Contratti di sviluppo

Contratti di sviluppoNati nel 2011 e attivi dal 2012, i Contratti di sviluppo finanziano investimenti nel comparto industriale (compresa la trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli), nel settore turistico e nel campo della tutela ambientale, cui possono essere collegati programmi di ricerca e sviluppo e per l'innovazione.

Le agevolazioni, destinate a imprese italiane ed estere, sono concesse in forma di contributo a fondo perduto in conto impianti per investimenti nell'industria, nel turismo e per la tutela dell'ambiente, di contributo a fondo perduto alla spesa solo per attività di R&S e innovazione, di finanziamento agevolato e di contributo in conto interessi, singolamente o in maniera combinata tra loro. 

I programmi di investimento devono avere importo non inferiore a 20 milioni di euro, con la sola eccezione della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, per cui la soglia minima è fissata a 7,5 milioni di euro, e dei programmi di ricerca, sviluppo e innovazione, per cui è pari a 1,5 milioni di euro.

Le domande possono essere presentate solo via web sulla piattaforma predisposta da Invitalia.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.