Accesso Iscriviti

Accesso

Accedi con uno dei tuoi account social...

...o con il tuo account FASI.biz

FASI.biz

Ue - Credit © European Union, 2012

Molteplici e variegati, i fondi che l'Unione europea mette a disposizione dei paesi membri hanno vari nomi e caratteristiche. Da un lato i fondi strutturali, uno dei principali strumenti finanziari con cui l'Ue persegue la coesione lo sviluppo economico-sociale nelle diverse regioni; fondi che l'Italia gestisce attraverso il Quadro strategico nazionale - QSN ed i programmi operativi nazionali e regionali (PON, POR e POIN). Dall'altro i programmi amministrati direttamente dalla Commissione europea.

 

Fondi strutturali

I principali strumenti di attuazione della programmazione finanziaria europea per lo sviluppo sono provvisti dai Fondi strutturali, regolati da appositi regolamenti che la Commissione Europea emana e a cui gli Stati membri devono attenersi nella definizione delle politiche di aiuto. Attraverso i fondi strutturali, l'Ue sostiene le politiche volte al rafforzamento della coesione economica e sociale e la riduzione del divario tra i livelli di sviluppo delle varie regioni. Tali fondi sono coordinati a livello nazionale dal Qsn, il Quadro strategico nazionale, il documento di orientamento sull'utilizzo dei Fondi Strutturali comunitari e del cofinanziamento nazionale, elaborato congiuntamente da amministrazioni centrali e regionali, istituzioni economiche e sociali. Le risorse finanziarie disponibili per il periodo 2007-2013 sono pari a circa 122 miliardi di euro, di cui oltre euro 100mld destinati al Mezzogiorno. Il Qsn si attua tramite i Programmi operativi nazionali (Pon), regionali (Por) e interregionali (Poin). 

Link Fondi Strutturali 2007-2013

Link Qsn

 

I PRINCIPALI PROGRAMMI EUROPEI

L'Unione europea agisce a livello territoriale non solo ricorrendo ai fondi strutturali, ma anche attraverso programmi gestiti direttamente dalla Commissione europea. Di seguito una rassegna di alcuni fra i principali programmi di finanziamento offerti da Bruxelles del corso del settennato 2007-2013.  

Ricerca e sviluppo tecnologico

Link Settimo programma quadro Ue per la ricerca e lo sviluppo tecnologico

Laboratorio - foto di tk-linkE' il piu' importante strumento finanziario dell'Unione Europea per sostenere la ricerca e lo sviluppo tecnologico in Europa. Nel periodo 2007-2013 sono disponibili fondi per oltre 50 miliardi di euro. Il Settimo Programma Quadro si pone l'obiettivo di facilitare la partecipazione e la cooperazione di universita', centri di ricerca, imprese nei processi di sviluppo tecnologico ed e' composto da 4 programmi specifici piu' un quinto programma sulla ricerca nucleare. Nel corso della programmazione 2014-2020 il Settimo programma quadro ha cambiato nome e forma, trasformandosi in Horizon 2020.

Apprendimento permanente

Link Lifelong Learning

Apprendimento - foto di SterlicL'obiettivo del programma è quello di contribuire, attraverso l'apprendimento permanente, allo sviluppo della Comunità quale società avanzata basata sulla conoscenza, con uno sviluppo economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale, garantendo nel contempo una valida tutela dell'ambiente per le generazioni future. L'obiettivo del programma è, in particolare, quello di promuovere all'interno della Comunità gli scambi, la cooperazione e la mobilità tra i sistemi di istruzione e formazione in modo che essi diventino un punto di riferimento di qualità a livello mondiale su tematiche riferite a più sotto-programmi di cui si compone il programma Lifelong Learning: Jean Monnet, Programma trasversale, Grundtvig, Leonardo da Vinci, Erasmus, Comenius.

Reti transeuropee

Link Ten-T - Reti di trasporto transeuropee

Trasporti - foto di Luigi Rosa

Strumento europeo di finanziamento a favore di progetti d'interesse comune nel settore delle reti transeuropee dei trasporti (Ten-T).

Link Ten-E - Reti transeuropee nel settore dell'energia

Strumento europeo di finanziamento a favore di progetti d'interesse comune nel settore delle reti transeuropee nel settore dell’Energia (Ten-E).

Cultura

Link Programma Cultura 2007-2013

Colori - foto di Jennifer RenselL’obiettivo generale del programma è quello di contribuire alla valorizzazione di uno spazio culturale condiviso dagli europei e basato su un comune patrimonio culturale, sviluppando la cooperazione culturale tra i creatori, gli operatori culturali e le istituzioni culturali dei paesi partecipanti al programma, al fine di favorire l’emergere di una cittadinanza europea. Il programma è aperto alla partecipazione delle industrie culturali non audiovisive, in particolare delle piccole imprese culturali, laddove tali industrie svolgano una funzione culturale senza scopo di lucro.

Jasper, Jeremie, Jessica

Link Programmi Jasper, Jeremie, Jessica

Crescita - foto di Great BeyondPer il periodo 2007-2013 la Commissione Europea ha adottato tre nuove iniziative europee che si inseriscono nel quadro di una più ampia politica di riforma per la coesione europea. I tre protocolli d’intesa, Jasper, Jeremie e Jessica, hanno l’obiettivo di creare dinamiche e prospettive d’investimento, di crescita e di occupazione a livello nazionale e regionale, anche tra le parti sociali in tutte le regioni dell’UE, in linea con le linee politiche di bilancio varate per il settennio 2007-2013 e prevedono la cooperazione delle maggiori istituzioni politico-finanziarie europee e internazionali, con le autorità nazionali e regionali dei Paesi membri coinvolti.

Audiovisivo

Link Media 2007 - Programma di sostegno al settore audiovisivo europeo

Camera - foto di Thomas ClaveiroleMedia 2007 è il programma di sostegno al settore audiovisivo europeo destinato a succedere ai programmi Media Plus e Media Formazione. Il nuovo programma è concepito come un programma unico che riunisce i due aspetti esistenti (sviluppo, distribuzione, promozione da una parte e formazione dall'altra). Il programma riguarda il periodo 2007-2013 ed è dotato di uno stanziamento di bilancio pari a 755 milioni di euro.

 

Competitività e innovazione

Link CIP - Programma quadro per la Competitività e l'Innovazione

Innovazione - foto di PLANETARTIl Programma quadro per la Competitività e l’Innovazione - CIP intende contribuire alla competitività e alla capacità innovativa dell’Unione Europea in quanto società della conoscenza,  promuovendo uno sviluppo sostenibile basato su una crescita economica forte e un'economia sociale di mercato concorrenziale. Lo strumento è indirizzato prioritariamente alle PMI e alle loro esigenze.

 

Cooperazione territoriale

Link Interreg IV A

CooperazioneIl Programma per la Cooperazione Interregionale viene istituito dalla Commissione Europea allo scopo di contribuire al terzo obiettivo, “Cooperazione territoriale europea”, del Fondo Europeo di sviluppo Regionale (FESR).

 

Link Interreg IV B

Il Programma per la Cooperazione Interregionale viene istituito dalla Commissione Europea allo scopo di contribuire al terzo obiettivo, “Cooperazione territoriale europea”, del Fondo Europeo di sviluppo Regionale (FESR). L’obiettivo generale di Interreg IV B è lo sviluppo di una cooperazione transnazionale, compresa la cooperazione bilaterale tra le regioni marittime attraverso il finanziamento di network e di azioni mirate ad agevolare uno sviluppo territoriale europeo integrato.

Link Interreg IV C

Il Programma per la Cooperazione Interregionale viene istituito dalla Commissione Europea allo scopo di contribuire al terzo obiettivo, “Cooperazione territoriale europea”, del Fondo Europeo di sviluppo Regionale (FESR). L’obiettivo generale del Programma INTERREG IV C è migliorare, attraverso la cooperazione interregionale, l’efficacia delle politiche di sviluppo in materia di innovazione, di ambiente e di prevenzione dei rischi ambientali contribuendo in tal modo alla modernizzazione economica e all’incremento della competitività dell’intero territorio europeo.

Consumatori

Link Programma per attività comunitarie a sostegno della politica dei consumatori

Shopping - foto di marksjonathanLa Commissione Europea, attraverso la Strategia Europea, sostiene la politica dei consumatori nel periodo 2007-2013, al fine di ottenere un mercato interno più integrato e più efficace, in particolare nel settore del commercio al dettaglio.

 

 

Diritti e giustizia

Link Programma quadro Diritti fondamentali e giustizia

Giustizia - foto di steakpinballIl Programma Quadro “Diritti fondamentali e giustizia” rientra in un insieme coerente di proposte dirette a dotare lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia di un supporto adeguato. Il Programma Quadro “Diritti fondamentali e giustizia” ha quattro obiettivi specifici: promuovere lo sviluppo di una società europea basata sulla cittadinanza dell’Unione Europea e sul rispetto dei diritti fondamentali sanciti dalla relativa Carta; combattere l’antisemitismo, il razzismo e la xenofobia e rafforzare la società civile nel campo dei diritti fondamentali; contribuire alla creazione di uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia combattendo la violenza, e facendo opera di informazione e di prevenzione relativamente al consumo di stupefacenti; promuovere la cooperazione giudiziaria per contribuire alla creazione di un effettivo spazio europeo di giustizia in materia civile e commerciale; promuovere la cooperazione giudiziaria per contribuire alla creazione di un effettivo spazio europeo di giustizia in materia penale.

Marco Polo II

Link Marco Polo II

Traffico - foto di MinesweeperIl programma è volto a ridurre la congestione stradale, a migliorare le prestazioni ambientali del sistema di trasporto e a potenziare il trasporto intermodale, contribuendo in tal modo ad un sistema di trasporti efficace e sostenibile che dia valore aggiunto all’Unione europea, senza conseguenze negative per la coesione economica, sociale o territoriale.

 

 

Occupazione e solidarietà sociale

Link Progress - Programma comunitario per l'occupazione e la solidarietà sociale

LavoroIl programma, destinato a finanziare la realizzazione degli obiettivi UE nel settore dell'occupazione e degli affari sociali, costituisce un nuovo strumento di finanziamento che rimarrà attivo per tutto il periodo 2007-2013.

 

 

 

Sviluppo

Link EDF - Decimo Fondo europeo per lo sviluppo

Cooperazione - foto di People in NeedIl Decimo Fondo europeo per lo Sviluppo (EDF) mira ad assicurare ai paesi ACP (Africa, Caribbean and Pacific) e i Paesi eTerritori d’Oltremare un aiuto di 22 miliardi tra il 2008 e il 2013 (con un 35% di aumento rispetto al vecchio programma, il Nono Fondo Europeo per lo Sviluppo 2003-2007). Il fondo persegue i seguenti obiettivi: promuovere e accellerare lo sviluppo economico, culturale e sociale dei Paesi ACP che hanno sottoscritto l’Accordo di Cotonou al fine di contribuire alla pace e alla sicurezza dei territori favorendo lo sviluppo di un sistema politico stabile e democratico; ridurre la povertà favorendo lo sviluppo sostenibile e la graduale integrazione dei paesi ACP nel mercato economico mondiale.

 

Sviluppo e coesione regionale

Link Espon 2013: sviluppo e coesione regionale

Europa - foto di Un mec de l'espaceEspon, acronimo di European Spatial Planning Observatory Network, è la struttura europea volta a sviluppare analisi territoriali tematiche e trasversali finalizzate alla migliore attuazione delle politiche europee territoriale nello spazio nazionale, regionale e d’area vasta dell’Unione europea. Il Programma ha l’obiettivo fondamentale di aumentare la conoscenza e la coesione delle strutture territoriali europee e di rilevare gli impatti che le politiche adottate hanno ai vari livelli dell’Unione Europea allargata.