Interpretato come momento alto di raccolta delle migliori energie del Paese, il PNR 2021-2027 chiama a disegnare assieme le strategie con le quali l’Italia intende contribuire ad affrontare le grandi sfide globali come pure le sfide pressanti per i nostri territori, quali, ad esempio, il cambiamento climatico e la riduzione dei rischi di disastri naturali. Le politiche della ricerca possono accompagnare una transizione equa, basata sulla sostenibilità ambientale, economica, culturale e sociale, affinché la popolazione, in funzione delle esigenze dei diversi segmenti, possa beneficiare del potenziale trasformativo offerto dalle nuove tecnologie emergenti, riducendo le disuguaglianze e favorendo l’inclusione.

Per questa ragione, il PNR 2021-2027 intende promuovere cambiamenti positivi facendo leva sulla ricerca di base e applicata e su politiche che fanno uso della direzionalità dell’innovazione tecnologica e sociale, del coinvolgimento dei cittadini e di azioni dedicate di trasferimento di conoscenze e tecnologie a favore delle imprese e dei servizi della pubblica amministrazione.

La struttura del Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027 è, in via preliminare, così articolata:

  • La ricerca e l’innovazione in Italia, con una presentazione del contesto
  • Le novità del PNR 2021-2027, tra le quali il coordinamento tra le amministrazioni nazionali e regionali, la consultazione della comunità nazionale, i nuovi approcci della ricerca, quali il raccordo con lo Spazio Europeo della Ricerca e dell'Alta Formazione, le iniziative mission-oriented, ecc
  • Le priorità di sistema, individuate allo scopo di consolidare i punti di forza e superare i punti di debolezza del nostro sistema della ricerca
  • I Grandi Ambiti di Ricerca e Innovazione e i relativi Ambiti Tematici
  • I Piani nazionali, che rappresentano un insieme coerente di azioni dedicate
  • Le Missioni, politiche coordinate, guidate da azioni di ricerca e innovazione e mirate al raggiungimento di un obiettivo di rilevanza sociale ambizioso, che sia realistico, misurabile e raggiungibile
  • Gli strumenti di finanziamento (in fase di definizione)
  • Il sistema di governance e monitoraggio

Consultazione pubblica

Per la programmazione 2021-2027, il Ministero dell’Università e della Ricerca ha avviato, per la prima volta, un coinvolgimento delle diverse amministrazioni, centrali e regionali, che concorrono, ciascuna con le proprie competenze, al sistema nazionale della ricerca e dell’innovazione. Si tratta di uno sforzo condotto in maniera coesa e condivisa, volto a ridurre la frammentazione ed eliminare le duplicazioni.

Contemporaneamente, nei mesi scorsi, esperti provenienti dal mondo dell’accademia e della ricerca sono stati chiamati a declinare, tenendo conto anche delle specificità del sistema nazionale e delle sue articolazioni territoriali, i sei Grandi Ambiti di Ricerca e Innovazione, che rispecchiano le aggregazioni del programma quadro europeo Horizon Europe.

> Horizon Europe: le 5 mission per la ricerca UE post 2020

La consultazione pubblica è parte integrante di questo processo. A partire dai due documenti finora redatti, il Ministero dell’Università e della Ricerca propone alle varie categorie di portatori di interessi – il mondo accademico e quello della ricerca pubblica e privata, le autorità nazionali, regionali e locali, le imprese, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali, le fondazioni, le organizzazioni della società civile e senza finalità di lucro, la società civile e tutti i cittadini – di formulare osservazioni e proposte.

Per partecipare alla consultazione è necessario rispondere ad un questionario online entro l'11 settembre 2020.

Al termine del periodo di consultazione, il Ministero dell’Università e della Ricerca completerà la redazione del documento definitivo del PNR 2021-2027.

> Partecipa alla consultazione

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.