Toscana: Programma attuativo del Fondo Aree Sottoutilizzate 2007 - 2013

Regione Toscana - immagine di Alejandro MeryIl Programma attuativo regionale rappresenta lo strumento con il quale la Regione coordina l’insieme degli interventi rivolti al riequilibrio economico e sociale fra le aree del Paese, in attuazione dell’art. 119 comma 5 della Carta Costituzionale. Le risorse FAS disponibili ammontano ad oltre 750 milioni di euro e la loro destinazione deriva da quanto previsto dai Programmi Strategici del PRS e dai 9 Programmi Integrati Regionali (PIR) in essi riconosciuti come prioritari.

I 9 PIR e le relative linee di azione sono:

PIR 1.1  - Lo spazio regionale della ricerca e dell’innovazione, che si articola nei due seguenti sottoprogetti:

  • Sottoprogetto 1.1.a: favorire la crescita, la competitività e l’internazionalizzazione del sistema pubblico della ricerca in Toscana; coordinare e promuovere l’attività di ricerca svolta dalla Regione in stretta collaborazione con le istituzioni universitarie e con i centri di eccellenza;
  • Sottoprogetto 1.1.b: promozione della ricerca industriale, del trasferimento tecnologico, dello sviluppo precompetitivo; valorizzazione della ricerca e dell’innovazione.
PIR 1.3 - Distretto integrato regionale: il sistema delle politiche industriali regionali, che si articola nelle seguenti linee di azione:
  • Linea di azione 1: infrastrutture per i settori produttivi;
  • Linea di azione 2: sostegno ai programmi di sviluppo delle PMI industriali, artigiane e cooperative, ivi compresa l’imprenditoria femminile.

PIR 1.4 - Innovazione e sostenibilità offerta turistica e commerciale, che si articola nelle seguenti linee di azione:

  • Linea di azione 1: migliorare la qualità urbana e territoriale e il livello di accoglienza dell’offerta turistica e commerciale e i servizi per turisti e consumatori;
  • Linea di azione 2: sostenere le imprese nei processi di sviluppo aziendale, di qualificazione, di integrazione di filiera e aggregazione territoriale migliorando il livello di accoglienza e i servizi per turisti e consumatori.

PIR 1.7  - Accessibilità territoriale, mobilità integrata, che si articola nella seguente linea di azione:

Linea d’azione 1: interventi sulla viabilità regionale.

PIR 1.8  - Sviluppo della piattaforma logistica toscana, che si articola nelle seguenti linee di azione:

  • Linea di azione 1: servizi su vie navigabili interne regionali;
  • Linea di azione 2: interventi sulla viabilità regionale;
  • Linea di azione 3: sistema integrato aeroportuale, portualità regionale e navigazione interna.

PIR 2.1  - Qualità della formazione: a partire dall’infanzia lungo l’arco della vita, che si articola nelle seguenti linee di azione:

  • Linea d’azione 1: sviluppo dei servizi all’infanzia;
  • Linea d’azione 2: potenziamento dei servizi per l’educazione non formale dell’infanzia, degli adolescenti dei giovani.

PIR 2.8  - Organizzazione, produzione e fruizione della cultura, che si articola nelle seguenti linee di azione:

  • Linea di azione 1: interventi di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale;
  • Linea di azione 2: interventi di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale da attuarsi mediante cooperazione istituzionale;
  • Linea di azione 3: realizzazione Nuovo Parco della Musica e della cultura di Firenze.

PIR 3.4  - Governo unitario ed integrato delle risorse idriche e per il diritto all’acqua, che si articola nelle seguenti linee di azione:

  • Linea d’azione 1: Difesa del suolo dal rischio idrogeologico;
  • Linea d’azione 2: Tutela integrata delle risorse idriche.

PIR 4.2  - La società dell’informazione per lo sviluppo, i diritti, l’e-government, che si articola nelle seguenti linee di azione:

  • Linea di azione 1: estensione infrastruttura larga banda sul territorio regionale a copertura delle aree marginali e disagiate;
  • Linea di azione 2: infrastrutturazione e servizi VoiP e Multivideonferenza;
  • Linea di azione 3: infrastrutturazione e servizi Sviluppo dei sistemi di interconnessione nell’offerta formativa;
  • Linea di azione 4: supporto al sistema regionale della giurisdizione penale, civile e amministrativa anche in relazione all’abbattimento dei costi relativi al contenzioso civile e penale nello sviluppo di impresa.

Al fine di garantire l’efficace e corretta attuazione del PAR sono individuati:

  1. un Organismo Responsabile della Programmazione e dell’Attuazione;
  2. un Organismo Responsabile della Certificazione;
  3. un sistema di gestione e controllo coerente con quanto previsto dai Regolamenti Comunitari per i fondi Strutturali.

Piano finanziario

PIR 1.1 Lo spazio regionale della ricerca e dell’innovazione: euro 88.366.095;

PIR 1.3 Distretto integrato regionale: il sistema delle politiche industriali: euro 141.830.506;

PIR 1.4 Innovazione e sostenibilità offerta turistica e commerciale: euro 45.343.213;

PIR 1.7 Accessibilità territoriale, mobilità integrata: euro 106.599.903;

PIR 1.8 Sviluppo della piattaforma logistica costiera: euro 97.782.644;

PIR 2.1 Qualità della formazione: a partire dall’infanzia lungo l’arco della vita: euro 45.633.158;

PIR 2.8 Organizzazione, produzione e fruizione della cultura: euro 113.212.906;

PIR 3.4 Governo unitario e integrato delle risorse idriche e per il diritto all’acqua: euro 72.123.659;

PIR 4.2 La società dell’informazione per lo sviluppo, i diritti, l’e-government: euro 21.269.756;

Assistenza tecnica: euro 18.355.263;

Accantonamento: euro 6.790.897;

Totale: euro 757.308.000.

Programma Attuativo Regionale Fondo FAS

Documento di dettaglio del PAR FAS 2007 - 2013

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.