Snam: accordo strategico con ITM Power per l’idrogeno verde

Snam-Itm Power - foto profilo Twitter SnamE’ un investimento importante, quello di Snam, non solo dal punto di vista economico ma anche e soprattutto strategico: entrando nel capitale di ITM Power, tra i maggiori produttori globali di elettrolizzatori (essenziali per ricavare idrogeno dalle rinnovabili), la società italiana fa un passo importante verso l’idrogeno verde.

La via italiana per l’idrogeno: 3 miliardi dal Governo e i progetti dei grandi player

Si tratta di un tema caro a Snam, che da tempo sta testando gli utilizzi dell'idrogeno verde sulla rete di trasporto, in combinazione con il gas.

"Ero uno scettico dell'idrogeno perché costava sessanta volte più del petrolio. Oggi sono diventato un grande sostenitore perché il prezzo è sceso a due volte e può arrivare fra 5 anni a costare come il petrolio", ha dichiarato l'Ad Marco Alverà spiegando che "il mercato dell'idrogeno oggi vale 100 miliardi di dollari, ma è idrogeno grigio, che deve essere trasformato in idrogeno blu, pulito".

O in idrogeno verde, la terza via scelta anche dalla Commissione europea nella sua strategia di lungo termine che pone al centro (sia in termini di target che di investimenti) l’idrogeno prodotto da energie rinnovabili, che avendo il maggior potenziale di decarbonizzazione è considerato da Bruxelles l'opzione più compatibile con la neutralità climatica che l'UE intende centrare nel 2050. 

Perché è importante la partnership tra Snam e ITM Power?

Una via intrapresa anche da Snam, che avviando la partnership con la britannica ITM Power, uno dei maggiori produttori globali di elettrolizzatori, punta sulle tecnologie per l’idrogeno verde.

L'accordo prevede l'avvio di una collaborazione commerciale e tecnologica per future iniziative di sviluppo congiunte e il contestuale ingresso di Snam nell'azionariato di ITM Power Plc con una partecipazione di minoranza e un investimento di 30 milioni di sterline (circa 33 milioni di euro), nell’ambito dell’aumento di capitale da 150 milioni di sterline (circa 165 milioni di euro) offerto in sottoscrizione, oltre che a Snam, agli investitori istituzionali e agli azionisti. 

La sottoscrizione delle azioni nell’ambito dell’aumento di capitale di ITM Power avverrà per cassa, utilizzando le disponibilità finanziarie di Snam.

Di fatto, Snam potrà così acquisire competenze tecniche rilevanti nel settore, con l’ingresso di propri rappresentanti in due comitati (Strategic Advisory Committee e Technology Management Committee) che supportano il board di ITM Power nelle decisioni chiave sulle attività commerciali e di ricerca e sviluppo. 

In tal modo, la società italiana potrà coinvolgere ITM Power in alcuni progetti per lo sviluppo dell’idrogeno verde con elettrolizzatori a tecnologia "a membrana" (PEM – Proton Exchange Membrane) fino a 100 MW di potenza, anche in collaborazione con altri operatori a livello italiano e internazionale.

“L'accordo con uno dei principali produttori globali di elettrolizzatori – commenta Alverà – è il primo investimento esterno di Snam nel settore dell’idrogeno e si affianca a quelli che stiamo realizzando per rendere la nostra infrastruttura pronta al trasporto di questo nuovo vettore energetico pulito. La partnership con ITM Power ci permette di accrescere il nostro know-how nelle tecnologie per la produzione di idrogeno verde in modo funzionale allo sviluppo del business e di diventare un player lungo la catena del valore”. 

“Vogliamo sviluppare nuovi progetti e contribuire ad abilitare la filiera a livello internazionale e soprattutto in Italia, che ha l’opportunità di diventare un hub dell’idrogeno verde tra Europa e Nord Africa”, aggiunge. “Il nostro obiettivo è contribuire ad affermare l’idrogeno e i gas rinnovabili come una soluzione decisiva, insieme all’elettricità rinnovabile, per raggiungere gli obiettivi internazionali di neutralità climatica".

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.