Partenariato Pubblico Privato - PPP

Ponte su fiumeIl PPP è un contratto tra un'Amministrazione pubblica e un'impresa a cui viene concesso di realizzare un'opera o un servizio a fronte del pagamento di un canone o dell'incasso di tariffe.

Oltre alle quattro principali tipologie: concessione di costruzione e gestione, concessione di servizi, sponsorizzazione, locazione finanziaria. Esistono anche forme di PPP destinate alla realizzazione di opere di urbanizzazione e insediamenti turistici, nonché alla concessione di beni immobili per la loro valorizzazione a fini economici.

Uno schema di PPP prevede la collaborazione tra pubblica amministrazione e operatori privati per la realizzazione di progetti infrastrutturali con caratteristiche quali: un contratto di lungo periodo tra l’amministrazione pubblica aggiudicatrice e l’impresa privata; il trasferimento al settore privato di una serie di rischi connessi al progetto, relativi alla progettazione, alla costruzione, alla gestione e al finanziamento; l'attenzione agli output, più che degli input, durante l’intero ciclo di vita del progetto; l’utilizzo di finanziamenti privati, spesso sotto forma di project finance.

Le formule di project finance prevedono che i finanziatori e gli investitori si basino esclusivamente (e in questo caso di parla di operazioni non recourse) o parzialmente (operazioni limited recourse) sul flusso di cassa generato dal progetto per rimborsare i prestiti e ottenere un ritorno sugli investimenti. 

Il finanziamento di un PPP avviene principalmente attraverso debito privilegiato e azioni, ma sono possibili anche: contributi pubblici in conto capitale a valere su fondi europei, nazionali, regionali o fondi specifici; garanzie da parte del settore pubblico verso la società di progetto o altri partner privati.

  • Ricerca - foto di NASA's Marshall Space Flight CenterOtto partenariati pubblico-privato (PPP) nel campo della ricerca per rafforzare la leadership industriale dell'Ue. E' l'iniziativa annunciata oggi dalla Commissione europea, da cui si attendono investimenti per circa 6,2 miliardi di euro.

  • InnovazioneIl Partenariato Pubblico-Privato Future Internet (FI-PPP) è alla ricerca di nuovi partner per cinque progetti: XIFI, FI-CONTENT2, FINESCE, FIspace e FITMAN.

  • Tablet - foto di Ministerio TIC Colombia Circa mille start-up e imprese innovative beneficeranno dello stanziamento da 100 milioni di euro annunciato dalla Commissione europea nell'ambito del partenariato pubblico-privato (PPP) sull’Internet del futuro. Le risorse finanzieranno lo sviluppo di applicazioni e altri servizi digitali in settori che vanno dai trasporti all'energia, dalla salute ai nuovi media.

  • InternetRealizzare partenariati pubblico-privati per favorire la diffusione di servizi e applicazioni internet innovativi. E’ questo l’obiettivo del bando Future Internet 2013 lanciato dalla Commissione europea nell’ambito del Settimo programma quadro di ricerca (7PQ), settore specifico Cooperazione. Il bando – dotato di uno stanziamento complessivo di 130 milioni di euro – intende migliorare la competitività dell'industria europea nel campo delle ICT per rispondere alle nuove esigenze della società e dell'economia in Europa.

    Future Internet PPP: un partnenariato da 600milioni di euro per innovare la rete

  • Illuminazione - foto di daniele savini ASSET Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma, con la collaborazione di CRESME Europa Servizi, propone un manuale operativo sugli interventi per l'efficienza energetica nell'illuminazione pubblica realizzati in partenariato pubblico privato (PPP). Una rassegna sugli strumenti di finanziamento e le normative che regolano il settore, con focus sulla Regione Lazio, per contribuire alla diffusione delle regole di ricorso al partenariato da parte degli enti locali.

  • AccordoSostenere gli enti locali e la pubblica amministrazione nella realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche. E’ questo l’obiettivo della piattaforma PPP Piemonte- realizzata da Finpiemonte Spa in collaborazione con Nuval, Osservatorio Regionale dei Contratti Pubblici e Politecnico di Torino - per promuovere e diffondere gli strumenti di partenariato pubblico-privato nell’ambito del Protocollo d’intesa siglato lo scorso aprile dalla Regione con l’Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Finpiemonte, Finpiemonte Partecipazioni, S.C.R., Ance, Abi, Anci, Uncem, Unione Province Piemontesi, Lega Autonomie Locali e Associazione Nazionale Piccoli Comuni.

  • Robot - foto di happykiddoUna nuova partnership sta per aggiungersi ai partenariati pubblico-privati già lanciati dalla Commissione europea nell'ambito dell'iniziativa faro Unione dell'innovazione. Il campo questa volta è la robotica, un settore che muove già un mercato da 15,5 miliardi di euro l'anno a livello globale e in cui l'Esecutivo Ue vuole assicurare alle imprese europee un posto in prima fila.

  • ImpiantoNel 2009 la Commissione europea ha lanciava 3 partenariati pubblico-privati (Public-Private Partnerships – PPPs), successivamente implementati nell'ambito delle regole del Settimo programma quadro per finanziare la ricerca e l'innovazione nei settori della manifattura, delle costruzioni e dell'automotive. Ora Bruxelles sta lavorando alle nuove Multiannual Roadmap dei Ppp in vista del futuro framework Horizon 2020, che dal 2014 sostituirà i Programmi Quadro. E invita tutti gli attori interessati a contribuire alla definizione delle prossime priorità tematiche di ricerca.

  • autostrada - autore: Roger MayProject bond e partenariato pubblico privato. Si è parlato di questo nella riunione informale che i ministri delle Infrastrutture dell’Ue, per l’Italia era presente il viceministro Roberto Castelli, hanno affrontato questa settimana a Sopot, in Polonia. Ragionando su come sarà possibile ridurre il peso di strade e ferrovie sul prossimo bilancio comunitario.

  • Internet - Foto di Georgy 90Internet del futuro (FI-PPP) diventa una realtà con il nuovo partenariato pubblico-privato siglato tra la Commissione Europea e 152 organizzazioni. Il partenariato, dotato di uno stanziamento complessivo di600 milioni di euro, promuove progetti innovativi in otto settori d'intervento al fine di sviluppare una rete Internet che includa le tecnologie mobili.

  • Unione Europea - immagine di MGSarà pubblicato il prossimo luglio il nuovo invito a presentare proposte volto ad incentivare i Partenariati Pubblico-Privati (PPP). Tale iniziativa, promossa dalla Commissione europea rientra nel Piano per la ripresa economica dell'UE e costituisce uno strumento importante per favorire la ricerca e la crescita nei settori maggiormente colpiti dalla crisi: automobilistico, manifatturiero e edilizio.
  • BarrosoAdottata il 19 novembre 2009 dalla Commissione Europea una comunicazione volta adincentivare l'uso di partenariati pubblico-privato (PPP),  in quanto strumento importante per lo sviluppo nel lungo periodo di servizi ed infrastrutture, soprattutto nei periodi di crisi economica e finanziaria. Nella comunicazione la Commisione europea ha definito le azioni che permetteranno agli Stati Membri di sviluppare i PPP, ancora poco diffusi, attraversoun quadro di cooperazione efficace tra il settore pubblico e privato.
  • Desert Cryogenics probe station.jpgInvestimenti in ricerca per 3,2 miliardi di euro saranno realizzati dal 2010 al 2013 attraverso i Partenariati Pubblico-Privato (PPPs), volti a sviluppare nuove tecnologie nei settori dell'industria manifatturiera, delle costruzioni e dell'automobile.  Metà dei fondi arriveranno dalla Commissione Europea attraverso il Settimo Programma Quadro. Ieri è stato annunciato che i primi bandi, con risorse per 268 milioni di euro, saranno pubblicatiil prossimo 30 luglio.
  • Horizon Europe aeronauticaAperta fino a fine agosto la consultazione UE sul partenariato pubblico-privato per l'aeronautica - Clean aviation - proposto dalla Commissione europea nell'ambito del prossimo programma quadro per la ricerca e l'innovazione, Horizon Europe.

    Horizon Europe: i partenariati pubblico-privato post 2020

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.