Basilicata: aiuti alle attività educative e culturali nel Piano triennale 2011-2013

LibraryIl Piano delle attività educative e culturali della Basilicata, relativo agli anni 2011, 2012 e 2013, costituisce la base di riferimento per gli interventi e le azioni regionali nel campo educativo e della cultura, individuando per il triennio settori di intervento e tipologie di attività da realizzare. Nello specifico, con il piano relativo al 2011, attraverso una dotazione finanziaria pari a 900 mila euro, si intendono finanziare le azioni volte a realizzare interventi nel settore della promozione educativa e culturale, nonchè interventi nel settore dello spettacolo.

Il Piano triennale 2011-2013 promuove interventi di:

  • ricognizione e monitoraggio permanente dei beni e delle attività culturali sul territorio;
  • valorizzazione delle iniziative e delle manifestazioni connesse con il patrimonio demoetnoantropologico, volto a sviluppare il turismo culturale soprattutto nelle aree interne;
  • valorizzazione e promozione della realtà associativa giovanile;
  • potenziamento delle attività culturali sul territorio per favorire la fruizione culturale dei cittadini lucani attraverso il finanziamento di progetti di particolare rilevanza;
  • consolidamento, estensione e qualificazione di interventi rivolti ai settori dello spettacolo dell’animazione culturale, realizzati soprattutto attraverso il sostegno agli Enti Locali, a Gruppi Giovanili, alle Pro Loco etc.;
  • potenziamento e miglioramento della qualità dei servizi del patrimonio culturale del territorio, attraverso la promozione della conoscenza utilizzando anche i mezzi e le tecnologie multimediali,

nonchè, con riferimento alla legge regionale n. 22/88, interventi in favore:

  • delle attività culturali programmate dalle diverse realtà associative e dagli Enti locali della Basilicata;
  • dell'informazione regionale;
  • di quelle istituzioni culturali operanti in Basilicata in grado di sviluppare iniziative progettuali di interesse nazionale;
  • della mobilità giovanile;
  • delle attività culturali rivolte a diffondere espressioni della cultura e dell'arte, correlate con il patrimonio culturale del territorio e con il patrimonio di cultura immateriale delle comunità locali.

Prevista anche la costruzione di un sistema lucano dello spettacolo, strutturato per reti e servizi, orientato alla fruizione e alla produzione di conoscenze, saperi e linguaggi, nonchè di un "Sistema Informativo dello Spettacolo", necessario per analizzare l’offerta e la domanda, monitorando le attività al fine di supportare in maniera efficace la programmazione regionale.

In particolare, la politica culturale 2011 della Regione Basilicata prevede:

  • nel settore della promozione educativa e culturale (previsione di spesa 405 mila euro), l'erogazione di contributi:

    - per la realizzazione di manifestazioni volte alla diffusione della cultura nei suoi molteplici aspetti in favore di organismi culturali, enti locali, periodici locali, al fine di promuovere l’informazione locale, soggetti individuati dal Consiglio Regionale (ai sensi dell'art. 16 della legge 22/88) che realizzino iniziative e manifestazioni di interesse nazionale;

    - per la mobilità giovanile, al fine di promuovere l'apprendimento e il dialogo interculturale, realizzare nuove esperienze, atteggiamenti e comportamenti volti anche alla prevenzione di forme di
    intolleranza nei confronti delle diversità di carattere etnico e culturale;

    - per la attività di cooperazione transnazionale e interregionale, finalizzate alla promozione in Basilicata di progetti ed iniziative educative e culturali nonché al sostegno e al cofinanziamento di progetti condivisi fra diversi soggetti.

    - interventi a valenza regionale (promozione educativa e culturale, promozione di studi, ricerche, indagini ed altro, beni culturali non statali, spettacolo, sistemi e linguaggi culturali);

  • nel settore dello spettacolo (previsione di spesa 495 mila euro), di:

    1. consolidare e qualificare il sistema delle attività teatrali attraverso il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
    - potenziare l’offerta teatrale di alto livello qualitativo, tutelando al contempo le diverse tradizioni teatrali, favorendo i processi innovativi di ricerca, di sperimentazione di nuove tecniche, stili e linguaggi;
    - valorizzare le strutture teatrali favorendo i progetti che prevedono una organizzazione sistemica e lo sviluppo di reti teatrali;
    - puntare alla realizzazione di un sistema teatrale regionale per area e bacini di utenza al fine di coordinare la programmazione e i servizi, dei diversi soggetti che operano sul territorio regionale; a tal fine la Regione Basilicata riconosce, incentiva e sostiene i circuiti teatrali già operanti sul territorio della Basilicata denominati “Le Valli del Teatro” e “Cose di Teatro e Musica”; “Teatri Uniti d’Italia”, Le città della scena a Matera;
    - promuovere forme di documentazione, formazione e ricerca a sostegno della cultura del teatro in Basilicata;
    - cofinanziare progetti candidati a finanziamenti nazionali ed europei.
    I contributi per la realizzazione di iniziative della tipologia sopra indicata possono essere richiesti da: Enti locali, Compagnie teatrali locali, Cooperative, Società, Scuole, Associazioni culturali con regolare statuto, ATI e circuiti teatrali.

    2. incentivare rassegne e iniziative di buon livello qualitativo al fine di favorire la più ampia conoscenza e valorizzazione della cultura cinematografica in Basilicata è l’obiettivo fondamentale per l’anno 2011.
    I contributi per la realizzazione di iniziative della tipologia sopra indicata, possono essere richiesti da: Enti Locali, Associazioni culturali con regolare statuto, Cooperative ed Esercenti di sale cinematografiche;

    3. sostenere la crescita di professionalità, interconnettendo e armonizzando diverse attività, allo scopo di valorizzare le potenzialità, stimolare lo sviluppo e promuovere una diffusione organica della cultura musicale.
    I destinatari dei contributi si identificano in: Enti Locali, Cooperative, Associazioni con regolare statuto.

Nell'ambito del Piano 2011, sarà, inoltre, rinnovato il sostegno alla promozione della mobilità giovanile attraverso gli scambi culturali giovanili coinvolgendo soprattutto la popolazione studentesca.

Previsto, infine, un particolare sostegno per la realizzazione di eventi e manifestazioni culturali a valenza regionale mirata a rendere visibile la promozione e la diffusione del ruolo e dell’immagine della Regione Basilicata.

Links

Piano triennale 2011/2013 e Piano annuale 2011 delle attività educative e culturali

Legge Regionale n. 22/1988 - Norme per la programmazione e lo sviluppo delle attività educative e culturali sul territorio regionale

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.