UE: Programma di cooperazione transnazionale Sud Est Europa 2007-13

Programma di cooperazione transnazionale per un’area europea in transizione sulla via dell’integrazione "South East Europe (SEE)" 2007-2013 nel contesto dell’obiettivo Cooperazione territoriale europea, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). Il bilancio complessivo del programma ammonta a 245Mln EUR e l’assistenza comunitaria tramite il FESR è pari a 206Mln EUR.

Il programma comporta un sostegno comunitario per regioni in 16 paesi – Stati membri, paesi candidati, paesi candidati potenziali e paesi terzi:

  • per 14 paesi l’area ammissibile è costituita dall’intero territorio nazionale, segnatamente per quanto concerne Albania, Austria, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Romania, Croazia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Grecia, Ungheria, Serbia, Montenegro, Slovacchia, Slovenia e Moldova.
  • in 2 paesi sono ammissibili soltanto alcune regioni: in Italia esse sono: Lombardia, Bolzano/Bozen, Trento, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia, Emilia Romagna, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, e in Ucraina: Cjermovestka Oblast, Ivano-Frankiviska Oblast, Zakarpatska Oblast e Odessa Oblast.

L’obiettivo generale del programma è migliorare il processo d’integrazione territoriale, economico e sociale e contribuire alla coesione, alla stabilità e alla competitività mediante lo sviluppo di partenariati transnazionali.

Il programma promuoverà l’innovazione, l’imprenditorialità, le conoscenze, l’economia e la società dell’informazione mediante azioni di cooperazione concrete e dai risultati visibili. Esso intende anche migliorare l’attrattiva delle regioni e delle città in un’ottica di sviluppo sostenibile, accessibilità sia fisica che dei saperi e qualità ambientale mediante approcci integrati e azioni di cooperazione concrete e dai risultati visibili. Esso incoraggerà anche l’integrazione supportando capacità equilibrate per una cooperazione transnazionale territoriale a tutti i livelli.
Ciò costituirà un’opportunità concreta per i Balcani occidentali di avvicinarsi all’Unione europea e servirà anche ad approfondire le relazioni con i paesi viciniori dell'UE.

I soggetti beneficiari degli interventi sono le Autorità pubbliche nazionali, le amministrazioni regionali e locali, gli enti pubblici e i soggetti privati.

Priorità:
Priorità 1: Favorire l’innovazione e l’imprenditorialità
Questo obiettivo intende contribuire in modo specifico allo sviluppo futuro dell’Europa sud orientale quale luogo di innovazione, agevolare l’innovazione, l’imprenditorialità e l’economia basta sui saperi nonché potenziare l’integrazione e le relazioni economiche nell’ambito della cooperazione. Questi obiettivi possono essere realizzati mediante lo sviluppo di network tecnologici e innovativi, la realizzazione di un ambiente favorevole alla costituzione di imprese innovative e il rafforzamento delle condizioni per l’innovazione. Esempi dei progetti che potrebbero ricevere un sostegno sono: studi di fattibilità, corsi di formazione congiunti correlati all’innovazione e alla tecnologia, costituzione di reti di piccole e medie imprese (PMI) ecc.

Priorità 2: Protezione e miglioramento dell’ambiente.
Questo obiettivo intende contribuire al miglioramento delle condizioni ambientali e a una migliore gestione delle aree naturali protette e di altre aree naturali/seminaturali, superare le restrizioni imposte dalle frontiere nazionali, prevedere le future minacce e opportunità che si presentano sul piano ambientale e sviluppare un’azione transnazionale comune per la protezione della natura e degli esseri umani. Ciò può essere realizzato mediante una gestione integrata delle acque, la prevenzione e la gestione delle inondazioni, la prevenzione dei rischi ambientali, la gestione delle risorse naturali e la promozione dell’efficienza energetica e di quella delle risorse. Esempi di progetti possono essere: sistemi comuni di protezione civile, meccanismi comuni di allerta, strategie per il turismo rurale e marittimo, sviluppo di reti di "industrie verdi" ecc.

Priorità 3: Miglioramento dell’accessibilità
Questo obiettivo intende collegare gli attori locali e regionali alle reti europee (comprese quelle stradali, ferroviarie, fluviali e marittime). Tale aspetto interessa sia l’infrastruttura fisica sia l’accesso alla società dell’informazione. Vi rientrano la preparazione coordinata per sviluppare reti di accessibilità e il sostegno alla multimodalità. Questo obiettivo può essere realizzato coordinando la promozione, la pianificazione e la logistica delle reti di trasporto primarie e secondarie, lo sviluppo di strategie per fronteggiare le barriere digitali e il miglioramento delle condizioni quadro per le piattaforme multimodali.

Priorità 4: Sviluppo di sinergie transnazionali per aree a crescita sostenibile
Questo obiettivo intende affrontare le crescenti disparità tra certe regioni e città nell’Europa sud orientale per portare a un tipo di sviluppo "policentrico". L’obiettivo può essere realizzato affrontando le criticità che affliggono le aree metropolitane e i sistemi regionali di insediamento, la promozione di un modello equilibrato di aree di crescita attrattive ed accessibili e la promozione dell’utilizzo di valori culturali per lo sviluppo. Tra le azioni da realizzarsi a tal fine vi potrebbero essere: sviluppare la cooperazione nel campo dell’infrastruttura pubblica e dei servizi pubblici, identificazione di soluzioni cooperative per il rinnovo urbano, piani per la ristrutturazione di vecchie basi militari, per la migliore gestione di siti archeologici ecc.

Priorità 5: Assistenza tecnica per promuovere l’implementazione e la capacity building
Questo obiettivo contribuirà a un’implementazione efficace del programma e ad accrescere la capacità delle istituzioni e dei beneficiari nelle regioni in oggetto.

Ripartizione dei finanziamenti per priorità (in euro)

Priorità

Contributo UE

Partecipazione pubblica nazionale

Partecipazione pubblica totale

1. Innovazione

44 051 157

7 773 734

51 824 891

2. Ambiente

53 739 828

9 483 499

63 223 327

3. Accessibilità

55 160 834

9 734 265

64 895 099

4. Aree a crescita sostenibile

41 338 329

7 294 999

48 633 328

5. Assistenza tecnica

12 401 497

4 133 832

16 535 329

TOTALE

206 691 645

38 420 329

245 111 974

(Fonte: Europe Press Releases, South East Europe Transnational Programme)

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.