Lazio: IMPRESA FORMATIVA, Incentivi per creazione impresa a favore di giovani con qualifiche IeFP - Obiettivo 8.1 - POR FSE 2014-2020

Data apertura
07 Gen 2020
Data chiusura
30 Apr 2020
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 2.000.000
Soggetto gestore
Regione Lazio

Descrizione

Avviso Pubblico “IMPRESA FORMATIVA: Incentivi per la creazione d’impresa a favore di giovani in possesso di qualifiche conseguite con i Percorsi triennali di istruzione e Formazione Professionale (IeFP)”. Asse I - Occupazione - Priorità di investimento 8.ii) - Obiettivo specifico 8.1 del POR FSE 2014-2020.

Con Determina G02362 del 4 marzo 2020, pubblicata sul Bur 31 del 24 marzo 2020 è stato rettificato l'Allegato C1 del bando.

Il bando mira ad attuare azioni sperimentali che impattino sul mondo del lavoro, finalizzate a promuovere e sostenere processi di autoimprenditorialità per favorire nuove opportunità di occupazione, con riferimento particolare alla popolazione in età giovanile.

In particolare l’obiettivo dell’intervento è la concessione di incentivi, a fondo perduto, a sostegno della creazione di nuove imprese nella Regione Lazio costituite da giovani che hanno frequentato percorsi triennali/quadriennali di Istruzione e Formazione Professionale (di seguito IeFP) conseguendo al termine del percorso formativo una qualifica professionale e/o un diploma professionale da non oltre 24 mesi.

Il bando è suddiviso in quattro fasi procedurali (Fase A, B, C e D):

Fase A: Percorso di accompagnamento all’accesso all’iniziativa:

  • In questa fase i potenziali destinatari devono definire l’oggetto della futura attività imprenditoriale e scegliere la “forma giuridica”. 
  • Nella redazione del documento, che dovrà essere coerente con il percorso formativo/professionalizzante di IeFP realizzato, i futuri imprenditori, sia in forma singola che associata, potranno avvalersi del supporto dei CPFP, delle Istituzioni Formative accreditate e degli IPS che avranno aderito al progetto e delle Associazioni di categoria di riferimento settoriali

Fase B: Accesso e selezione delle idee progettuali;

Fase C: Definizione del Business Plan e presentazione della domanda di contributo:

I soggetti ammessi alla Fase C svilupperanno il business plan che illustra, sull’orizzonte temporale di almeno due anni, l’attività in relazione alla quale si richiede il contributo. Tale attività, come anticipato, potrà essere svolta con il supporto del soggetto guida, quale imprese/professionisti, associazioni di categoria settoriale sostenitrici dell’idea progettuale.

Fase D: Avvio di impresa e acquisizione del finanziamento.

Sono ammissibili idee progettuali:

  • che riguardano nuove imprese del settore privato da avviare in forma individuale, societaria e/o cooperativistica (anche in forma di franchising), mentre sono esclusi gli enti no profit e le società fiduciarie;
  • le nuove imprese devono avere sede operativa nella regione Lazio con permanenza di almeno cinque anni dall’erogazione del saldo del finanziamento, pena la revoca;

Sono esclusi i settori che non rientrano nel campo del “de minimis” ai sensi del Regolamento (UE) 1407/2013 e cioè:

  • della pesca e dell’acquacoltura;
  • della produzione primaria dei prodotti agricoli;
  • della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (nei casi disciplinati dal de minimis stesso);
  • degli aiuti per l’acquisto di veicoli destinati al trasporto di merci su strada;
  • degli aiuti ad attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri;
  • degli aiuti subordinati all’impiego di prodotti nazionali rispetto a quelli di importazione.

I destinatari le cui proposte progettuali avranno superato la valutazione prevista per la fase C, avranno l’obbligo per accedere ai finanziamenti di costituirsi come impresa entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria.

Alla data di presentazione della domanda di partecipazione, i destinatari dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • disoccupazione ai sensi dell’articolo 19 d.lgs. n. 150/2015;
  • residenza nella Regione Lazio da almeno 6 mesi dalla data di pubblicazione del presente Avviso;
  • giovani, di età compresa tra i 18 e i 29 anni compiuti, che hanno conseguito, al termine del percorso formativo di IeFP, una qualifica o un diploma professionale riconosciuta a livello nazionale e corrispondente ai livelli previsti dal quadro EQF (European Qualification Framework – Quadro Europeo delle Qualifiche) ricompresa nell’ambito delle figure professionali e degli indirizzi di cui all’Accordo Stato Regioni del 29 Aprile 2010 da non oltre 24 mesi.
  • giovani, di età compresa tra i 18 e i 34 anni compiuti, che siano transitati dal sistema di IeFP a quello statale degli Istituti Professionali, e viceversa, anche in itinere e che abbiano conseguito il diploma quinquennale.
  • non avere a proprio carico alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l’incapacità a contrattare con la P.A;
  • non avere procedimenti in corso ai sensi dell’art. 416/bis del codice penale;
  • se cittadino non comunitario, essere in possesso del permesso di soggiorno che consente attività lavorativa;
  • non essere già beneficiario di provvedimenti di concessione a valere su altre misure a favore dell’autoimprenditorialità né risultare titolare di una quota di una società beneficiaria di agevolazioni pubbliche.

Il bando ha una dotazione di 2.000.000 euro.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Industria, Turismo, Commercio, Costruzioni, Audiovisivo, Servizi, ICT, Trasporti, Energia, Sanità, Cultura, Sociale - No Profit - Altro, Farmaceutico, Alimentare
Finalita'
Sviluppo, Start-up, Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Lazio

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

Le imprese proponenti vengono considerate come beneficiarie dell’intervento e devono pertanto conformarsi alla disciplina degli aiuti “de minimis”.

Il contributo, a fondo perduto, potrà variare da un minimo di € 30.000 fino ad un massimo di € 100.000.

Tempistica investimento

Le modalità e i termini di presentazione della documentazione variano a seconda della Fase dell’iniziativa.

Modalità e termini di presentazione delle idee progettuali - Fase B:

  • La domanda di partecipazione all’Iniziativa deve essere presentati a mezzo PEC all’indirizzo formazione@regione.lazio.legalmail.it.
  • Le domande di erogazione del contributo dovranno comunque essere trasmesse dalle ore 9.00 del giorno 7 gennaio 2020 fino alle ore 17.00 del giorno 9 marzo 2020.

Modalità e termini di presentazione della documentazione per l’avvio di impresa e acquisizione del finanziamento - Fase D

  • Per questa fase la documentazione deve essere inviata a mezzo PEC all’indirizzo formazione@regione.lazio.leglmail.it, entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria (FASE C).

______

In data 5 marzo 2020 sul sito di Lazio Europa è stata pubblicata la Determina G02132 del 28 febbraio 2020 che proroga il bando e modifica l'indirizzo PEC per l'invio dei progetti. La nuova scadenza è fissata per il 30 aprile 2020, mentre la nuova PEC è: impresaformativaiefp@regione.lazio.legalmail.it .

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.