Coronavirus: PON Scuola, nuovo bando per acquisto pc e tablet

Coronavirus smart classDopo l'avviso dedicato alla didattica digitale nelle scuole del primo ciclo, il MIUR lancia un nuovo bando rivolto alle scuole del secondo ciclo. Fino al 26 giugno gli istituti scolastici possono richiedere contributi per l’acquisto di pc, tablet e dispositivi per la connessione Internet, destinati ad incentivare le smart class in questo periodo di emergenza.

> Piano Scuola, 400 milioni per portare la banda ultralarga in classe

L'obiettivo del bando, cofinanziato dal PON Scuola 2014-2020, è consentire alle scuole del secondo ciclo di istruzione di realizzare centri didattici digitali volti a garantire e supportare l’accrescimento delle competenze degli studenti attraverso nuove metodologie di apprendimento, anche in coerenza con le necessità di adeguamento degli spazi per ridurre il rischio di contagio dal Coronavirus.

> PON Scuola: edilizia scolastica, 330 milioni per ripartire sicuri a settembre

Bando smart class, contributi per la didattica online

Possono partecipare al bando le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione e, in virtù degli specifici Accordi vigenti, le istituzioni scolastiche afferenti al secondo ciclo di istruzione situate nelle Province autonome di Trento e di Bolzano. E' possibile presentare una sola candidatura.

Gli interventi devono essere destinati all’acquisizione di strumenti e dispositivi digitali per potenziare la didattica digitale, anche da concedere in comodato d’uso agli studenti che ne siano privi.

La proposta progettuale dovrà prevedere un elenco di forniture, tra cui:

  • LIM, monitor touch screen e analoghe superfici di proiezione;
  • personal computer fissi (desktop, all-in-one), personal computer portatili (laptop, notebook, netbook) e tablet dotati di microfono, speaker e web-cam, integrati o off-board (cioè acquistati separatamente e compatibili con il notebook/tablet); 
  • accessori e periferiche hardware (videoproiettori, tavolette grafiche, webcam, cuffie, microfoni, document camera, scanner, stampanti multifunzione);
  • software e licenze per la realizzazione e/o l’uso di piattaforme di e-learning, mobile-learning, content-sharing, streaming, video-call di gruppo e web-conference;
  • internet key e modem-router 4G/LTE e altri accessori utili all’erogazione/fruizione delle attività formative sul cloud;
  • apparati afferenti all’infrastruttura di rete per potenziamento della stessa (solo apparati senza necessità di costi di installazione o di adattamenti edilizi);
  • armadi e carrelli per la custodia dei dispositivi digitali individuali all’interno dell’istituzione scolastica.

Ciascuna candidatura presentata dall’istituzione scolastica non potrà superare l’importo complessivo di 10mila euro.

Le domande possono essere presentate dalle ore 10.00 del 16 giugno 2020 alle ore 12.00 del 26 giugno 2020.

Coronavirus e scuola: come l’emergenza ha rivoluzionato l’istruzione italiana

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.