Incentivi Energie Rinnovabili

Photo credit: Zereshk (uploader). Ali Madjfar (Photographer) / Foter / CC BY-SAIstituito per la prima volta in Italia nel 1992, il sistema di incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili elettriche non fotovoltaiche (idroelettrico, geotermico, eolico, biomasse, biogas) attualmente in vigore è regolato dal decreto ministeriale del 6 luglio 2012, in attuazione dell’art. 24 del del d.lgs. 28/2011.

In base al decreto, il “costo indicativo cumulato annuo degli incentivi” non potrà superare i 5,8 miliardi di euro. Stando agli aggiornamenti forniti dal contatore GSE del “costo indicativo cumulato annuo degli incentivi” riconosciuti agli impianti alimentati da fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici, ci si avvicina al raggiungimento del tetto di spesa dei 5,8 miliardi. Il Ministero dello Sviluppo economico ha annunciato novità in tal senso a fine maggio 2015, nel corso di un'audizione in Senato: intenzione del dicastero è emanare un nuovo decreto per incentivare le rinnovabili diverse dal fotovoltaico.

  • Rinnovabili L’Africa ha un enorme e inaspettato potenziale per la produzione di energia pulita. E’ quanto emerso dallo studio “Patents and Clean Energy Technologies in Africa” promosso dal Programma Onu per l’ambiente (Unep) e l’Ufficio europeo brevetti (Epo). Per tutelare e promuovere al meglio questo potenziale – secondo lo studio - è necessario migliorare il sistema di brevettazione in Africa, affinché sempre più imprese investano nel know-how africano.

  • Parco eolico - foto di edu_fon Un prototipo per collegare, tramite Internet, una serie di piccoli impianti elettrici alimentati da fonti pulite e ottenere energia in maniera stabile. E' il cuore del progetto Combined Power Plant 2 (Kombikraftwerk2), che l'Istituto Fraunhofer per l'energia eolica e la tecnica dei sistemi di energia presenterà alla fiera dell’automazione industriale in programma dall'8 al 12 aprile ad Hannover.

  • CO2 Emissions - foto di freefotoukLanciato dalla Commissione europea il secondo invito a presentare progetti di investimento per le tecnologie innovative a basse emissioni di CO2 e per le fonti rinnovabili. La call nasce nell'ambito di NER300 (New Entrant Reserve 300), il programma promosso dalla Commissione in collaborazione con la Banca europea per gli investimenti (Bei) per favorire la diffusione delle energie rinnovabili e la commercializzazione delle tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio (Carbon Capture Storage - CCS).

  • Rinnovabili - Sebastiano PitruzzelloArmonizzazione a livello europeo dei sistemi incentivanti per lo sviluppo delle energie rinnovabili, elaborazione di target Ue vincolanti in ambito energetico e climatico e rimozione degli ostacoli allo sviluppo delle fonti alternative, con un secco no al blocco retroattivo dei contributi pubblici agli investimenti. Sono le principali indicazioni venute dal commissario per l'Energia Günther Oettinger, durante la presentazione del Libro verde sul quadro strategico di contrasto ai cambiamenti climatici e della relazione sui progressi nel settore delle rinnovabili.

  • Biomasse - foto di fulgio Approvata la graduatoria delle domande ammissibili alle agevolazioni in favore dei programmi di investimento per interventi di attivazione e rafforzamento delle biomasse. 115 milioni di euro le risorse complessive messe a disposizione dal Ministero dello Sviluppo economico con il bando del Programma Operativo Interregionale per le energie rinnovabilie il risparmio energetico, POI 2007-2013, per le regioni Convergenza.

  • EnergiaSi chiama Repowermap la mappa virtuale che mette in rete gli impianti che utilizzano fonti rinnovabili. Il progetto - promosso nell’ambito del programma europeo Intelligent Energy Europe (IEE) – monitora gli impianti a fonti rinnovabili presenti in Europa, fornendo informazioni tecniche e sulla localizzazione geografica esatta dell’impianto. Al momento in Italia sono più di 500 gli impianti mappati.

  • RinnovabiliEntro il 2032 gli incentivi per le fonti rinnovabili costeranno all’Italia 200 miliardi di euro. E' quanto previsto da Assoelettrica - associazione che riunisce circa 120 aziende del settore - sulla base dei dati rilasciati dall'Autorità per l'energia e il Gestore dei servizi elettrici (Gse). Le spese, ha sottolineato l'associazione, graveranno soprattutto sulle bollette elettriche di cittadini ed aziende.

  • Torino - foto di BarbarinoSport, energia e formazione degli agricoltori. Sono queste le priorità di tre provvedimenti approvati dalla Regione a favore del territorio. Per rinnovare l’impiantisca sportiva la Giunta ha stanziato 2 milioni di euro rivolti ad enti locali e sportivi. Per la pianificazione energetica regionale, invece, sono stati stanziati 16,5 milioni di euro per il finanziamento di cinque azioni del POR-FESR 2007 -2013. Nell’ambito del PSR 2007-2013 infine oltre un milione di euro servirà a finanziare corsi d’aggiornamento rivolti agli agricoltori.

  • Energy - foto di Vladimir FedorenkoAmmontano a 34 milioni di euro le risorse della riserva POI Energie rinnovabili e Risparmio energetico 2007-2013 - nell'ambito della Linea di attività 2.5 'Interventi sulle reti di distribuzione del calore, in particolare da cogenerazione, e per il teleriscaldamento ed il teleraffrescamento' - che confluiranno nel Fondo di Garanzia per le Pmi. Obiettivo: offrire garanzie alle imprese attive nelle regioni della Convergenza, cioè in Sicilia, Calabria, Puglia e Campania.

  • Eolic Energy - Foto di Iesmgb2Ammontano a oltre 1,2 miliardi i finanziamenti assegnati dalla Commissione europea nell'ambito del primo bando del programma NER300. 23, invece, i progetti di dimostrazione selezionati, che riguardano l'innovazione nel campo delle energie rinnovabili e saranno cofinanziati con i proventi ottenuti dalla vendita di 200 milioni di quote di emissioni tratte dalla riserva per i nuovi entranti (NER – New Entrants Reserve) del sistema unionale di scambio delle quote ETS.

  • Fotovoltaico - foto di Lucas BraunVia libera dalla Commissione europea a un contributo da 24,5 milioni, a valere sul Fondo europeo di sviluppo regionale, per la produzione di cellule e moduli fotovoltaici basati sulla cosiddetta tecnologia a strato sottile in un impianto industriale di Catania. Per il commissario alla Politica regionale Johannes Hahn, un progetto che "farà nascere nuovi posti di lavoro nella regione, ma aiuterà anche l'Italia a rispettare i propri obblighi in materia di promozione dell'energia rinnovabile".

  • RinnovabiliPromuovere lo sviluppo delle rinnovabili e dell'efficienza energetica nel quadro di un modello economico  sostenibile. Questa la missione di Free, il coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica che riunisce più di venti associazioni del settore in qualità di ‘soci’, oltre a enti e associazioni 'sostenitori'. Possono presentare richiesta di adesione al nuovo coordinamento tutte le associazioni di cittadini o di imprese e gli enti, che tra i loro scopi sociali prevedono la promozione e lo sviluppo delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica.

  • Eolico - foto di J. de Vargas La commissione Industria, ricerca ed energia del Parlamento europeo approva lo stanziamento di 6 miliardi di euro per lo sviluppo e la ricerca nel campo delle energie pulite. Fondi che si inquadrano nell'ambito di Horizon 2020, lo strumento che dal 2014 sostituirà il Settimo programma quadro. Secondo le indicazioni degli europarlamentari, il 75% dei fondi per ricerca e sviluppo in campo energetico dovrebbe andare a rinnovabili, efficienza, realizzazione delle reti intelligenti e sistemi di stoccaggio.

  • Solare termicoIn arrivo le nuove regole sugli incentivi alla produzione di energia rinnovabile termica e agli interventi per l'efficienza energetica. I ministri dello Sviluppo economico, dell’Ambiente e delle Politiche agricole, Corrado Passera, Corrado Clini e Mario Catania, hanno varato uno schema di decreto ministeriale per il raggiungimento degli obiettivi ambientali europei per il 2020, che prevede lo stanziamento di 900 milioni di euro, attraverso una nuova addizionale sulle bollette del gas.

  • RinnovabiliSviluppare nuove tecnologie per la produzione di energia da fonti rinnovabili. E’ questo l’obiettivo portante di EUROGIA+ - un cluster del network europeo EUREKA - che riunisce imprese, università e centri di ricerca per la promozione di soluzioni a basso impatto ambientale nel settore energetico. Per aderire al cluster è necessario proporre un progetto, che sarà poi valutato da una commissione di esperti. Il 15 novembre 2012 sarà possibile ricevere informazioni in merito durante il brokerage event organizzato da EUREKA.

  • Wind Energy - foto di Storm CryptAperti i termini per la partecipazione ai bandi FER (Fonte Energetiche Rinnovabili) elettriche destinati al finanziamento di interventi negli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico. Lo ha annunciato il Gestore Servizi Elettrici (GSE), specificando che gli interessati avranno tempo per iscriversi fino al 6 dicembre 2012.

  • Renewable energy - Foto di OI-B-i.fernandez02Approvata in Consiglio regionale una legge sull'uso delle energie rinnovabili che punta a dare una svolta alla politica energetica pugliese, guardando alle imprese quanto all'ambiente. Tra le novità, infrastrutture innovative, mobilità sostenibile, impianti di accumulo, efficientamento energetico degli edifici e un nuovo piano energetico regionale che - recependo le direttive nazionali e comunitarie in tema di “burden sharing” - consenta di raggiungere gli obiettivi del protocollo di Kyoto.

  • Fotovoltaico - foto di BadenerL’Italia investe nel fotovoltaico. È quanto rilevato dal Gestore servizi energetici (Gse) in un’indagine che ha coinvolto i comuni italiani: nel 95% dei casi è presente almeno un impianto fotovoltaico e sono attivi 408.000 impianti per 15.000 Mw installati. Non mancano, poi, opportunità di investimento e di finanziamento, sostenute da alcune banche come Intesa Sanpaolo e Unicredit.

  • Eolico - foto di WtshymanskiRisparmio energeticoe utilizzo delle fonti rinnovabili. Sono queste le priorità del bando approvato dalla Giunta regionale per sostenere la green economy in Liguria. Grazie ad uno stanziamento di 2 milioni di euro saranno finanziati progetti eco-sostenibili promossi da imprese, società consortili e raggruppamenti di Pmi operative sul territorio ligure. Le domande potranno essere presentate a partire dal 14 novembre 2012 attraverso la piattaforma "bandi on line" sul sito internet della Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico - Filse spa.

  • Fotovoltaico - foto di Puntin1969Si chiama Justice - Join US To Increase Clean Energies – ed è il nuovo progetto del Ministero dello Sviluppo Economico per promuovere la realizzazione di impianti per la produzione energetica da fonti rinnovabili a valere sul POI Energia 2007-2013. Destinatarie dell'invito, dotato di uno stanziamento di 10 milioni di euro, le amministrazioni dello Stato che fanno riferimento alle Forze Armate, all'autorità giudiziaria e alle istituzioni di pubblica sicurezza operanti nelle Regioni Convergenza.

  • Rinnovabili - foto di KleinblittersdorferAccrescere il mercato delle energie rinnovabili in Italia e all’estero. Questo l'obiettivo dell’accordo di cooperazione siglato fra il Gruppo ABB - leader nelle tecnologie per l'energia e l'automazione – e Fincantieri, che punta su fotovoltaico, cogenerazione e biomassa.

  • Impianto eolico - foto di Alex AbianIn vigore da oggi, 11 luglio, il decreto che definice gli incentivi, e le relative modalità di accesso, a sostegno della produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella solare fotovoltaica (in attuazione dell’art. 24 del del d.lgs. 28/2011). Le norme, pubblicate sulla GURI n. 159 del 10 luglio 2012 - Supplemento Ordinario n. 143, si riferiscono ad impianti nuovi, integralmente ricostruiti, riattivati, oggetto di intervento di potenziamento o di rifacimento, aventi potenza non inferiore a 1 kW e che entrano in esercizio in data successiva al 31 dicembre 2012.

  • Green energy - foto di Sebastiano Pitruzzello Grazie a un nuovo provvedimento emanato dall'Authority per l'energia e il gas, dal gennaio 2013 si andrà verso una più efficiente previsione dell'energia elettrica immessa in rete. La delibera approvata, infatti, mira ad una maggiore responsabilizzazione dei produttori che utilizzano impianti alimentati da fonti rinnovabili non programmabili, anche attraverso il trasferimento, dagli utenti ai produttori stessi, di parte dei costi di sbilanciamento ad essi imputabili.

  • Fotovoltaico - foto di Georg SlickersSarebbe giunta al termine la mediazione tra i ministri competenti - Sviluppo economico, Ambiente e Politiche agricole – e con le Regioni sui nuovi sistemi incentivanti per le fonti rinnovabili elettriche. Secondo le prime anticipazioni sul web, il Quinto Conto Energia per il fotovoltaico e il decreto ministeriale per le rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico accoglierebbero parte delle sollecitazioni venute in sede di Conferenza Unicata.

  • Günther Oettinger - Credit © European Union, 2012L'Ue è sulla buona strada per raggiungere, entro il 2020, l'obiettivo del 20% di rinnovabili nel mix energetico dell'Unione. “Non solo rispettiamo il calendario, ma siamo più avanti in direzione del traguardo”, ha spiegato il commissario all'Energia Günther Oettinger, presentando la nuova comunicazione di Bruxelles sulla politica energetica. L'obiettivo ora è, però, guardare oltre il 2020 e far convergere i diversi regimi di sostegno adottati nei 27 Stati membri.

  • Fotovoltaico - foto di Luigi Versaggi A un giorno dall'approdo in conferenza Stato-Regioni, il nuovo sistema italiano di incentivi alle fonti rinnovabili incassa il giudizio severo del commissario europeo all'Energia Günther Oettinger. Una lettera dell'Esecutivo Ue accoglie con favore i decreti di riforma del ministero dello Sviluppo economico, ma non manca di sottoporre una serie di raccomandazioni, anche molto critiche al governo: a cominciare dal rischio che le nuove regole rendano impossibile per i produttori indipendenti l'accesso agli aiuti statali.

  • European Solar Days 2012, evento a Latina - foto di European solar days L'Italia deve diventare protagonista nel campo delle energie rinnovabili. Lo Stivale ha infatti tutte le potenzialità per sviluppare tecnologie di energia solare, un settore che crea di posti di lavoro - ad oggi stimati a 265mila - e che riduce la dipendenza dai carburanti tradizionali. A ricordalo due iniziative che hanno aperto il mese di maggio: gli European Solar Days, campagna di informazione europea per la promozione dell’utilizzo dell’energia solare sotto forma di calore (solare termico) e di elettricità (fotovoltaico), e il Solarexpo, convegno internazionale sull'energia solare che si conclude oggi a Verona.

  • Green energy - foto di Bush Philosopher - Dave Clarke / photo on flickr Nuovi incentivi per l’energia fotovoltaica (Quinto Conto Energia) e per le rinnovabili elettriche non fotovoltaiche (idroelettrico, geotermico, eolico, biomasse, biogas). Nei due schemi di decreti attuativivarati dal ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, di concerto col ministro dell’Ambiente, Corrado Clini e dell’Agricoltura, Mario Catania, viene ridisegnato il sistema nazionale degli incentivi del settore verso un allineamento ai livelli europei e un efficientamento dei costi per cittadini e imprese. Il fine e' raggiungere gli obiettivi europei delle energie alternative fissati per il 2020.

  • Wind Farm - foto di DrenalineL'Italia sta vivendo un'evoluzione culturale nel campo dell'utilizzo di fonti rinnovabili. Nel 2011, infatti, il 26% dei consumi elettrici della popolazione è stato soddisfatto da energia pulita.Attualmente, in oltre il 95% dei Comuni, sono diffusi impianti verdi. E' quanto emerge dal Rapporto Comuni Rinnovabili 2012, con il quale Legambiente, in collaborazione con GSE (Gestore Sevizi Energetici) e Sorgenia, restituisce all'Italia la fotografia di un paese che sta finalmente investendo sul green.

  • Impianti fotovoltaici - foto di Georg SlickersNovità in tema di incentivi alle rinnovabili. Mentre sul web corrono le voci su un Quinto Conto Energia e circola una prima bozza del nuovo sistema di incentivi per il fotovoltaico, tra l'altro annunciato nei giorni scorsi dal ministro dell'Ambiente Corrado Clini, arriva la notizia di un decreto imminente per il solare termico e l'efficienza energetica.

  • Fotovoltaico - foto di Brücke-OsteuropaSecondo un recente studio condotto da Edison, adeguati interventi di efficienza energetica possono generare, a livello nazionale, risparmi per 5,8 miliardi di euro ogni anno. Con questo obiettivo, la società ha siglato un'intesa con il consorzio Multienergia per la realizzazione di progetti in materia di fonti rinnovabili e risparmio energetico.

  • Pannelli solari - foto di ChristofferRiemerLa Giunta provinciale ha approvato con due provvedimenti i nuovi criteri per la concessione di contributi riguardanti la produzione di energia da fonte rinnovabile, l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e la modifica dell’alimentazione con carburanti meno inquinanti.

  • Girasole - photo by Eleferen100 milioni di euro, questo l'ammontare delle risorse messe a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con il Programma Operativo Interregionale per le energie rinnovabili e il risparmio energetico - POI 2007-2013. I finanziamenti saranno destinati ad incentivare interventi di attivazione e rafforzamento delle biomasse, con lo scopo di integrare obiettivi energetici di salvaguardia dell’ambiente e sviluppo del territorio.

  • Wind plants - foto di Rocco LuciaCon delibera dello scorso 18 novembre, la Giunta Regionale ha approvato uno stanziamento di oltre 2 milioni di euro da destinare ad interventi per il risparmio energetico e l’utilizzo di energie rinnovabili. Il progetto di finanziamento, nato da una proposta dell’assessore allo sviluppo economico, Renzo Guccinelli, prevede la pubblicazione, nei prossimi giorni, del relativo bando sul BUR Liguria.

  • Solar panel - foto di David MonniauxCelle solari formate da pellicole sottili, ma con un elevatissimo grado di assorbimento dello spettro di luce, da qualsiasi angolazione. Ecco l'ultima innovazione nel campo delle tecnologie di produzione di energia rinnovabile a cui stanno lavorando due studiosi statunitensi. I ricercatori starebbero applicando il modello a materiali semiconduttori in modo da creare celle solari che permettano di risparmiare sui costi dei materiali, pur offrendo un’elevata potenza ed efficienza di conversione.

  • Wind power plants - foto di Chris LimL’aleatorietà della produzione di energia da fonti rinnovabili e le carenze infrastrutturali delle aree in cui queste sono localizzate stanno provocando “il manifestarsi di problematiche di carattere tecnico ed economico”. È quanto risulta dall’ultima relazione dell’Autorità per l'energia elettrica e il gas (AEEG), presentata nel corso dell’audizione al Senato dello scorso 9 novembre.

  • Ministero Sviluppo Economico - foto di guidasicilia.itPrime notizie sul decreto che definirà i contributi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabilie gli incentivi di efficienza energetica di piccole dimensioni, a cui sta lavorando il ministero dello Sviluppo economico. Secondo le anticipazioni, sembrerebbe che il Governo abbia definitivamente abbondonato l'idea di un "Conto energia" per il settore.

  • Euro banknotes - foto di Friedrich.Kromberg

    Grazie all'accordo siglato con la Banca Europea per gli investimenti (BEI), la Regione Sardegna potrà contare su 370 milioni di euro da destinare alla crescita del suo sistema economico e produttivo. Tali fondi saranno a disposizione delle amministrazioni locali e delle imprese per intervenire sull'efficienza e il risparmio energeticoe per investimenti in settori strategici e sostenibiliquali turismo, agroalimentare e nautica.A presentare il pacchetto di misure, nei giorni scorsi, sono stati il governatore dell'Isola, Ugo Cappellacci, e il vice presidente della Bei, Dario Scannapieco.

     

  • Energia rinnovabile - foto di Stephan MoselIn Europa, la realizzazione dei progetti per l'accesso all'energia pulita nelle zone rurali viene spesso ostacolata da oneri amministrativi e burocrazia, nonostante sia già passato un anno dall’attuazione dei National Renewable Energy Action Plans (NREAPs) da parte degli Stati membri. Bruxelles, tuttavia, ritiene che la situazione stia migliorando.

  • Wind Plant - Foto di Rocco LuciaContrastare il cambiamento climatico, riducendo le emissioni inquinanti grazie alla diffusione delle fonti di energia rinnovabili. Questo l'obiettivo del maxi-prestito da 200 milioni di euro che la Banca europea degli investimenti (BEI) ha messo a disposizione della ICICI Bank of India, la più grande banca commerciale privata indiana.

  • Perugia - foto di Georges JansooneLa Giunta ha approvato il Regolamento sulla "Disciplina regionale per l'installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili" e la "Strategia regionale per lo sviluppo dell'energia da fonti rinnovabili 2011/2013”.

  • Enel Green Power - Immagine di ENEL GREEN POWERHa appena inaugurato uno dei più grandi stabilimenti europei per la produzione di pannelli fotovoltaici a Catania, ma sta sviluppando progetti ambiziosi anche in riferimento ad altre fonti rinnovabili: solare termico, eolico, geotermia, idroelettrico e biomasse. Ingmar Wilhelm racconta, in un'intervista a EurActiv.it, le attività di Enel Green Power S.p.A., la società del gruppo Enel di cui dirige il Business Development.

  • Impianto eolico - Foto di Davide PapaliniE’ all’esame del Quirinale il testo della manovra finanziaria che dovrà portare l’Italia al pareggio di bilancio entro il 2014 e per oggi pomeriggio era prevista una conferenza stampa dedicata a presentarne i punti principali. Questa mattina, però, il ministero dell’Economia ha rimandato l’appuntamento, lasciando aperti una serie di interrogativi. Tra questi, la norma che taglia gli incentivi alle rinnovabili.

  • impianto solare - foto di NASA/Troy CryderAd oggi, la domanda di energia solare è aumentata quasi fino a poter competere con quella delle altre forme di produzione di energia; ciò di cui hanno discusso per anni i professionisti del settore sta per avverarsi, ossia il raggiungimento di un punto di equilibrio nello sfruttamento delle diverse fonti energetiche, la cosiddetta grid parity.

  • Energia berriztagarriak - Foto di OI-B-i.fernandez02

    Aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti rinnovabili, per la promozione dell'utilizzo di tecnologie ad alta efficienza e risparmio energetico e per il sostegno alla cogenerazione diffusa.Questo il campo di applicazione del nuovo bando della regione Sardegna, finalizzato a generare condizioni di auto sostenibilità energetica diffusa sul territorio, di cui si attende la pubblicazione.

  • Energia - foto di CERPE' prevista per l'estate prossima la definizione delle nuove linee guida regionali sulla gestione delle fonti energetiche rinnovabili, come annunciato ieri nel corso del seminario 'Nuove Energie, Nuova Economia: Etica, Tecnologia, Sostenibilità' svoltosi a Milano.

  • Pannelli solari - foto di David.Monniaux E' stato pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico il testo del nuovo decreto sulle energie rinnovabili, che secondo gli obiettivi del governo dovrebbe garantire maggior sostegno agli impianti fotovolatici. Le nuove disposizioni garantiscono premi aggiuntivi ai piccoli impianti, ma vengono penalizzati i finanziatori e i costruttori di grandi centrali solari, come ribadito dagli imprenditori riuniti mercoledì scorso presso il Solarexpo di Verona.

  • Credit © European Union, 2011In vista della conferenza unificata convocata oggi in seduta straordinaria dal ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto, i governatori delle regioni guidati da Vasco Errani propongono in modo unanime all'esecutivo due emendamenti per correggere il decreto.

  • Fotovoltaico - Credit © European Union, 2011Cambiare per non morire. Se fino a un mese fa il futuro era il nucleare, la catastrofe di Fukushima ha cambiato le carte in tavola per molti paesi europei che sull'atomo hanno basato gran parte del proprio approvvigionamento energetico, ma anche per l'Italia, che si stava apprestando a costruire nuove centrali con impegni decennali, enormi investimenti e accordi internazionali.

  • Oettinger - Credit © European Union, 2011Il commissario europeo all'energia Günther Oettinger ha scritto una lettera al ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani, esprimendo la propria preoccupazione in merito al decreto per la promozione delle energie rinnovabili, approvato il 3 marzo scorso al fine di recepire la direttiva 2009/28/CE, perché minaccerebbe il completamento degli investimenti avviati con la precedente normativa e il raggiungimento degli obiettivi comunitari in materia di sostenibilità ambientale per il 2020.

  • settimana delle sostenibilità energetica fonte: EUSEW Multimedia LibraryIn dieci anni - tra il 1999 e il 2009 - il contributo delle fonti di energia rinnovabiliall'approvvigionamento dei 27 paesi membri dell'UE è quasi raddoppiato. Nel 2009 il petrolio rappresentava ancora la fonte principale, avendo soddisfatto il 37% del consumo interno lordo complessivo. Tuttavia, nell'ultima decade è possibile notare alcuni, importanti, cambiamenti.

  • Repubblica italiana, stemma - immagine di FlankerPubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo n. 28 del 3 marzo 2011 che, in attuazione della direttiva 2009/28/CE, definisce gli strumenti, i meccanismi, gli incentivi e il quadro istituzionale, finanziario e giuridico, necessari per il raggiungimento degli obiettivi, fino al 2020, in materia di quota complessiva di energia da fonti rinnovabilisul consumo finale lordo di energia e, in particolare, nei trasporti. Il provvedimento ha efficacia da oggi, 29 marzo 2011.

  • Giorgio Napolitano - Foto di Roberto FerrariIncassa il via libera del Capo dello Stato, ma continua a non convincere il Decreto per la promozione delle energie rinnovabili, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 marzo scorso. Mentre Napolitano manifesta le proprie riserve nei confronti del testo e auspica che venga corretto e integrato, l'Associazione delle banche estere (Aibe) lamenta, con una lettera al sottosegretario Gianni Letta, l'inaffidabilità dell'Italia e minaccia: a queste condizioni, niente più credito per gli investimenti ad alto rischio.

  • solare foto di David ShankboneAncora venti giorni per vederci chiaro sugli incentivi stabiliti dal decreto legislativo del 3 marzo scorso per chi produce energie rinnovabili nei terreni agricoli. E’ questa la tempistica prevista dal ministro delle politiche agricole Giancarlo Galan per rassicurare il settore di sua competenza, dopo il ciclone sul blocco dei finanziamenti da parte delle banche per realizzare le infrastrutture necessarie, in attesa della definizione del nuovo conto energia per il 2011-2013.

  • Talk Icon - Immagine di Orion 8L'eliminazione del tetto di 8 mila MW non pacifica il confronto sul decreto legislativo sugli incentivi alle rinnovabili: se Confindustria apprezza "la posizione di equilibrio del Consiglio dei Ministri" e l'approccio teso a razionalizzare il sistema degli incentivi, in molti ritengono che l'aver posto la scadenza del Conto Energia al 30 maggio 2011 produrrà di fatto gli stessi effetti dell'introduzione di un esplicito limite alla potenza incentivabile.

  • Eolico - Foto di Dirk GoldhahnVia libera del Consiglio dei ministri al decreto sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, che attua la direttiva 2009/28/CE. Obiettivo del provvedimento è incrementare la quantità di energia pulita prodotta, in linea con gli impegni presi a livello europeo, riducendo però i costi sulla bolletta energetica per i consumatori finali, attraverso la definizione di un nuovo sistema di incentivi per gli impianti di produzione da fonti rinnovabili.

  • Collage about renewable energy - immagine di OI-B-i.fernandez02Il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, presenterà a Palazzo Chigi, il prossimo 3 marzo, il dibattuto decreto sulle energie rinnovabili. Il timore delle associazioni ambientaliste e delle aziende che operano nel settore è che l'esito finale blocchi gli incentivi al fotovoltaico una volta raggiunta la soglia di 8 mila Megawatt.Dal governo arrivano smentite: si tratta di un obiettivo e non di un tetto.

  • Parco Eolico - Foto di EsetenaE' stata presentata oggi la Comunicazione della Commissione europea sullo sviluppo delle energie rinnovabili in Europa, dal titolo "Renewable Energy: Progressing towards the 2020 target", che fornisce agli Stati membri alcune indicazioni per raggiungere l'obiettivo di coprire il 20% del fabbisogno energetico europeo mediante fonti pulite entro la scadenza del 2020.

  • Photovoltaic system - foto di Georg SlickersFinanziareprogetti innovativi ed esemplari riguardanti la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, su edifici di proprietà pubblica, ubicati nelle Regioni Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. E' lo scopo del nuovo avviso pubblico firmato dal Direttore generale per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica del Ministero dello Sviluppo Economico. Le domande potranno essere presentate dal 1° al 20 aprile 2011.

  • Parco eolico - Foto di Carles Paredes LanauSu richiesta della Commissione europea, gli Stati membri hanno adottato dei piani d'azione con gli obiettivi per il 2020 in materia di produzione di energia da fonti rinnovabili (National Renewable Energy Action Plans). Secondo un'analisi di questi target nazionali condotta dall'European Wind Energy Association (EWEA), l'Europa potrebbe addirittura oltrepassare il traguardo posto dalla Commissione, cioè ottenere da fonti alternative il 20% dell'energia complessivamente necessaria.

  • Co2 - immagine di FatCow Web HostingLa Commissione Europea, con Deliberazione n. 30/2010, ha approvato il bando con cui si dà avvio alla selezione nazionale per la presentazione dei progetti dimostrativisu scala commerciale, a seguito della decisione 2010/670/UE del 3 Novembre scorso, relativi alla cattura e allo stoccaggio geologico del CO2 e alla produzione di energia da fonti rinnovabili nell'ambito dello scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra nella Comunità istituito dalla direttiva 2003/87/CE del Parlamento europeo e del Consiglio.

  • Impianto eolico - foto di Tafol Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato la circolare "Salva-Dia", al fine di chiarire alcuni aspetti applicativi delle procedure di autorizzazione per la realizzazione di impianti alimentati da fonti rinnovabiliavviate mediante Denuncia di Inizio Attività. In materia di energia elettrica ha poi firmato un decretoche definisce le modalità e le condizioni per l'importazione di energia elettrica per l'anno 2011.

  • Energie rinnovabili - immagine di LukipukQuattro convenzioni, firmate dalla Direzione generale per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica del Ministero dello sviluppo economico, la società Enel Distribuzione e le Regioni Convergenza Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, per favorire la realizzazione di nuovi impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili. Sono il risultato dell'accordo raggiunto tra le parti nella giornata di ieri.

  • Energia - European credit commissionSiglato un primo accordo da 440 milioni di euro trala Banca europea per gli investimenti (BEI) ed Enel green power (EGP) per la produzione di energia da fonti rinnovabili. L'accordo rientra nell'ambitodell'operazione da 600 milioni volta a finanziare ilpiano triennale della società del gruppo Enel.

  • Parco eolico - Foto di Heitor Carvalho JorgeFederalismo fiscale e energie rinnovabili al centro del Consiglio dei Ministririunitosi ieri, 30 novembre, a Palazzo Chigi. Il Cdm ha approvato due schemi di decreto legislativo, il primo in materia di responsabilità delle autonomie locali, il secondo finalizzato a recepire la direttiva 2009/28 sulla promozione delle fonti rinnovabili di energia.

  • Fotovoltaico - Foto di jsoler13La Commissione europea ha deciso di finanziare, attraverso due inviti a presentare proposte, progetti relativi allo sfruttamento di fonti rinnovabili di energia e alle tecnologie per la cattura e lo stoccaggio del carbonio (CCS). Le risorse, pari a 4 miliardi di euro, proverranno dal Fondo New Entrant Reserve 300 (NER300), uno strumento finanziario gestito dalla Commissione europea, dalla Banca europea degli investimenti e dagli Stati UE.

  • Energy - Foto di OI-B-i.fernandez02Il Parlamento e la Presidenza belga dell'Unione europea hanno deciso di creare un Fondo per sostenere progetti in materia di efficienza energetica, energie rinnovabili, mobilità sostenibile e stoccaggio dell'energia elettrica. Il Fondo, che dovrebbe essere gestito dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI) e dalla banca tedesca KFW, sarà finanziato con risorse non impegnate dell'European Energy Recovery Plan pari a 146 milioni di euro.

  • POI Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007-2013Il Ministero dell'Ambiente, nell'ambito del Programma Operativo Interregionale "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007-2013", ha emanato un Avviso Pubblico per finanziare la realizzazione di interventi per l'efficientamento energetico degli edifici di proprietà dei Comuni fino a 15 mila abitanti, compresi i borghi antichi e di pregio, e le loro forme associative, delle Regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Per il finanziamento di tali interventi sono a disposizione 60 milioni di euro.

  • Parco eolico - foto di Heitor Carvalho JorgePubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con cui il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato le Linee guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili. La disciplina unica a livello nazionale in materia risponde all'esigenza di coordinare i piani regionali di sviluppo energetico, di tutela ambientale e i piani paesaggistici, semplificare le procedure e determinare la certezza delle decisioni spettanti alle diverse amministrazioni coinvolte nell'iter autorizzativo.

  • Risorse finanziarie - foto di MattesDovrebbero essere tre i decreti firmati dal Ministero dello Sviluppo Economico, di cui abbiamo riferito nella nostra anticipazione dello scorso 13 agosto, con risorse finanziarie per mezzo miliardo di eurodestinate alla Industrializzazione dei risultati di programmi qualificati di ricerca, Innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale, Risparmio energetico ed energie rinnovabili. Per gli altri due decreti di cui avevamo riferito, turismo e start up,ci sarà ancora da attendere a causa pare di alcuni problemi di competenza ministeriale e di conformità alla legge finanziaria 2007.

  • Photovoltaic pannels - Credit © European Union, 2010La Conferenza Stato-Regioni ha approvato il decreto relativo al Conto energia e le Linee Guida amministrative per le fonti rinnovabili, elaborati dai Ministeri dello Sviluppo Economico, dell’Ambiente e, relativamente alle Linee guida, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali nell’ambito degli obiettivi comunitari per il 2020, che prevedono il passaggio dagli attuali 1350 MW di potenza fotovoltaica a 8.000 MW.

  • euroIl peggio sembra ormai alle spalle. Nel 2009 il venture capital italiano ha dimostrato di essere solido, riuscendo a mantenere entro i livelli di guardia la diminuzione degli investimenti. Anzi, la sua performance si è rivelata migliore rispetto agli altri segmenti del mercato nostrano del capitale di rischio e ai mercati dell’early stage dei principali paesi europei.

  • Wind energy - Foto di Kichigai MentatIl 62% della capacità di generazione di energia elettrica installata nel 2009 è rappresentata dalle fonti rinnovabili: cinque punti percentuali in più rispetto al 57% del 2008. Il rapporto "Renewable Energy Snapshots", pubblicato oggi dal Centro comune di ricerca della Commissione europea, testimonia i progressi compiuti in questi anni nel settore dell'energia pulita.

  • Eolico in UEL’Unione fa la forza. Cinque tra banche, istituzioni finanziarie e società a partecipazione pubblica del vecchio continente hanno deciso di investire in un fondo congiunto per contrastare i fenomeni climatici, destinato ai paesi appartenenti all’area del Mediterraneo. Prestigiose le istituzioni promotrici: CDC Climat (la nuova filiale della francese Caisse de dépôt), l’Agenzia francese per lo sviluppo, Proparco, la Bei, la Cassa Depositi e prestiti e la banca per lo sviluppo tedesco KfW si sono relazionate tra di loro per creare questo fondo che partirà nel 2011 e potrebbe raggiungere i 200 milioni di euro.

  • Parco eolico - Foto di EsetenaNel rispetto della direttiva 2009/28/CE, che traccia un quadro comune per la promozione dell’energia da fonti rinnovabili e richiede a tutti gli Stati dell'Ue di stabilire obiettivi nazionali in materia, il Ministero dello Sviluppo economico, insieme ai Ministeri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha elaborato il Piano di azione nazionale per le energie rinnovabili.

  • Pannelli fotovoltaici - Foto di WiNGDopo quello che finanzia gli interventi degli Enti locali, emanato la scorsa settimana, sembra prossima anche la pubblicazione del bando "Energie rinnovabili e risparmio energetico" per le aziende ubicate nelle regioni del sud Italia (Calabria, Sicilia, Puglia e Campania), sempre nell'ambito del Programma Operativo Interregionale - POIn 2007-2013.

  • Energie Rinnovabili e Risparmio EnergeticoIl Ministero dell’ambiente ha emanato un avviso per finanziare la realizzazione di interventi volti a favorire l’efficienza energetica e l’uso dell’energia rinnovabile negli edifici delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedaliere presenti nelle Regioni della Convergenza Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. La somma complessiva a disposizione è di 60 milioni di Euro, nell'ambito delle risorse comunitarie presenti sull’Asse II del Programma Operativo Interregionale - POI Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007/2013.
  • EolicoNove associazioni inglesi hanno pubblicato una risposta congiunta per raggiungere gli obiettivi fissati per il 2020 in tema di energie rinnovabili. La Gran Bretagna, infatti, si è prefissata uno scopo ambizioso, quello di soddisfare il 15 per centodel suo fabbisogno energetico attraverso le energie rinnovabili entro il 2020 (mentre attualmente ne raggiungono solo il 2%). Un così drastico aumento della produzione “Zero-C02” richiederà un enorme investimento nelle nuove tecnologie, lo sviluppo di una nuova infrastruttura di rete ed un regime fiscale e regolatorio che possa incoraggiare attivamente lo sviluppo delle energie rinnovabili.
  • Energia eolica - foto di Fedealvarado Stanziati 20 milioni di europer promuove l'insediamento di linee di produzione di sistemi e componenti nel campo dell'efficienza energetica e dello sfruttamento delle fonti rinnovabili, nell'ambito del POR FESR 2007-2013, Asse 2, Misura 2. Le  piccole e medie imprese piemontesi e i loro consorzi  possono presentare iniziative dirette a: a) sfruttare le fonti energetiche rinnovabili; b) incrementare l’efficienza energetica.
  • Parco eolico - Foto di Heitor Carvalho JorgeIn linea con il Trattato di Lisbona e coerentemente con le politiche nazionali e regionali per lo sviluppo, il Programma Operativo Interregionale si propone di promuovere le opportunità di sviluppo locale legate all’ambito settoriale dell’energia, con particolare attenzione alle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), attraverso una migliore conoscenza del potenziale naturale ed economico del territorio e la sua traduzione in investimenti produttivi materiali ed immateriali. Le risorse complessive  del Programma ammontano a euro 1.607.786.352.
  • Riserva naturale speciale dei Ciciu del Villar - foto di CastrocaneStanziati 15 milioni di euro per il triennio 2010-2012 volti a finanziare iniziative finalizzate alla conservazione, valorizzazione e promozione del patrimonio naturalistico regionale, alla diffusione di sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili, nei territori compresi nei Parchi regionali e naturali e nelle Riserve e Monumenti Naturali. Potranno presentare domanda di contributo gli Enti gestori delle aree protette, le Comunità Montane, i Comuni, le Province, gli Enti dipendenti, convenzionati o partecipati da Regione Lombardia ed operanti nel settore della tutela dell’ambiente e del territorio.
  • EuroIl nuovo stanziamento segue l’estensione dell'operatività del Fondo alle imprese artigiane, l’istituzione di una sezione speciale per i trasporti, la semplificazione delle procedure di accesso al credito e consentirà di garantire anche i finanziamenti  per la ricerca, l’innovazione e le energie rinnovabili. Nel 2010 le risorse stanziate dal Ministero per il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese ammonteranno a 740 milioni di euro per arrivare, nel 2012, ad oltre 1.800 milioni di euro.
  • Impianto fotovoltaicoUn Framework loan da 200 milioni di euro per il finanziamento di progetti nei settori dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili è stato siglato tra la Banca Europea degli Investimenti e Centrobanca (gruppo UBI). I fondi dovranno essere destinati prevalentemente a progetti di piccole e medie dimensioni, rispettivamente sino a 25 e 50 milioni di euro, ma anche ad impianti da oltre 50 milioni di euro.
  • Energia solareL'Agenzia delle Entrate, con la circolare 32/E, chiarisce alcuni aspetti fiscali relativi alla produzione e cessione di energia elettrica e calorica da fonti rinnovabili agroforestali e fotovoltaiche, nonché di carburanti e di prodotti chimici derivanti prevalentemente da prodotti del fondo, da parte degli imprenditori agricoli.
  • Pannelli Fotovoltaici75 milioni di euronell'energia da fonti rinnovabili, nell'efficienza energetica e nell'utilizzazione dell'idrogeno sono le risorse previste dalla Regione Lazio nel triennio 2009-2011 per il nuovo programma attuativo che sarà esaminato nelle prossime settimane dalla Giunta. La notizia è stata fornita dall'assessore regionale all'Ambiente Filiberto Zaratti.
  • Energia eolica presso Osiglia, Liguria, foto di Davide PapaliniL'Europa torna ad occuparsi di energie rinnovabili. Lo stretto collegamento tra lo sviluppo delle energie da fonti rinnovabili ed il miglioramento dell’efficienza energetica è al centro delle priorità comunitarie insieme alla commercializzazione delle tecnologie decentrate. Pubblicato oggi il Template For National Renewable Energy Action Plans (NREAPs).
  • Energia rinnovabilePubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione il bando con 10.000.000 euro  per le piccole e medie imprese del Lazio che incentiva la produzione di energia da fonti rinnovabili, interventi di efficienza energetica, cogenerazione e gestione energetica. Da domani e nei prossimi 60 giorni sarà possibile presentare le domande per via telematica e per raccomandata.
  • Logo Piemonte FotovoltaicoE' un progetto patrocinato dalla Regione che ha messo d'accordo le agenzie per l'energia di Torino, Cuneo, Vercellese e Valsesia per promuovere la realizzazione di sistemi fotovoltaici “chiavi in mano” capaci di produrre energia elettrica tramite la tecnologia solare ed utilizzare le tariffe incentivanti. Previste anche convenzioni con il sistema bancario per finanziare gli impianti.
  • Flag of SlovakiaScadono il 22 maggio i termini per partecipare ad un seminario sul settore delle energie rinnovabili in Slovacchia, promosso dall’Ice. L’evento si svolgerà nella capitale, Bratislava, il 4 e il 5 giugno. L’evento è rivolto alle imprese italiane interessate a verificare le opportunità legate ai fondi strutturalie al fondo di CoesioneUE, che offrono interessanti prospettive per i progetti destinati alla sviluppo di tutti i tipi di energie rinnovabili in Slovacchia.
  • La Regione e l'Enel hanno sottoscritto un accordo per un investimento da un miliardo di euro sulle energie rinnovabili, che consentirà al Piemonte, fra tre anni, di aumentare la propria produzione energetica in misura uguale a un quarto della quantità che attualmente importa dalla Francia, oltre che alla riduzione dell’emissione di gas serra.
  • Siglato un protocollo d'intesa durante il workshop "Campania, fonte di rinnovabili" tra l'Assessorato Regionale alle Attività Produttive ed Enea per la realizzazione della "Piattaforma tecnoecologica delle tecnologie solari" in Campania. L'accordo, prevede la promozione, la ricerca, lo sviluppo precompetitivo e l'industrializzazione di impianti solari e termodinamici realizzati su brevetti di Enea.
  • Un pacchetto di opere del valore di 45milioni di euro, di cui 7,5 finanziati dalla Regione in tre anni, per interventi di viabilità e 3,1 milioni di euro per sostenere economicamente, con prestiti a tasso zero nell'ambito di un fondo rotativo, interventi che perseguono obiettivi di utilizzo dell'energia rinnovabile, con progetti a basso impatto ambientale.
  • Risparmio energetico - foto di WaglioneIl programma operativo multiregione “Energie rinnovabili e risparmio energetico” per le regioni italiane di Puglia, Campania, Calabria e Sicilia (2007-2013) rientra nel quadro dell'obiettivo Convergenza ed ha una dotazione complessiva di circa 1,6 miliardi di euro.
  • Le imprese con unità operativa ubicata in Piemonte, gli enti locali e le istituzioni pubbliche potranno accedere dal mese di aprile ai tre bandi dalla Regione per sostenere interventi per la produzione di beni strumentali per le energie rinnovabili e l'efficienza energetica, la produzione di energia da fonti rinnovabili e per il risparmio energetico. La dotazione finanziaria complessiva è di 140 milioni di euro.
  • La Regione Campania ha predisposto il documento "Linee guida per gli interventi a favore dell'impiego di fonti energetiche rinnovabili e per il risparmio energetico in agricoltura".  L'obiettivo è il contenimento dei consumi energetici ed un maggior ricorso a fonti rinnovabili di energia nel settore agricolo.

  • Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha emanato il Bando Fonti Rinnovabili, Risparmio Energetico e Mobilità Sostenibile nelle Aree naturali Protette, per il quale sono stati stanziati 1.932.167,33 euro, di cui 1.352.517,131 euro destinati ad interventi relativi alle fonti rinnovabili e al risparmio energetico e 579.650,199 destinati ad interventi di mobilità sostenibile.
  • Un processo di collaborazione tra otto regioni europee per promuovere l’uso delle energie rinnovabili ha preso il via oggi a Bruxelles: Toscana, Navarra, Baden Wurttemberg, Nord Croazia, North West England, Malopolska, Poitou-Charantes e Wallonia hanno dato vita ad un coordinamento volontario per scambiarsi esperienze di piani e programmi volti al miglioramento delle performance dei rispettivi territori nel contesto degli obiettivi e delle opportunità europee.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.