PAC - Politica Agricola Comune

Author: G.L.S. / photo on flickrLa PAC è una politica in materia di agricoltura comune a tutti gli Stati membri dell’Unione europea e gestita e finanziata con risorse del bilancio annuale dell’Ue.

Dei 52 miliardi di euro a disposizione dell'Italia nell'ambito della Politica agricola comune 2014-2020: 

Circa 27 miliardi di euro, a valere su fondi Ue, sono destinati ai pagamenti diretti del I pilastro;

Circa 21 miliardi di euro servono a finanziare le misure per lo sviluppo rurale del II pilastro, a valere per il 50% sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), mentre il restante 50% è coperto dal cofinanziamento nazionale;

Circa 4 miliardi di euro sono diretti ai finanziamenti dell’OCM (Organizzazione comune di mercato).

  • Agricoltura - foto di VermondoSi avvicina lo scadere del settennato di programmazione 2007-2013 per lo sviluppo rurale. E la Toscana mette a disposizione più di 30 milioni di euro per l'annualità 2013 al fine di potenziare gli investimenti nei settori agricolo e forestale. Risorse suddivise in due porzioni: da un lato quasi 14 milioni per finanziare le misure a investimento del Psr, dall'altro oltre 19 milioni per la copertura delle misure a premio. Province, comuni e comunità montane i destinatari dei fondi.

  • Agriculture - foto di Dako99Sono complessivamente 4,4 milioni di euro i fondi messi a disposizione dalla Regione Liguria per promuovere e sostenere il settore dell'agricoltura. Il prossimo 29 marzo saranno, infatti, riaperti i termini per presentare domanda a valere sulla Misure 112 “Insediamento di giovani agricoltori" e 121 “Ammodernamento delle aziende agricole” del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013.

  • Agricoltura - foto di PengRicambio generazionale, partecipazione femminile, nuove tecnologie e ambiente. Sono queste le priorità che stanno orientando la programmazione dei finanziamenti all'agricoltura nel Lazio e in Toscana. A spiegarlo sono stati i presidenti Renata Polverini e Enrico Rossi, facendo il punto sui risultati dei rispettivi programmi di sviluppo rurale per il periodo 2007-2013.

  • Ortaggi - foto di TakeawaySi chiama “Insieme per l’Agricoltura” e permetterà agli imprenditori agricoli veneti di ricevere in anticipo i premi della cosiddetta Domanda Unica della Politica Agricola Comune (PAC). I promotori dell'iniziativa, Regione, Agenzia veneta per i finanziamenti in agricoltura (Avepa) e alcuni istituti di credito locali, nella riunione del 20 febbraio scorso, a Padova, hanno definito i termini per la realizzazione del progetto, che sarà formalizzato con la prossima sottoscrizione comune di un documento di impegni.

  • Agricoltura - foto di VermondoGli stati europei devono restituire alla Commissione 155,2 milioni di euro. Nell'ambito della cosiddetta procedura di liquidazione dei conti, Bruxelles ha chiesto agli stati membri di restituire i fondi spesi indebitamente nell'ambito della politica agricola comune. Fondi che in parte sono già stati recuperati, mentre restano da rimborsare 54,3 milioni. L'Italia deve alla Commissione più di 57 milioni, in parte già restituiti. L'impatto finanziario della manovra sarà di quasi 22 milioni.

  • Agricoltore - Credit © European Union, 2012Il progetto di riforma presentato dal commissario europeo all'Agricoltura Dacian Ciolos “non ci soddisfa, perché dimentica il valore delle imprese agricole italiane”. Così il ministro delle Politiche agricole Mario Catania, inaugurando l'edizione 2012 di Fieragricola a Verona e i festeggiamenti per i 50 anni della PAC. Nel corso dei negoziati, assicura il ministro, premeremo per ottenere una Politica agricole comune che tuteli le specificità e la qualità dei prodotti made in Italy.

  • Campagna - foto di OldakQuillAperti i termini per aderire ad alcune misure dell'asse 1, 2 e 3 del PSR 2007-2013. Le risorse stanziate ammontano a 228,7 milioni di euro che saranno investiti per: l'attuazione del pacchetto giovani B, rivolto agli agricoltori di età compresa tra 18-40 anni, i pagamenti agroambientali, il benessere degli animali, gli investimenti non produttivi, la tutela ambientale e la diversificazione della attività non agricole.

  • Rural Area - Foto di AhzaryamedFino al 12 aprile 2012 gli enti locali territoriali, gli enti pubblici e i loro consorzi, e la Regione siciliana (Assessorato delle risorse agricole e alimentari), possono presentare domanda per partecipare al bando del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013, che attua l'Azione 3 della sottomisura 312/A, finalizzata a promuovere piccoli interventi infrastrutturali per l’uso di fonti di energia rinnovabili.

  • Agricoltura - foto di GeographBotNuove opportunità di formazione per gli imprenditori e gli addetti del settore agricolo ed alimentare grazie alla Misura 111.1, sottoazione A, del PSR 2007-2013. Il bando, non ancora pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione, è dotato di uno stanziamento complessivo di oltre 2,1 milioni di euro.

  • Dacian Cioloş - Credit © European Union, 2011I contributi della Politica Agricola Comunedovranno essere concessi solo agli agricoltori attivi. E sul greening, le criticità rilevate dalle organizzazioni agricole italiane potrebbero essere valutate dalla Commissione. Sono i primi risultati del confronto tra il commissario europeo all'Agricoltura, Dacian Ciolos, e Coldiretti, in occasione del summit del 29 novembre sulla riforma della PAC.

  • Rural Landscape - Foto di GarySpirenTra le proposte della Commissione per la Politica Agricola Comune (PAC)2014-2020vi è anche quella di ampliare la quantità di spazi verdi, cioè non destinati alla produzione agricola ma preservati come terreni boschivi e habitat per specie animali. Una posizione fortemente contestata dalle organizzazioni agricole, secondo cui si andrebbe a creare più burocrazia, ma soprattutto ad aggravare, con la riduzione dei terreni coltivabili, la tendenza all'aumento dei prezzi alimentari.

  • Field - Credit © European Union, 2011Ripartizione dei contributi tra gli Stati membri, prodotti di qualità, sviluppo rurale, semplificazione. Sono solo alcuni degli argomenti affrontati da nove Regioni europee - Bretagna, Pays de la Loire, Poitou Charentes, Andalusia, Baviera, Alta Austria, Matopolska, Toscana e Emilia-Romagna – in occasione dell'incontro organizzato dal commissario all'Agricoltura, Dacian Ciolos, sulla riforma della PAC per il periodo 2014-2020.

  • Foresta - foto di GerritDal 15 novembre 2011 i conduttori delle superfici forestali lombarde potranno presentare richiesta di contributo per la valorizzazione economica delle foreste. Il bando, rientrante nel Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (Misura 122), è dotato di uno stanziamento complessivo di oltre 4,3 milioni di euro.

  • Paesaggio agricolo - Foto di PetritapLe principali organizzazioni di rappresentanza del comparto agricolo italiano - Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Copagri - hanno individuato una serie di posizioni comuni a partire dalle quali negoziare le caratteristiche della Politica Agricola Comune post-2013. La scelta di agire unitariamente è nata dall'insoddisfazione del comparto per i contenuti del pacchetto di proposte sulla PAC presentati dal commissario europeo all’Agricoltura, Dacian Ciolos, il 12 ottobre scorso.

  • Campagna - DnetSvgEntro la fine del 2011 saranno pubblicati i nuovi bandi di attivazione del Programma di Sviluppo Rurale, dotati di uno stanziamento complessivo pari a 228 milioni di euro. Ad annunciarlo è l’assessore all’agricoltura Franco Manzato, che l'8 novembre 2011 ha adottato assieme alla Giunta i primi provvedimenti attuativi.

  • Dacian Cioloş - Credit © European Union, 2011Lo scorso 7 novembre, i ministri dell'Agricoltura dell'UE e gli europarlamentaridella Commissione competente hanno discusso la proposta di riforma della Politica Agricola Comune presentata il 12 ottobre, alla presenza del presidente del Parlamento Europeo, Jerzy Buzek, e del commissario per l'Agricoltura, Dacian Cioloş. Sostenibilità ambientale, semplificazione burocratica e pagamenti ai nuovi Stati membri sono i temi più controversi.

  • Agricoltura -foto di Perconte

    Una community scientifica e divulgativa per favorire le strategie di programmazione dello sviluppo rurale marchigiano per il periodo 2014-2020. Si tratta di Agrimarcheuropa l'iniziativa promossa dal Servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca della Regione, attraverso il proprio Osservatorio Agroalimentare.

  • Agriculture - Foto di Marek & Ewa WojciechowscIl 12 ottobre scorso la Commissione europea ha presentato, nell'ambito del percorso di riforma della Politica Agricola Comune (PAC), le proposte per la gestione delle risorse del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, il FEASR, le cui risorse ammontano, per il periodo 2014-2020, a 101,2 miliardi euro. La vaghezza delle disposizioni relativamente all'utilizzo dei fondi sta, però, generando qualche perplessità.

  • Fruits - foto di EmerikaAttesa, per il prossimo mese di novembre, la pubblicazione del nuovo bando relativo alla Misura 124 del PSR 2007-2014 della Lombardia, con cui si intendono promuovere iniziative di cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo, alimentare e forestale. Saranno a disposizione risorse complessive pari a 2 milioni di euro. Nuovi fondi in arrivo anche per il finanziamento delle domande pervenute a valere sul bando 2011 della Misura 214.

  • campo - autore: Muhammad Mahdi Karim Arriva la nuova Pace l’Italia rischia di perdere circa il 6 per cento delle risorse che attualmente le sono assegnate. Il Commissario europeo all’Agricoltura, Dacian Ciolos, ha infatti presentato ieri a Bruxelles la proposta di modifica della politica agricola comune. Che adesso sarà oggetto di trattativa tra i Paesi membri e il Parlamento europeo.

  • campo - autore: PetritapEvitare i tagli “orizzontali”, che potrebbero penalizzare le imprese italiane. La riforma della Politica agricola comune, che domani sarà presentata ufficialmente dal commissario europeo Dacian Ciolos, viene duramente criticata da Mario Guidi, presidente di Confagricoltura, che vede nel progetto un colpo durissimo assestato al settore nel nostro Paese.

  • Antonio Tajani - Credit © European Union, 2011Il vice presidente della Commissione europea, responsabile per l’industria e l’imprenditoria, Antonio Tajani, ha espresso il proprio disappunto nei confronti delle proposte di riforma della Politica Agricola Comunedell’Unione europea.

  • Dacian Cioloş - Credit © European Union, 2011Il progetto di riforma della Politica Agricola Comunesarebbe all'esame dei commissari europei, che dovrebbero approvarlo tra il 12 e il 13 ottobre. E' quanto anticipato da fonti comunitarie, insieme alle prime indiscrezioni sulle proposte del commissario all'Agricoltura, Dacian Cioloş.

  • Irrigation - foto di SaperaudA partire dal 15 settembre e fino al 31 ottobre 2011, i Consorzi di bonifica potranno presentare progetti di manutenzione straordinaria finalizzata al risparmio idrico, grazie al nuovo bando del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna 2007-2013, che attua la Misura 125 - Azione 3. Le risorse a disposizione ammontano ad oltre 24 milioni di euro.

  • Agriculture - foto di PengInnalzamento dei premi per il biologico, per l'ammodernamento delle aziende agricole, per il sostegno al settore cerealicolo, per la trasformazione delle farine in pane e o pasta. Rimodulazione finanziaria tra misure dello stesso asse del Programma, per consentire una migliore utilizzazione delle risorse assegnate. Si tratta delle nuove opportunitàper le imprese agricole della Regione Umbria, derivanti dalla proposta di modifica del PSR 2007/2013 accolta dalla Commissione europea, dopo mesi di negoziati.

  • Farmer - European commission creditIl rinnovamento generazionale deve essere alla base della Politica Agricola Comune (CAP) post-2013, ha affermato il presidente del Consiglio europeo dei giovani agricoltori (CEJA), Joris Baecke, in vista del dibattito sul budget comunitario 2014-2020 che inizierà il prossimo luglio alla Commissione europea.

  • Euro banknotes - foto di Mattes"Spero che questi pagamenti vengano interpretati dalle Regioni come un primo segnale di quella accelerazione delle procedure di cui abbiamo discusso anche nel tavolo di confronto" con gli assessori regionali, tenutosi lo scorso 25 maggio presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Questo il commento del ministro Saverio Romano, in merito ai pagamenti effettuati sulle misure "Agroambiente" e "Indennità Compensativa", nell'ambito dei Piani di Sviluppo Rurale delle Regioni Sardegna e Sicilia.

  • Field - Credit © European Union, 2011Nel corso del seminario organizzato nei giorni scorsi a Roma dalla Rete Rurale Nazionale del Ministero delle politiche agricole, alla presenza delle autorità di gestione regionali e degli organismi pagatori, nonchè dei rappresentanti del Ministero e della Commissione Europea, è emerso un rallentamentonell'avanzamento della spesa dei fondi comunitari della programmazione 2007-2013 per i Programmi di sviluppo rurale.

  • Forest - Foto di MeropsValorizzare le foreste: è questo l'obiettivo del bando che verrà pubblicato prossimamente, che attua la Misura 122 del PSR 2007/2013. Il bando sostiene una migliore valorizzazione economica delle foreste, rilanciando le linee di produzione nelle aziende agricole, l'incremento della multifunzionalità e del reddito degli imprenditori.

  • LaBiodiversity - Foto di Jan Smith Commissione europea ha presentato il 3 maggio scorso la Strategia per il 2020 sulla biodiversità, un documento che individua priorità e orientamenti per l'azione degli Stati membri in difesa degli ecosistemi naturali. Tra le proposte una maggiore integrazione degli obiettivi ambientali nelle politiche e nei programmi di sviluppo, soprattutto in ambito rurale e forestale.

  • Piemonte E' di 3,5 milioni di euro la dotazione finanziaria del bando del Programma di Sviluppo Rurale PSR 2007-2013 che agevola la realizzazione di investimenti per adattare le strutture delle aziende agricole piemontesi ai cambiamenti climatici, mitigandone i relativi effetti.

  • Agricoltura - foto di Ron ShirtStanziati 35 milioni di euro per promuovere una gestione sostenibile delle attività agricole, grazie alle misure agro-ambientali previste dal PSR 2007-2013 (Misura 214). Il bando, attraverso dieci azioni d'intervento, intende tutelare le risorse naturali della regione incentivando la diffusione di attività agricole a basso impatto ambientale.

  • Agriturismo - Foto di Domenico NeriSono quattro i bandi approvati dalla Provincia di Parma per promuovere investimenti a favore dell'ospitalità rurale e dello sviluppo dei villaggi, attraverso agriturismi e altre strutture ricettive, percorsi naturalistici ed enogastronomici. I bandi contano su uno stanziamento complessivo pari a 3 milioni di euro a valere sul Piano di sviluppo rurale Emila-Romagna 2007-2013.

  • Food agriculture icon symbol - Foto di HenkvDDi prossima pubblicazione il nuovo bando per finanziare interventi di formazione professionale e azioni di informazione, nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013, con l'obiettivo di potenziare e migliorare la competitività delle aziende agricole della Regione Siciliana. Le domande per assegnare le risorse a disposizione, pari a 8 milioni di euro, potranno essere presentate a partire dal 1 maggio 2011 e fino al 30 giugno 2011.

  • Governatrice Lazio Renata Polverini - Foto di SannitaPresentando i risultati e i prossimi obiettivi del Piano di Sviluppo Rurale del Lazio, la Governatrice Renata Polverini ha annunciato che le risorse destinate a sostenere l'agricoltura nel corso del 2011 ammonteranno a 100 milioni di euro, accelerando così l'impiego dei fondi comunitari assegnati alla Regione, attraverso l'apertura di nuovi bandi per i giovani agricoltori e l'insediamento di nuove imprese e per migliorare la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli.

  • Mountain - Foto di Bacucco74A breve disponibili risorse finanziarie relative all'Asse 3 del Piano di sviluppo rurale - PSR 2007-2013: a partire dal mese di aprile saranno infatti attivi bandi provinciali per 53 milioni di euro, mentre ulteriori 8 milioni saranno impiegati dalla Regione per interventi diretti a ridurre il digital divide nelle aree montane e collinari.

  • Montagna abruzzese - Foto di IdéfixApprovato, su proposta dell'assessore regionale alle Politiche agricole, un bando da 20,7 milioni di euro, in attuazione della Misura 311 del Programma di Sviluppo Rurale - PSR 2007-2013 "Diversificazione verso attività non agricole" e in particolare dell'azione 1, diretta a favorire gli investimenti in attività agrituristiche.

  • ICT e agricolturaSi svolgerà il 10 febbraio 2011 a Bruxelles un evento sul tema "ICT e zone rurali", promosso dalla Rete europea per lo sviluppo rurale (EN RD). Obiettivo del seminario è quello di aprire una piattaforma di dibattito sui benefici dell'ICT per il settore agricolo, per l'industria alimentare e per le zone rurali, alla luce dell'agenda digitale per l'Europa e della strategia per la diffusione della banda larga.

  • Mr Sándor Fazekas - Credit © European Union, 2011 Si è riunito ieri a Bruxelles, sotto la presidenza del Ministro ungherese per lo sviluppo rurale Sándor Fazekas e alla presenza dei Commissari John Dalli e Dacian Cioloş, il Consiglio europeo per l'agricoltura e la pesca. L'incontro ha visto la presentazione del programma di lavoro della Presidenza ungherese per i primi sei mesi del 2011, ma soprattutto è stato dedicato alla discussione sul futuro della Politica agricola comune (PAC).

  • Monte PolveracchioSono stati pubblicati 19 bandi del PSR 2007/2013, che attuano alcune misure appartenenti ai seguenti Assi: Asse 1 “Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale”, Asse 2 “Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale” e Asse 3 “Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale”. Per attuare ciascuna Misura verrà preferita la formula dei “bandi aperti a sessioni predeterminate” e le aperture e le chiusure degli stessi saranno definite con appositi decreti dell’Autorità di Gestione.

  • Frutta - foto di DaderotPresentata la risoluzione sul riconoscimento dell'agricoltura come settore strategico nel contesto della sicurezza alimentare, promossa dall'eurodeputata Daciana Octavia Sârbu. Nel documento si sottolinea la necessità di garantire a tutti i cittadini comunitari un adeguato approvvigionamento di cibo, mediante una Politica agricola comune (PAC) incentrata sulla produzione di prodotti sicuri e su una corretta informazione.

  • Potato field - Foto di NightThreeLa Regione ha assegnato 51 milioni di euro alle Province per l'attuazione dei Piani locali di sviluppo rurale. Delle risorse complessivamente stanziate, 26,9 milioni coprono impegni già assunti, mentre oltre 24 milioni di euroconsentiranno di erogare nel 2011 ulteriori aiuti alle imprese agricole e forestali.

  • Agricoltura - European commission creditPresentate le linee strategiche per la riforma della Politica Agricola Comune (PAC), che nel prossimo decennio dovrà affrontare le seguenti sfide: sicurezza alimentare, cambiamento climatico ed ambientale, equilibrio tra le aree rurali dell'UE in termini di sviluppo economico e sociale.

  • Farm - Foto di Beepbeep93Sono in via di pubblicazione alcuni bandi provinciali, a valere sul PSR 2007-2013, diretti a sostenere le attività delle imprese agricole impegnate nella tutela della biodiversità e nella promozione di un modello produttivo sostenibile. Le risorse previste per il triennio 2011-2013 ammontano a 69 milioni di euro.

  • Agricoltura - foto di PengSarà presentata il 17 novembre la comunicazione della Commissione europea sul futuro della Politica Agricola Comune (PAC). Il documento presenterà i principi, gli obiettivi e le linee guida volte a riformare la PAC post-2013, sulla base della strategia Europa 2020 volta a supportare una crescita sostenibile, intelligente ed inclusiva nell'UE.

  • Field - Foto di Martin SellL'Agenzia per le erogazioni in agricoltura della Regione Emilia-Romagna (AGREA) ha avviato i pagamenti degli anticipi alle aziende agricole che hanno presentato la Domanda unica 2010. L'intervento è stato reso possibile dall'autorizzazione della Commissione europea a versare gli anticipi del regime di pagamento unico previsto dalla Politica agricola comuneprima del termine stabilito, fissato al 1 dicembre 2010.

  • Potato field - Foto di NightThreeNel corso del confronto sulla revisione della Politica agricola comune dell'Unione europea, due temi si stanno imponendo come elementi imprescindibili nella nuova PAC: il concetto di bene pubblico e quello di crescita verde; uno spostamento che non sarà senza conseguenze in termini di risorse assegnate rispettivamente all'agricoltura e all'ambiente nei prossimi anni.

  • Agricoltura - Foto di PengLa Regione, che aveva fatto richiesta al Ministro delle politiche agricole Giancarlo Galan di impegnarsi in Europa per ottenere l'erogazione anticipata dei premi della politica agricola comune (PAC), potrebbe ottenere quanto auspicato, consentendo agli agricoltori toscani di ricevere i premi 3 mesi prima del termine previsto, fissato per la fine dell'anno.

  • AgricolturaTerminati i pagamenti dell'anticipo regionale dei fondi PAC (Politica Agricola Comune) approvati lo scorso febbraio. La Regione ha erogato 280 milioni di euro a favore di oltre 31.000 imprese agricole lombarde, anticipando il periodo di richiesta dei finanziamenti previsto per dicembre.
  • Agriturismo - Foto di Domenico NeriImminente l'apertura dei termini per la presentazione delle domande a valere sul bando approvato dalla Giunta regionale relativo al Programma di Sviluppo Rurale - PSR 2007-2013. L'azione rientra nell'ambito del sostegno alla diversificazione delle imprese rurali verso attività non agricole e in particolare mette a disposizione 8 milioni di euro per il recupero di immobili da destinare all'attività agrituristica, la realizzazione di servizi di ospitalità turistica e la valorizzazione delle attività artigianali legate alla cultura rurale.

  • Agricoltura - foto di NightThreeIl Parlamento europeo ha approvato la risoluzione sul futuro della Politica Agricola Comune (PAC) dopo il 2013,presentata lo scorso giugno dalla Commissione Agricoltura. Gli europarlamentari hanno definito le linee guida per affrontare le principali sfide attese nel settore agricolo: sicurezza alimentare, crisi energetica, cambiamento climatico, qualità dei prodotti e competitività delle imprese.
  • Logo Regione Emilia-Romagna - Immagine di PaolosL'Unione europea ha stabilito un aumento della quota di contributo regionale che potrà essere anticipata ai beneficiari degli aiuti nell'ambito dei bandi del Programma di sviluppo rurale dell'Emilia-Romagna 2007-2013. L'anticipo potrà infatti essere erogato fino al 50% dell'importo dell'aiuto e non più fino al 20%.

  • Agricoltura - foto di Krzysztof T. Approvato il progetto di relazione sul futuro della Politica Agricola Comune (PAC) dopo il 2013. Il progetto individua le linee guida necessarie allo sviluppo di una politica agricola europea più equa, più verde e più sostenibile,che contribuiranno alla definizionedel piano di riforma della PAC (la cui pubblicazione è prevista a seguito della pausa estiva).
  • Molise - Foto di Ra BoeLa Regione ha approvato sei bandi relativi alla misura 214 del PSR 2007/2013 Pagamenti agroambientali, corrispondenti ad altrettante azioni volte a tutelare l'ambiente, a promuovere la diffusione dell'agricoltura biologica e a difendere la biodiversità. I bandi prevedono l'erogazione di contributi annuali, per un periodo di 5 anni, finalizzati a compensare i costi aggiuntivi e/o i minori ricavi derivanti dall’adesione all'azione. Le risorse disponibili per l'anno 2010 ammontano complessivamente a 6,5 milioni di euro.
  • Uva - Foto di TomascastelazoNell'ambito del Programma di sviluppo rurale 2007/2013, la Regione ha stanziato 5 milioni di euro per il sostegno ad azioni promozionali a favore del settore vitivinicolo. Gli aiuti sono destinati ai consorzi volontari di tutela ricosciuti ai sensi dell'art. 19 della Legge 164/92 e loro associazioni che rappresentano almeno il 10% della produzione vitivinicola regionale.
  • Agricoltura - Foto di Martin SellLa Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale del Parlamento europeo ha avviato il dibattito sulla riforma della Politica agricola comune (PAC), che dovrebbe cominciare il prossimo anno. Al centro della discussione, sviluppatasi a partire dal testo presentato dall'eurodeputato George Lyon, le nuove sfide dell'agricoltura europea, il futuro della PAC e la necessità di un equilibrio tra benessere degli agricoltori e efficiente uso delle risorse pubbliche.
  • Agricoltura - Foto di Gabriele BellottiApprovato il Programma degli interventi per la promozione della cooperazione per lo sviluppo rurale per l'anno 2010 che attualizza la Legge regionale 7/2005  e stabilisce criteri e modalità degli interventi rivolti ai settori agroalimentari. Tali interventi devono armonizzarsi con quelli già previsti dalla normativa regionale ed in particolare con il Programma di sviluppo rurale e mirare a favorire la qualificazione della cooperazione attraverso processi di fusione di cooperative esistenti o l'ampliamento della loro base sociale. Le risorse complessive ammontano a 500 mila euro.
  • Agricoltura - foto di Peregrine981Definito lo stanziamento complessivo per i Programmi di Sviluppo Rurale in seguito alle proposte di modifica presentate dagli Stati membri e dalle regioni lo scorso anno.In seguito alle modifiche apportate alPiano europeo di ripresa economica e della Valutazione dello stato di salute della PAC, nella riunione di gennaio ilComitato per lo sviluppo rurale ha approvato l'introduzione diun importo supplementare di 4,9 miliardi di euro, che potrà essere investito nel settore agricolo, nel settore ambientale e nelle infrastrutture a banda larga per le zone rurali.
  • Grano - foto di Tumi-1983Conclusi i negoziati tra la Commissione europea e gli Stati membri nell'ambito del Piano europeo di ripresa economica e della Valutazione dello stato di salute della Politica Agricola Comune (PAC). Con i nuovi accordi sono state approvate 37 modifiche (5 nazionali e 32 regionali) ai Piani di Sviluppo Rurale (PSR) presentate tra ottobre e dicembre, per la cui realizzazione è stato introdotto un importo supplementare pari a4,6 miliardi di euro
  • Agricoltura - foto di Ranveig Approvate dalla Commissione europea le proposte di aggiornamento del Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 (PSR) presentate dalla Regione Veneto nel luglio 2009. La Regione avrà a disposizione nuove risorse pubbliche, pari a 136 milioni di euro, per la realizzazione degli interventi regionali nell'ambito del PSR 2007-2013. Le procedure per la gestione del nuovo contributo saranno definite nel bando la cui approvazione è prevista per la fine del 2009.
  • PSR Emilia RomagnaL'Unione Europea ha accettato le proposte della Regione Emilia-Romagna per la modifica del Piano regionale di Sviluppo Rurale approvandone il piano finanziario che prevede, da qui al 2013, oltre 122 milioni di euro di risorse pubbliche aggiuntive, comunitarie, statali e regionali, da destinare al sostegno di alcuni importanti settori in crisi, oltre che alla promozione di un’agricoltura più "verde" e rispettosa dell’ambiente.
  • Agricoltura - foto di Ranveig
    Il Comitato per lo Sviluppo Rurale ha approvato una seconda "ondata" di proposte presentate dagli Stati Membri sull'utilizzo del "Piano europeo di ripresa economica" (EERP) e deifinanziamenti provenienti dalla “Valutazione dello stato di salute della PAC - Politica Agricola Comune”. Tale decisione prevede lo stanziamento di ulteriori 1,6miliardi di euro al budget 2007-2013 (90miliardi di euro) per la realizzazione di interventi nazionali e regionali relativi alle politiche di sviluppo rurale.
  • Coltivazioni - Foto di Alessandro VecchiApprovati dalla Giunta Regionale gli indirizzi ai Gruppi di Azione Locale (GAL) per la redazione dei bandi relativi alle misure dell’Asse 4 ‘Metodo Leader’ del Programma di sviluppo rurale 2007-2013: 40 milioni  di euro sono i contributi sul territorio stanziati per la prima fase di programmazione, che si presume attiveranno oltre 70 milioni di euro di investimenti.
  • granoIl 10 novembre 2009 si è svolto presso la Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo il workshop su "Il futuro della Politica Agricola Comune (PAC) dopo il 2013". L'evento, a cui hanno partecipato esperti della politica agricola, è stato organizzato per permettere agli europarlamentari di definire le proprie posizioni sulla Riforma della Politica Agricola Comune dopo il 2013. Il documento finale dovrebbere essere pronto prima dell'estate 2010.
  • ZootecnicaApprovate a Bruxelles alcune modifiche al Programma di Sviluppo Rurale della Regione che prevedono, tra l'altro, un aumento della dotazione finanziaria: verranno aggiunte nuove risorse comunitarie, regionali, statali e private per circa 49,6 milioni di euro. La Sardegna è tra le prime regioni in Europa ad aver ottenuto importanti variazioni al Programma di Sviluppo Rurale.
  • Agricoltura - Alessandro VecchiE' stata anticipata di tre mesi la scadenza per l'erogazione dei contributi comunitari previsti dalla Pac (Politica agricola comune): l'iniziativa è partita da Bruxelles che ha autorizzato in tal senso gli Stati membri. La Regione ha quindi disposto la rapida liquidazione degli aiuti (l'organismo pagatore, Artea, accrediterà gli agricoltori entro il 23 ottobre) e integrato il fondo di 67 milioni di euro resi disponibili dal governo centrale con ulteriori 15 milioni. 
  • Botti di Vino, foto di Vincent de GrootIl 1 agosto 2009 è entrata in vigore la fase finale della riforma del settore vitivinicolo comunitario, approvata dai ministri dell'Agricoltura nel dicembre 2007. Voluta per accrescere la competitività dei vini europei, la riforma permette una rapida ristrutturazione del settore poiché include un regime triennale di estirpazione su base volontaria, volto a fornire un'alternativa ai produttori non competitivi e a eliminare dal mercato le eccedenze.
  • AgricolturaLa Regione Toscana ha varato un pacchetto anticrisi di 128 milioni di euro in favore del settore agricolo, avvalendosi dei nuovi fondi Ue e della rimodulazione di diversi strumenti attuativi del Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013. E' prevista inoltre, a partire dal 16 ottobre 2009, l'erogazione di un anticipo sui fondi PAC.
  • Campagna - Foto di VermondoPubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania numerosi Bandi di attuazione delle Misure programmatiche del PSR Campania 2007-2013 riguardanti l'utilizzo di servizi di consulenza, la cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti e processi, infrastrutture e pagamenti agroambientali. Le risorse finanziarie a disposizione di questi bandi sono rilevanti e le domande potranno essere presentate a partire dal prossimo mese di agosto.
  • Some italian cheeses by User:Archenzo Varese 18/12/2005
    Il Programma di Sviluppo Rurale, focalizzato asupportare il sistema agricolo lombardo nella sua transizione verso un  moderno modello di agricoltura, trova nuove risorse finanziarie in aggiunta a quelle già stanziate per il periodo 2007-2013, pari a circa 900 milioni di euro. La Conferenza delle Regioni ha infatti accolto la proposta del Ministero per le Politiche agricole e forestali.
  • Macchine Agricole, ARS' Beltsville Agricultural Research CenterModificato il Programma di Sviluppo Rurale 2007 - 2013 per  migliorare la competitività del settore agricolo, la tutela dell’ambiente e dare un forte impulso alla diffusione delle infrastrutture tecnologichenelle zone rurali. Le modifiche derivano principalmente da uno stanziamento aggiuntivo di  circa 160 milioni di euro che il Veneto ha ottenuto in più ai 914 milioni previsti inizialmente.
  • Agricoltura - Foto di VermondoLa Giunta regionale ha deliberato l’apertura di una serie di bandi sul Programma di sviluppo rurale 2007-2013 che riguardano soprattutto la salvaguardia dell’ambiente e sono rivolti in modo particolare anche ai giovani agricoltori. Gli importi complessivamente a disposizione ammontano ad oltre 55 milioni di euro.
  • AgricolturaLa Giunta regionale ha stanziato oltre 41 milioni di euro per lo sviluppo dei territori rurali dell'entroterra ligure e per l'agricoltura di filiera specializzata in aree costiere. Queste risorse, destinate alla realizzazione di due provvedimenti, svilupperanno investimenti il cui valore ammonta a circa 100 milioni di euro. I provvedimenti, rappresentano un tentativo di programmazione "dal basso", proposta dalle comunità locali, specialmente quelle appartenenti alle aree più deboli.
  • La Commissione Europea ha approvato alcune importanti modifiche al PSR (programma di sviluppo rurale) 2007-2013 richieste dalla Regione Toscana sugli insediamenti di giovani agricoltori sotto i 40 anni, per i quali è stata introdotta la possibilità di accedere ad un sostegno per l’avviamento di nuove imprese se ne sono amministratori o legali rappresentanti. Modifiche ed integrazioni anche sulle misure relative alla conservazione dell’ambiente e del paesaggio.
  • E´ stata approvata la graduatoria delle domande relative al primo bando della misura 123 del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2007-2013: ammontano a 30 milioni di euro le risorse assegnate dall´Assessorato all´agricoltura della Regione, a sostegno di 43 progetti per il miglioramento delle capacità di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli emiliano-romagnoli, che hanno attivato investimenti complessivi per circa 90 milioni di euro.
  • La giunta regionale ha presentato i 16 bandi per l'attuazione della parte del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) relativa agli interventi nel settore agroindustriale e forestale per il periodo 2007-2013. Le misure dovrebbero generare investimenti per 1,2 miliardi di euro, di cui 809 milioni di risorse pubbliche, pari a circa il 50 per cento del volume degli investimenti pubblici complessivamente previsti dal PSR nel periodo 2007-2013.
  • La Commissione europea ha proposto di ammodernare, semplificare e snellire ulteriormente la politica agricola comune, affinché gli agricoltori possano soddisfare la crescente domanda di prodotti alimentari.  Le proposte prevedono l'abolizione della messa a riposo dei seminativi, il graduale aumento delle quote latte fino alla loro scomparsa nel 2015 e un'attenuazione dell'intervento sui mercati.
  • Partono nella Regione Campania i primi bandi del Piano di Sviuppo Rurale 2007-2013 che prevedono aiuti rapportati alla superficie aziendale e/o riferiti agli animali. Anche nella Regione Piemonte sono stati pubblicati diversi bandi, tra cui l'ultimo per sostenere le imprese agroindustriali di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli e agroalimentari, con una dotazione finanziaria di 30mln di euro.

  • L'Assessorato all'Agricoltura ha avviato i primi bandi di attuazione delle prime misure del programma di sviluppo rurale (Psr) 2007-2013 della Campania, cofinanziato dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr). La dotazione finanziaria impegnata in questa prima fase è di 379 milioni di euro (su 1,8 miliardi da utilizzare fino al 2013). Le domande possono essere compilate sul portale del sistema informativo agricolo nazionale www.sian.it entro le ore 24.00 del 15 maggio 2008.
  • Aperti i primi bandi di finanziamento sul Programma di sviluppo rurale 2007-2013 riguardanti l'insediamento di giovani agricoltori, l'ammodernamento delle aziende e la diversificazione delle attività. Le risorse disponibili per le 3 misure attivate ammontano complessivamente a 96mln di euro.  Le domande devono essere predisposte e presentate per via telematica entro il 23 settembre 2008. 

  • L'assessore all'Agricoltura della Regione Liguria ha presentato oggi l'avvio del programma di sviluppo rurale della Liguria (PSR) per il periodo 2007-2013, che prevede investimenti per oltre 441 mln di euro finalizzati all'insediamento dei giovani in agricoltura, all'agro-ambiente, alla prevenzione degli incendi forestali, all'agriturismo, allo sviluppo delle micro-imprese nelle zone interne della Liguria e alla formazione professionale e la consulenza tecnica per gli agricoltori.

  • Il Programma Sviluppo Rurale prevede il finanziamento di circa 30 "misure" nel periodo 2007-2013, per un volume complessivo di investimenti pari a 441 milioni di euro. Ogni "misura" corrisponde a una determinata categoria di interventi; fra i più importanti figurano gli investimenti nelle aziende agricole e forestali, l'insediamento dei giovani in agricoltura, l'agro-ambiente, la prevenzione degli incendi forestali, l'agriturismo, lo sviluppo delle micro-imprese nelle zone interne della Liguria, la formazione professionale e la consulenza tecnica per gli agricoltori.

  • Il PSR Sicilia promuove lo sviluppo di nuove capacità imprenditoriali, sia incentivando l’insediamento di giovani imprenditori, sia attraverso azioni di formazione di livello medio e alto aventi l’obiettivo di fare acquisire agli operatori nuove competenze tecniche e gestionali e di innalzare la propensione all’innovazione.

  • La regione ha avviato i bandi per altre quattro importanti misure del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, con risorse per la valorizzazione dei prodotti agricoli, aziende di montagna e agriturismo: la 123 (Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali - ex misura G), la 124 (Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare e in quello forestale), la 211 (Indennità a favore degli agricoltori delle zone montane), e la 311 A (Diversificazione verso attività non agricole - agriturismo).

  • Il Programma di sviluppo rurale (PSR) 2007-2013, adottato dalla Regione Emilia-Romagna con Delibera dell´Assemblea Consiliare del 30 gennaio 2007, n. 99 ai sensi del Reg. (CE) 1698/05 e approvato dalla Commissione europea in data 12 settembre 2007 con Decisione C(2007) 4161, è lo strumento che governerà lo sviluppo del sistema agroalimentare dell´Emilia-Romagna nei prossimi sette anni.
  • La regione ha approvato il Programma operativo Asse 1  del nuovo Piano regionale di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013. Entro i primi giorni di aprile le Province emaneranno bandi destinati alle imprese agricole che potranno beneficiare di contributi finanziari per l'ammodernamento delle strutture produttive, per la consulenza e formazione professionale, nonché per incentivare l'insediamento dei giovani agricoltori.
  • Pronti alcuni bandi per accedere ai finanziamenti previsti dal Piano di Sviluppo Rurale (Prs) 2007-2013 che mette a disposizione 900 milioni di euro. Riguardano le "misure" 111 (formazione e informazione), 112 (insediamento giovani) 121 (ammodernamento aziendale) e 221 (imboschimento dei terreni agricoli) e alcuni "progetti concordati".

  • L’individuazione delle zone rurali della Sardegna è stata effettuata applicando la metodologia proposta nel PSN, che classifica il territorio nazionale in quattro macro-categorie di aree per identificare tipologie più appropriate alle specificità regionali: A - poli urbani, B - aree rurali ad agricoltura intensiva e specializzata, C - aree rurali intermedie, D - aree rurali con problemi complessivi di sviluppo. La classificazione del territorio regionale effettuata nel PSR Sardegna coincide con quella riportata nel PSN.

  • Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 della regione Molise e' caratterizzato dalle seguenti novità:

    • Miglioramento della sostenibilità del processo di sviluppo,
    • Rafforzamento ed allargamento della base produttiva,
    • Crescita dell’occupazione e qualificazione del capitale umano,
    • Riduzione degli squilibri sul mercato del lavoro,
    • Valorizzazione e tutela del patrimonio culturale ed ambientale,
    • Miglioramento dei processi di Governance. 
  • Predisposti i primi bandi del nuovo Piano di Sviluppo Rurale e calcolate le prime stime sui risultati che si attendono grazie alla loro ingente dotazione finanziaria: circa 1.900 i giovani agricoltori riceveranno il premio di primo insediamento, circa 2.500 le imprese agricole che riceveranno aiuti a fondo perduto per investimenti materiali e immateriali, 8 mila imprenditori potranno contare su contributi per partecipare a sistemi di qualità alimentare e 5.800 riceveranno aiuti agro-ambientali.

  • Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 della regione Toscana e' caratterizzato dalle seguenti novità:
    • più risorse a disposizione che nel precedente periodo di programmazione,
    • un riequilibrio tra le dotazioni dei vari assi del Piano,
    • procedure più semplici per presentare domande di contribuzione e accedere agli aiuti,
    • maggiore durata dei bandi che renderanno operativo il PSR, aperti per tutto il periodo della programmazione.
  • Il comitato per lo sviluppo rurale si è pronunciato a favore dei programmi di sviluppo rurale presentati dalla Valle d’Aosta, Puglia, Sicilia e Basilicata per il periodo di programmazione finanziaria 2007-2013. Si tratta di programmi intesi a sostenere le infrastrutture, creare nuove fonti di reddito per le regioni rurali, promuovere la crescita e combattere la disoccupazione.

  • Il comitato per lo sviluppo rurale (composto di rappresentanti dei 27 Stati membri) ha dato parere favorevole su una serie di programmi di sviluppo rurale tra cui quelli presentati da Lazio, Marche Abruzzo e Trento per l'Italia, concernenti il periodo di programmazione finanziaria 2007-2013. Si tratta di programmi intesi a sostenere le infrastrutture, creare nuove fonti di reddito per le regioni rurali, promuovere la crescita e combattere la disoccupazione. La Commissione procederà all’adozione formale di questi programmi nelle prossime settimane.

  • Campo di Grano Il comitato UE per lo sviluppo rurale (composto da rappresentanti dei 27 Stati membri) ha dato parere favorevole su una serie di programmi di sviluppo rurale 2007-2013 per le regioni europee: per l'Italia sono stati approvati i PSR di 4 regioni italiane: Calabria, Piemonte, Sardegna ed Umbria. I fondi complessivamente disponibili sono 3.994milioni di euro, così suddivisi: Calabria 1.084mln, Piemonte, 897mln, Sardegna 1.253mln, Umbria 760mln.

  • Prime domande ammesse ai contributi del Programma di Sviluppo rurale nazionale per l'assicurazione del raccolto e delle piante  

    Programma Sviluppo Rurale

    Sviluppo rurale – spesa PSR 2014-2020 al 4 per cento

    Fondi europei - bandi PSR

  • Una relazione della Corte dei Conti europea chiede progressi sulla verifica finale delle spese per la Coesione e lo Sviluppo Rurale.

    Corte dei Conti europea

    Politica Coesione – PE, un Piano d'azione per accelerare spesa fondi Ue

    Fondi Ue: guida per l'accesso ai finanziamenti

  • Al via il bando del Programma di sviluppo rurale nazionale (PSRN 2014-2020) per gli investimenti in infrastrutture irrigue

    Infrastrutture irrigue

    Politica Agricola Comune - De Castro, da regolamento omnibus a PAC post 2020

    Fondi europei - bandi PSR

  • Terreni agricoliAl via il progetto Banca delle terre agricole per informare sui terreni in vendita e incentivare il ricambio generazionale nel settore

    PAC – Italia contro ripartizione fondi UE su base ettari

    Agricoltura - finanziamenti ISMEA per imprenditoria giovanile

  • Contributi agricolturaDecreto Mipaaf sulle condizionalità per i pagamenti PAC e PSR e le sanzioni in caso di inadempienza da parte dei beneficiari dei contributi

    Fondi europei - bandi PSR

    AGEA – istruzioni per domanda unica pagamenti PAC 2017

  • Vendemmia VerdeAGEA ha pubblicato le istruzioni operative per l’accesso al contributo Ue Vendemmia verde per la campagna 2016-2017

    OCM Vino - fondi Programma vitivinicolo per campagna 2017-2018

    Agricoltura – guida alla misura Investimenti dell'OCM Vino

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.