Piano Juncker

JunckerPiano voluto dal Presidente della Commissione Europea per rilanciare la crescita economica e gli investimenti senza ricorrere a nuovo debito pubblico. Si tratta di un piano da 315 miliardi di euro generati da un capitale iniziale di 21 miliardi che sarà messo a garanzia di finanziamenti. L'effetto moltiplicatore delle garanzie dovrebbe consentire di raggiungere l'ammontare di prestiti dichiarato.

Il piano prevede la creazione di un nuovo Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici - EFSI  e il coinvolgimento della Banca Europea degli Investimenti - BEI, istituzione che da circa 50 anni viene utilizzata dall’Unione per il finanziamento di progetti a lungo termine.

Il Fondo avrà una grande capacità di protezione dal rischio: il suo obiettivo sarà consentire ai privati di partecipare a operazioni che, altrimenti, sarebbero risultate finanziariamente insostenibili.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.